ITF: Vola Carballes Baena!

di - 10 Ottobre 2012


(Roberto Carballes Baena)

di Giacomo Bertolini

SABADELL INCORONA BAENA, VETERANI ALLA RISCOSSA!

Sabadell (10.000$ Spagna): E’ grande Spagna ma soprattutto è un grande Roberto Carballes Baena quello che nel torneo casalingo di Sabadell su terra ha centrato il terzo colpo stagionale, al termine di una settimana molto positiva nel quale ha concesso un solo set sebbene non figurasse tra le prime teste di serie.
Torneo di grande livello per il 19enne Baena che dopo aver eliminato il nostro Vagnozzi(2) al secondo turno non ha più incontrato difficoltà rilevanti arrivando così meritatamente al successo.
In finale bis soltanto sfiorato per il connazionale Gerard Granollers-Puyol(7), ko nettamente nel derby 64 61.
Per il talento di Tenerife, attualmente numero 401 Atp, si tratta del sesto titolo complessivo.
Gli italiani in Spagna: oltre ai già citati ottavi di Vagnozzi da registrare i quarti di finale di Giorgini. Subito ko invece Torroni e Leonardi.

Antalya Kaya-Belek (10.000$ Turchia): Due tie break sono bastati al numero due del seeding Stephane Bohli per far suo il consueto torneo in cemento nella città di Antalya.
Va infatti al veterano svizzero classe 1983 la coppa dell’appuntamento turco, conquistata al termine di una sfida particolarmente tirata contro il primo favorito Brydan Klein(Aus), regolato appunto con lo score di 76 76.
Ottimo acuto per il 29enne tennista di Ginevra che, dopo un avvio stentato, ingrana la giusta marcia fino alla finale tornando così al successo nel circuito cadetto dopo ben 5 anni.
Per Bohli, numero 280 Atp ma con un passato da 113 al mondo, si tratta del successo numero sei in carriera.
Bene Eremin(8) uscito ai quarti con Bohli, tra gli altri azzurri al via ottavi per Bonadio (LL) mentre finisce subito la corsa di Giacalone, Picco, Petrone, Sinicropi, Caruso.

Doha (10.000$ Qatar): Dalla Turchia al Qatar per celebrare un’altra bella performance di un veterano del circuito , il francese Clement Reix.
Coetaneo di Bohli, Reix si è preso la prima soddisfazione stagionale nel torneo qatariota su cemento, un torneo nel quale il transalpino numero 409 al mondo, partiva come prima testa di serie.
Per Reix, agevole la pratica della finale con il britannico Oliver Golding(2) regolato in due parziali 63 64.
Al francese va così il quinto centro della carriera.
Luca Pancaldi, unico rappresentante per i colori azzurri, si arrende al secondo round.

Leimen (10.000$ Germania): Si conferma profeta in patria un altro esperto rappresentante del mondo Futures, il tedesco Stefan Seifert, re del torneo su cemento di Leimen.
Anche lui partito come favorito d’obbligo, Seifert, mancino classe ’85, dopo un inizio in scioltezza ha dovuto penare non poco per staccare il pass della finale, finale che il numero 313 Atp ha portato a termine in tre set, sconfiggendo lo svizzero Sandro Ehrat(4) 63 36 62.
Per Seifert ottavo centro complessivo, terzo della stagione.
Gli azzurri a Leimen: Crepaldi, unico icritto, alza bandiera bianca al secondo ostacolo.

Nevers (15.000$ Francia): Prosegue con il torneo di Nevers, Francia, l’analisi delle grandi imprese dei veterani per la settimana 1-7 ottobre.
Va infatti al 30enne Nicolas Renavand la coppa del torneo di casa di Nevers (cemento), nel quale il tennista trnsalpino non rientrava neppure tra i primi favoriti.
Contro pronostico infatti il francese numero 321 del ranking ha non solo raggiunto l’ultimo turno, ma ha presino completato l’opera eliminando a sorrpesa un ritrovato Albano Olivetti(3), ko 76 63.
Per Nicolas si tratta del terzo centro del 2012, il quinto in totale.
Malissimo gli italiani: subito out Giannessi(1) e Grassi.

Esperance (15.000$ Australia): Ancora un torneo 15k su cemento con l’appuntamento australiano di Esperance dove a spuntarla, al termine di un combattuto derby è stato il tennista locale Adam Feeney, classe 1985 e attuale 411 al mondo.
Ottima settimana per il tennista di Gosford che senza alcun problema a raggiunto lo step della finale dove a pagare dazio è stato il connazionale Alex Bolt(7), fuori in rimonta 36 76 62.
Per Feeney, accreditato qui della sesta testa di serie, quarto tiolo in carriera, primo stagionale.
Azzurri assenti.

Meshref (10.000$ Kuwait): Non stecca questa volta l’appuntamento con la finale il tennista di Taipei Chen Ti, autentico rullo compressore sui campi della manifestazione kuwaitiana di Meshref, cemento.
Partito come primo favorito del seeding, il 29enne numero 225 Atp ha letteralmente demolito tutti i suoi avversari prima di punire in finale anche l’idolo di casa Abdullah Maqdas(4) ko 63 61.
A Ti, già vincitore in Vietnam, va il secondo sigillo dell’anno, il decimo in totale.
Tra gli azzurri bocciato subito Marfia.

Villavicencio (15.000$ Colombia): Va meritatamente al tennista argentino Patricio Heras, quarta testa di serie, il torneo su terra rossa di Villavicencio, Colombia, dove il 23enne sudamericano è riuscito a superare il doppio ostacolo delle prime due teste di serie, conquistando così il titolo.
Percorso perfetto per Heras che, una volta arrivato in semi è riuscito a raccogliere lo scalpo del temibile Hormazabal(1), eliminato 64 67 64, prima di completare l’opera in finale con il successo sul secondo favorito Alejandro Gonzalez, ko davanti al suo pubblico per 76 64.
Per il determinato argentino, ancora fuori dai primi 600 nella classifica, si tratta del secondo colpo complessivo.
Nessun italiano ha deciso di giocarsi la carta Villavicencio.

Altri tornei della settimana: A La Paz si sblocca Federico Zeballos

In una settimana priva di grandi sorprese e dominata dalle vecchie glorie del circuito finisce che la rivelazione di maggior rilievo arrivi direttamente dalla Bolivia, con il primo successo in carriera del tennista di casa Horacio Zeballos.
Trionfo inatteso sulla terra di La Paz per 24enne boliviano che, appena numero 808 al mondo e fuori dalla rosa delle prime otto teste di serie, si esalta mettendo in mostra il suo miglior tennis di sempre, raggiungendo così il primo centro di sempre.
Per Zeballos, al termine di un percorso dir poco brillante, finale tra outsider dominata con l’argentino Jose Maria Paez, crollato 62 64.
Italiani assenti.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *