Itf Cuneo (100.000$): Alberta Brianti di classe nei quarti di finale

di - 3 Luglio 2009

Comunicato Stampa
Ufficio Stampa Itf Cuneo

Una grande dimostrazione di classe, quella offerta oggi negli ottavi di finale dell’International Country Club ’09 – Banca Regionale Europea (100.000 $ Itf femminile) da Alberta Brianti. La parmense, classe 1980, reduce dalle vincenti qualificazioni a Wimbledon, ha eliminato in scioltezza la bielorussa Darya Kustova con il punteggio di 6-1 6-3. Ottima la sua mobilità in campo, al pari dei vincenti, tirati dal primo all’ultimo quindici soprattutto con il rovescio classico ad una mano, in stile Henin. Si è fermata invece al primo turno la corsa di Karin Knapp, wild card, il cui match contro la rumena Gallovits era stato interrotto ieri per pioggia sul parziale di 1-0 in suo favore. Alla ripresa ha palesato problemi di spostamento, certamente dovuti all’infiammazione al ginocchio che da tempo l’affligge. Difficile per lei cercare e trovare i punti senza i giusti appoggi. Così la 22enne altoatesina, già numero 35 Wta, ha perso il primo set 6-4, vanificando al termine una risalita dal 2-5 al 4-5, ed il secondo 6-2. Molti i suoi errori, sia nel palleggio che al servizio. Ripartenza difficile anche per la svizzera Voegele che è ricorsa alla terza frazione per avere la meglio sulla Pliskova (6-0 5-7 6-2). Le prime giocatrici a guadagnare i quarti, dopo la Brianti, sono state l’americana Lepchenko, che ha regolato per 6-2 7-6 l’uzbeca Amanmuradova, e la ceca Ondraskova, che ha tolto dai giochi la russa Bychkova (6-4 6-2). Prova d’orgoglio sul campo centrale del Country per la cuneese Nicole Clerico. Opposta all’esperta colombiana Catalina Castano, la piemontese le ha tenuto testa per due set, cedendo il primo (6-3) e vincendo il secondo (6-4). Nel terzo la sudamericana ha fatto la differenza, salendo tra le migliori otto del torneo grazie allo score finale di 6-0. E’ terminata contro la regolarità dell’austriaca Meusburger (128 Wta) la corsa della qualificata francese Claire De Gubernatis. Successo della prima e passaggio nei quarti sigillato con il punteggio di 6-2 6-0. La transalpina ha provato a rompere gli schemi venendo a rete ma è stata infilata con costanza millimetrica dalla rivale. Ha detto addio all’International Country Club ’09 anche la rumena Edina Gallovits, numero 3 del seeding e 96 Wta, per mano della lettone Sevastova (7-6 6-3), tennista dotata di buoni fondamentali e ottima velocità di braccio. Gli ultimi due match del programma hanno opposto la slovena Hercog alla tedesca Schruff e la massese Corinna Dentoni alla svizzera Voegele, al doppio turno dopo la prima uscita in mattinata. Alla Hercog si prospetta un grande futuro. Già numero 113 Wta a soli 17 anni, la slovena ha potenza, classe e fisico. Serve bene, ha un diritto di qualità superiore e quando smorza finta il gesto come solo a livello maschile a volte si vede fare. Deve ancora incollare i pezzi del repertorio e ridurre gli errori gratuiti ma a breve entrerà nelle top 100. Alla tedesca Schruff, ottima ribattitrice, ha dato una lezione fissata sullo score di 6-2 6-2. Nulla da fare per Corinna Dentoni che dopo aver perso il set iniziale al nono gioco, nel secondo ha avuto diverse possibilità, sul 5-4, di strappare il servizio alla rivale svizzera. Fallite le occasioni ha ceduto 7-5 lasciando alla Brianti lo scettro di unica azzurra tra le 8.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *