ITF: Giovani Sugli Scudi

di - 13 Aprile 2012


(Yasutaka Uchiyama)

di Giacomo Bertolini

DANIELE GIORGINI SI RIPETE: ROMA EUR E’ ANCORA SUA!

Parla italiano la settimana Futures 2-8 aprile con il bellissimo successo dell’azzurro Daniele Giorgini nell’appuntamento più importante tra quelli in calendario a Roma Eur, terza manifestazione italiana nel circuito cadetto. E se Giorgini si porta a casa il 14esimo trofeo della carriera rompe invece il ghiaccio a Astana il giovane russo Alexey Vatutin, così come il francese Yannick Yankovitz sul carpet greco di Heraklion. Secondo successo a distanza di poche settimane per il francese Jules Marie a Riyadh, convince anche il giapponese classe ’92 Uchiyama, profeta in patria a Tsukuba. A Antala arriva il quarto titolo per Nedovyesov, bene anche il tedesco Zimmermann iridato a Vrsar. Tra gli azzurri semifinale per Federico Gaio e Luca Vanni.

Roma Eur (15.000$ Italia): Arriva al terzo tentativo la possibilità per un tennista azzurro di imporsi in un Futures italiano, dopo i tentativi mancati a Trento e Cividino. E’ infatti Daniele Giorgini a dettare legge nell’appuntamento chiave della settimana a Roma Eur, torneo su terra rossa dotato di un montepremi pari a 15.000$, che vedeva un nutrito gruppo di partecipanti azzurri al via, tra cui la proprio il primo favorito del seeding Giorgini.
Settimana perfetta per il giocatore di San Benedetto del Tronto numero 298 Atp che da detentore del titolo, sfrutta a pieno la testa di serie e si porta a casa il 14esimo titolo in carriera superando in finale il britannico Morgan Philips 75 62. Per il 27enne azzurro si tratta del primo sigillo stagionale.
Gli altri atleti azzurri in gara: Convincono complessivamente gli azzurri che azzeccanno una buona settimana nell’appuntamento romano con la bella semifinale di Luca Vanni, ko con Philips 26 64 64 e i quarti di finali raggiunti da Claudio Grassi, Marco Cecchinato e Giulio Torroni. Avventura finita agli ottavi per Omar Giacalone, Riccardo Bellotti e Marco Viola, ko invece all’esordio Sinicropi, Speronello, Fago, Galovic, Leonardi, Della Tommasina.

Astana (10.000$ Kazakhistan): Arriva da Astana, capitale del Kazakhistan, una delle sorprese più interessanti della settimana con l’inatteso successo del 19enne russo Alexey Vatutin al primo centro in carriera in un circuito Futures.
Fresco di best ranking al numero 786 Atp, Vatutin ha messo a segno una settimana molto convincente che lo ha visto partire da ottava testa di serie, eliminare teste di serie di peso come Biryukov(4) e Rastogi(2) e completare l’opera in finale con il bielorusso Egor Grasimov, ko 76 62. Tra gli azzurri brilla Francesco Garzelli, ko con il finalista Grasimov ai quarti.

Tsukuba (10.000 Giappone): Prosegue l’analisi dei giovani vincitori settimanali con il successo di un altro promettente tennista classe 1992, il nipponico Yasutaka Uchiyama, padrone di casa nel Futures giapponese di Tsukuba.
Pochi intoppi per il giapponese nel corso del torneo che lo ha visto dominare tutti i suoi match da prima testa di serie e arrivare al successo grazie al 75 64 in finale al giocatore di Taipei Liang-Chi Huang.
Per Uchiyama, che con i punti conquistati a fatto siglare il nuovo miglior piazzamento in classifica al numero378, si tratta del quarto titolo in carriera, secondo del 2012. Rimanendo in tema di ottimi riscontri da parte dei giovani talenti internazionali si segnala anche la splendida semifinale dell’attuale numero 1 del mondo Junior, l’australiano Luke Saville (classe ’94), battuto prorpio da Uchiyama.
Italiani assenti.

Antalya Belconti (10.000$): Secondo colpo stagionale per il 25enne ucraino Olexandr Nedovyesov, già vincitore in casa a Chekassy e fresco vincitore del Futures turco di Antalya Belconti, cemento.
Vittoria sorprendente ma meritata per il numero 728 al mondo che, seppur non compreso tra le prime teste di serie, è stato in grado ugualmente di schiantare tutti i suoi avversari, demoliti contro pronostico in due rapidi set. Più complicato il match della finale con Nedovyesov che esce vincente da un braccio di ferro durato tre set con lo slovacco Adrian Sikora, piegato 64 67 63.
Per Olexandr Nedovyesov si tratta del quarto titolo assoluto in carriera.
Tra gli azzurri si risolleva Federico Gaio(2) che esce di scena per mano di Nedovyesov solo in semi (62 62), disco rosso al secondo round per Colella e Giustino.

Ryhad (10.000$ Arabia Saudita): Altra giovane impresa della settimana arriva dal Futures saudita di Ryhad dove torna a mettersi in luce il trandalpino Jules Marie, classe 1991, che già si era superato poche settimane fa a Fujarah, dove aveva conquistato il suo primo trofeo superando in finale il nostro Roberto Marcora.
Secondo titolo della carriera dunque per il 20enne francese 559 Atp che sul cemento di Ryhad conferma l’ottimo momento di forma sconfiggendo nel derby di finale Antoine Escoffier(5) 61 76 dopo aver fatto già fuori in semi il primo favorito Samper Montana in tre set.
Italiani non presenti.

Altri tornei della settimana: Prima gioia per Yankovitz, settima per Zimmermann

Chiudiamo il riassunto dei tornei Futures della settimana con gli ultimi due appuntamenti di Heraklion e Vrsar che hanno visto il trionfo del francese Yannick Yankovitz e del tedesco Marcel Zimmermann. Sorprende il tennista transalpino classe ’87 che riesce finalmente a fare suo il primo titolo in carriera battendo in finale il favorito belga Niels Desein(3) 63 75. Italiani in ombra con Bega e Vilardo eliminati al secondo turno.
Settimana molto positiva anche per il tedesco Zimmermann, tennista classe 85 e attualmente numero 371 al mondo, vincitore nel Futures croato di Vrsar (terra). Per lui settima gioia della carriera grazie al successo in finale sul connazionale Steven Moneke 76 46 62.
Italiani: Federico Ottolini e Nicola Ghedin si qualificano ma abbandonano Vrsar all’esordio.

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *