ITF: Carreno come un treno…

di - 26 Marzo 2013

di Giacomo Bertolini

CARRENO COME UN TRENO, SETTIMO TITOLO A VILLAJOYOSA

Villajoyosa (10.000$ Spagna): Niente da fare, ancora lui!.
Non molla la presa nel circuito Future l’indiscusso dominatore di questa stagione Pablo Carreno Busta, ancora una volta vincitore in un torneo spagnolo in questo scoppiettante 2013.
Va infatti al 21enne asturiano il 10k su carpet di Villajoyosa, manifestazione iberica che vedeva Carreno iscritto come settima testa di serie.
Tutto secondo copione dunque anche questa settimana con Pablo, ormai a ridosso dei top 300, bravo a piegare al terzo nel derby di finale l’ottimo Roberto Carballes-Baena(5), out 63 67 63.
Per lo spagnolo, re sette giorni fa a Badalona, si tratta del settimo colpo stagionale, il 12esimo in carriera.
Italiani assenti in Spagna.

Antalya (10.000$ Turchia): E dall’ormai scontato successo di Busta a un altro trionfo piuttosto consueto nel circuito cadetto, quelllo del “fratello d’arte” Gerard Granollers-Puyol(3), meritato vincitore sul cemento turco di Belconti.
Settimana decisamente positiva per il 24enne barcellonese che, arrivato in finale con un solo set perso, non ha lasciato scampo all’interessante giocatore francese Jules Marie(2), massacrato in finale con un imbarazzante 62 60.
Primo titolo dell’anno per il numero 300 del ranking Atp, il settimo in totale.
Gli italiani: brilla ancora Lorenzo Giustino(q), bravo ad arrivare sino in semifinale dopo la vittoria di sette giorni fa.. Subito eliminato l’altro qualificato azzurro classe ’91 Manuel Mazzella.

Taverne (10.000$ Svizzera): In Svizzera adesso dove, dopo la doppietta targata Spagna a Villajoyosa e Antalya Belconti, a gioire è l’Austria con il suo grande favorito Martin Fisher(1), al via come tennista da battere nel 10k su carpet di Taverne.
Torneo impeccabile per il 26enne di Dornbirn che, ulteriormente agevolato da due ritiri, non ha praticamente mai sofferto per cogliere il primo successo stagionale, arrivato dopo oltre tre anni di digiuno dal circuito cadetto.
Per Fisher, numero 320 al mondo, finale complessa solo nel primo set contro il lituano Laurynas Grygelis, superato 76 61.
Decimo colpo della carriera per Fisher, tra gli azzurri al via in Svizzera quarti di finale per Riccardo Sinicropi, Matteo Trevisan(q) e Roberto Marcora(7). Bene Fabrizio Ornago e Giacomo Oradini stoppati agli ottavi, così come Viktor Galovic(2) e Edoardo Eremin (ritiro). Immediata bocciatura per Alessandro Petrone, Lorenzo Frigerio, Luca Pancaldi(q), Francesco Vilardo(q), Francesco Picco, Gianluca Beghi(q), e Alessandro Bega.

Saint Raphael (10.000$ Francia): Si confermano pressochè imbattibili i tennisti francesi impegnati nei tornei casalinghi e il 10k cemento di Saint Raphael non poteva che consolidare questo dato.
Vola infatti nel torneo in questione il 26enne transalpino Fabrice Martin, terza testa di serie del seeding e attuale numero 276 del ranking Atp, bravo a far suo il primo titolo dell’anno tra le mura amiche del torneo francese.
Cavalcata in progressione per Martin che dopo un avvio traballante, ha preso sempre più confidenza e sicurezza fino al match di finale dove con un secco 63 62 ha messo al tappeto il connazionale David Guez(2).
Quarto centro in totale per lui, italiani assenti.

Costa Mesa (15.000$ U.S.A.): Si sblocca nel torneo di casa a Costa Mesa il giocatore a stelle e strisce Bradley Klahn, giovane californiano classe 1990, già finalista una settimana fa a Calabasas.
Finisce l’attesa dunque per il mancino di Poway che, ancora a secco nel circuito cadetto nonostante occupi la posizione 226 del ranking, si toglie la soddisfazione più grande al termine di un torneo condotto con grande autorità da terzo favorito del tabellone.
In finale battuta per 63 63 la rivelazione coreana Min Hyeok Cho, italiani non presenti sul duro del Future statunitense.

Altri tornei della settimana: Disastro azzurro a Rovinj, sorride Mecir.

Rovinj (10.000$ Croazia): Sesto sigillo in carriera per lo slovacco classe 1988 Miloslav Mecir, re questa settimana sulla terra rossa del Future croato di Rovinj.
Secondo colpaccio dell’anno per Mecir che, partito in Croazia come outsider, ha stravolto completamente tutti i favori del pronostico arrivando così al titolo senza perdere neppure un set.
Per l’attuale numero 365 Atp trionfo in finale a spese dell’astro nascente austriaco Dominic Thiem (5-5 ritiro).
Malissimo gli azzurri: fuori al primo turno Salvatore Caruso(se), Marco Cecchinato, Riccardo Bellotti(7) e Alberto Brizzi(8).

TENNISTA DELLA SETTIMANA: PABLO CARRENO BUSTA (SPA)

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *