ITF: Izmir si inchina ad Alberto Brizzi

di - 17 Agosto 2012


(Alberto Brizzi – Foto Nizegorodcew)

di Giacomo Bertolini

BRIZZI SU FORTUNA, IZMIR SI INCHINA AGLI AZZURRI

Izmir (10.000$ Turchia): Continua il feeling tra i tennisti italiani e il Future 10k di Izmir, appuntamento su terra rossa che anche questa settimana ha regalato diverse gioie alla nostra nutrita rappresentanza. Torna infatti al successo in terra di Turchia dopo oltre quattro anni di digiuno il 28enne tennista di Breno Alberto Brizzi che, partito come secondo favorito del seeding, ha sfruttato a pieno le non esaltanti prestazioni delle altre teste di serie arrivando così a giocarsi il titolo in un esaltante derby di finale con la sorpresa Claudio Fortuna, mancino classe ’90 alla prima finale in carriera.
Dominio assoluto dunque per i nostri tennisti che, senza grossi problemi hanno raggiunto l’atto conclusivo del torneo turco dove l’esperienza del giocatore lombardo ha finito per fare la differenza regalando al numero 431 Atp il primo successo stagionale. Punteggio 62 61.
Per Alberto Brizzi, già finalista quest’anno a Sanremo, si tratta del quarto titolo complessivo, il primo vinto fuori dai campi italiani.
Per Claudio Fortuna invece resta la consolazione di aver raggiunto il miglior risultato in carriera al termine di una settimana che l’ha visto da numero 796 del mondo estromettere dal torneo teste di serie collaudate del calibro di Safwat(1) e Bradaric(3).
Gli altri azzurri impegnati a Izmir: prosegue nel migliore dei modi l’ascesa di Alessandro Petrone che dopo la finale persa sette giorni fa torna ai quarti di finale nel torneo turco; Sincropi(5), Bega(6) e Torroni(7) cedono agli ottavi, Picco e Garzelli subito out.
Italia a segno anche nel doppio con Bega e Sinicropi.

Jurmala (10.000$ Lettonia): Non riesce il colpaccio casalingo per l’esperto tennista di Riga Andis Juska(1), già vincitore quest’anno di quattro titolo del circuito cadetto.
Niente da fare per il 27enne lettone che a causa di un problema fisico non è riuscito a fare partita pari in finale, trovandosi così costretto ad abbandonare il sogno di cinquina stagionale davanti al proprio pubblico.
Titolo che va così al secondo favorito del seeding, il belga Arthur De Greef che, mai in difficoltà durante tutta la settimana, può pure beneficiare del ritiro di Juska sul 63 1-0 in suo favore, regalandosi così la seconda gioia del 2012.
Per De Greef, promessa belga classe 1992 e attualmente numero 428 Atp, secondo titolo della carriera.
Gli azzurri sulla terra di Jurmala: ancora ottime conferme per il 22enne azzurro Roberto Marcora(4), fuori in semi con il padrone di casa Juska, secondo turno per Portaluri.
Per Micolani e Di Ienno invece bocciatura immediata al primo round.
Nuova soddisfazione Italia dal doppio, vincono Micolani/Portaluri.

Wels (10.000$ Austria): Dalla Lettonia direttamente all’Austria per celebrare il nuovo colpo stagionale dello scatenato talento ceco Jiri Vesely, il 19enne tennista di Pribram giunto, con il successo sulla terra rossa di Wels, al quarto centro dell’anno.
Ben poco da dire sul cammino della seconda testa di serie del tabellone, ancora una volta impeccabile e sbrigativo sin dal primo turno. Cammino che Vesely, appena entrato di prepotenza nei primi 350, non ha mai interrotto durante tutta la settimana, arrivando così a conquistare la coppa con un secco 62 62 alla speranza locale Marc Rath(3).
Quinto tiolo della carriera per il mancino ceco.
Fuori al primo turno Speronello e Bonadio(LL), unici azzurri al via nel torneo austriaco.

Mosca (15.000$ Russia): Finale ancora a senso unico e senza nessuna particolare sorpresa anche nel torneo della capitale russa Mosca, appuntamento 15k su terra, dove a fare bottinio pieno è stato, come da pronostico, il 26enne olandese Boy Westerhof, primo favorito del main draw.
Percorso netto scontato per Westerhof che con un parziale di 10 set vinti su 10 disputati fa suo il secondo titolo stagionale, bissando così il titolo vinto sette giorni fa.
Per il tennista di Assen, fresco di best ranking alla piazza 244 Atp, finale ben gestita con l’insidioso giocatore di casa Nikoloz Basilashvili(4), steso 64 64.
Ottavo urrà della carriera per Westerhof, tra gli azzurri ai nastri di partenza buona prova per Edoardo Eremin(8), ko ai quarti in tre set con Basilashvili.

Vierumaki (10.000$ Finlandia): Il circuito Future sbarca in Finlandia per la sua prima prova dell’anno a Vierumaki ed ecco arrivare, al secondo tentativo stagionale, il primo centro del 2012 per il tennista estone Vladimir Ivanov, 25enne di Tallinn numero 444 del ranking.
Non sbaglia questa volta in finale l’esperto estone che, dopo la delusione casalinga a Kuressaare, sbanca Vierumaki regolando nell’atto conclusivo il il 23enne svedese Milos Sekulic, piegato 64 62.
Per Ivanov, accreditato sulla terra finlandese della seconda testa di serie, si tratta del secondo titolo in totale.
Gli azzurri nel torneo scandinavo: Rovetta passa un turno ma cede agli ottavi, per il qualificato Marfia disco rosso all’esordio con Paukku (Fin).

Novi Sad (10.000$ Serbia): Straordinario successo a Novi Sad, terra, per il tennista serbo Ivan Bjelica, ancora una volta brillante nei tornei di casa.
Continua infatti a sorridere negli appuntamenti in patria il tennista classe 1984 e numero 359 del mondo, già vincitore due settimane fa nella sua Belgrado.
Ennesimo torneo impeccabile per Bjelica che, forte della sua seconda testa di serie, è arrivato ad occhi chiusi in finale dove contro pronostico ha messa a segno il colpaccio contro il croato Dino Marcan(1) superato, nella finale più equilibrata della settimana, per 26 75 62.
Sesto sigillo della carriera per Bjelica, secondo dell’anno.
Novi Sad stregata per gli azzurri: eliminati all’esordio Papasidero, Galovic(6), Maturi e Leonardi(8).

Friedberg (10.000$ Germania): A Friedberg adesso dove davanti al suo pubblico non ha tradito il solido tennista di Giessen Steven Moneke che festeggia l’entrata tra i primi 400 Atp con il primo successo dell’anno sulla terra dell’appuntamento tedesco.
Successo meritato e per nulla inatteso per Moneke(3) che, senza perdere neanche un set, ha fatto suo il trofeo del10k tedesco completando l’opera in finale con la rivelazione australiana Dane Propoggia, ko con un inequivocabile doppio 62.
Per Steven Moneke, classe 1986, terzo titolo della carriera.
Marco Bortolotti, unico iscritto, si difende con onore contro il favorito Galdon(1) prima di cedere all’esordio in tre parziali.

-Altri tornei della settimana: Eupen, titolo a Eysseric ma applausi per Cagnina

Eupen (10.000$ Belgio): Vola centrando il nono titolo della carriera il tennista francese Jonathan Eysseric(3), in trionfo nel torneo belga di Eupen, terra rossa.
Nessuna beffa per il tennista di St.Germains en Laye classe ’90 che, dopo un inizio stentato non ha più avuto esitazioni e in finale non ha tremato contro la sorpresa della settimana Julien Cagnina, finito al tappeto 64 63.
Ottimo acuto per il mancino francese ma gli applausi vanno tutti all’atleta di casa Cagnina, promessa classe 1994 e ancora abbondantemente fuori dai 1000, capace da wild card di mettere a ferro e fuoco la parte alta del tabellone prima di alzare bandiera bianca alla prima finale della carriera.
Italiania assenti a Eupen, mentre a Mar De Plata (10.000$ Argentina, terra rossa) Federico Gaio(6) finisce la sua corsa al secondo turno, malamente battuto dal numero 689 Atp Juan Vazques Valenzuela (Arg) 64 36 75.

© riproduzione riservata

8 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *