Itf Campobasso (25.000$): Zec Peskiric prima finalista

di - 14 Giugno 2008

Ufficio Stampa Itf Campobasso

La prima finalista della settima edizione degli Internazionali di tennis “Regione Molise” è la slovena Masa Zec Peskiric (numero 248 del ranking Wta e testa di serie numero 6 del tabellone).

Nella prima delle due semifinali in programma la slovena ha avuto la meglio in due set sulla spagnola Estrella Cabeza Candela con il punteggio di 6-3 7-5 ed è stata così la prima giocatrice ad accedere alla finale di domani pomeriggio. L’incontro si è svolto nella stupenda cornice del campo centrale dell’Associazione Tennis Campobasso che per l’occasione è stato dotato di una tribunetta supplementare eretta sul campo numero 2. La risposta degli spettatori campobassani è stata ancora una volta encomiabile. Nonostante condizioni metereologiche incerte ed il richiamo, quindi, verso mete più assolate, sono stati in tantissimi a seguire la prima semifinale del torneo.

L’incontro fra le due tenniste non ha però deluso le attese dei tanti appassionati; sospinta anche da un gruppetto di tifosi spagnoli con tanto di bandiera iberica al seguito, la Estrella Cabeza Candela ha sfoderato una partita tutta cuore e intensità contro l’avversaria decisamente più quotata come la slovena. Nel primo set la Zec Peskiric ha subito la verve della spagnola che spingeva molto da fondo campo e non consentiva alla testa di serie numero 6 del torneo di entrare in partita. Il risultato è stato che la Cabeza Candela è riuscita ad andare prima sul 3-2 a suo favore con diverse palle break a disposizione per allungare. Proprio nel momento in cui però la spagnola sembrava poter fuggire via nella prima partita, sono arrivati alcuni errori (anche piuttosto grossolani) che hanno pregiudicato la possibilità di ottenere il break in quel game per l’iberica. E’ stato quello il segnale che ha invertito l’inerzia della partita. Zec Peskiric ha preso fiducia e Cabeza Candela ha cominciato a sbagliare più del dovuto. La slovena ha così conservato il suo servizio e si è portata sul 4-3 a suo favore. Alla ripresa del gioco un doppio fallo ed una voleè banalmente sciupata sono costate caro alla Cabeza Candela che perso il servizio e successivamente il set per 6-3. Nonostante l’amarezza per un set buttato via, la spagnola ha ripreso le redini del match anche nella seconda partita. A comandare il gioco da fondo campo era quasi sempre lei mentre la Zec Peskiric si limitava a contrastare le azioni dell’iberica. L’equlibrio ha regnato sovrano fino al 3-3 quando grazie a due accelerazioni di dritto la Cabeza Candela strappava il servizio all’avversaria e si portava sul 4-3. Per tutti era il break decisivo ed infatti la spagnola riusciva a tenere il suo turno di battuta e portarsi sul 5-3. Il pubblico e Estrella Cabeza Candela però non avevano fatto i conti con una tennista che in questo torneo è riuscita a far fuori avversarie di tutto rispetto come la testa di serie numero 2 Anda Pieranu. Masa Zec Peskiric ha recuperato il break e si è portata sul 5-5. La Cabeza Candela ha avuto però un’altra opportunità di riappropiarsi del set andando 40-0 a suo favore nell’undicesimo gioco. Da quel momento però c’è stato un piccolo black-out fatale all’iberica. Cinque punti consecutivi con quattro errori gratuiti che hanno concesso il game alla Zec Peskiric che sul suo turno di battuta non si è fatta pregare e, dopo aver sciupato un match point sul 40-30, ha aspettato con pazienza un altro errore gratuito della brava e sfortunata spagnola ed ha chiuso set and match per 6-3 7-5.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *