ITF, italiani in ombra nella settimana di Durasovic e Bellis

di - 4 Marzo 2015
cici bellis itf
di Giacomo Bertolini

Azzurri deludenti nell’ultima tranche di tornei di febbraio e allora subito largo ai risultati dei tennisti internazionali, a dir poco sorprendenti sia in campo maschile che femminile. Partendo dagli uomini tutta l’attenzione è puntata sulla rivelazione norvegese Viktor Durasovic, astro nascente classe 1997 al primo titolo in assoluto sul duro di El Kantaoui, Tunisia. Per il giovanissimo tennista di Trondelag marcia perfetta e vittoria in finale sul favorito francese Yankovits per 26 64 60. In scia con il sussulto norvegese di Durasovic in Tunisia l’ottima affermazione del 20enne serbo Marko Tepavac a Sharm El Shaikh (10k, cemento), bravo ad avere la meglio in finale sul finlandese Sillanpaa in due set, colpo vincente anche per lo spagnolo Javier Martì che prova a recuperare terreno dopo un periodo di magra imponendosi nel 15.000 dollari di Vina del Mar. Moltissimi i tennisti che si sono sbloccati questa settimana portandosi a casa il primo alloro del 2015: tra questi spicca il barbadiano Darian King che fa bottino pieno tra singolo e doppio sul rosso di Panama City (62 62 a Bastian Trinker), il torneo azzurro di Trento (15k, carpet) preda del 26enne canadese Philip Bester, che in finale si sbarazza del francese Halys in rimonta.
Archiviato il circuito Future spazio ai risultati del mondo Itf che scalda i motori con l’ennesimo acuto della scatenata promessa americana Chici Bellis che, a dispetto dei suoi 15 anni, fissa il best ranking al numero 244 Wta strappando alla connazionale Maria Sanchez il torneo 25k di Rancho Santa Fe (score 62 60), per la slovacca Kristina Kucova primo sigillo stagionale a Beinasco (25k terra) contro la ceca Krejicikova. Io 25.000 dollari su terra di Aruangabad (India) fa tornare il sorriso dopo 3 anni di digiuno alla slovena Dalila Jakupovic, la baby speranza lettone Jelena Ostapenko (classe 1997) ruba la scena facendo suo il ricco appuntamento di San ietroburgo (50k, cemento). La Romania di Andreea Mitu grande protagonista nel 25k sul rosso dell’Itf brasiliano di Campoinas (Rogowska ko 63 36 62), festa belga per 23enne Sofie Oyen che torna a regalarsi un successo nel circuito cadetto dopo un silenzio durato addirittura 5 anni (in finale la francese Ghesquiere si arrende in tre set).
TENNISTA FUTURE DELLA SETTIMANA: VIKTOR DURASOVIC (NOR)
TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: CATHERINE BELLIS (USA)

 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *