ITF: Vincono Brizzi, Crivoi e Safwat

di - 5 Settembre 2013

di Giacomo Bertolini

BRIZZI, SAFWAT, CRIVOI. VINCONO I SOLITI NOTI

Lausanne (10.000$ Svizzera): Settimana di conferme nel circuito Future per i tennisti più in forma del momento, tra i quali spicca il nome dell’azzurro Alberto Brizzi (nella foto), vincitore sul rosso del 10k svizzero. Settimana impeccabile per il numero 2 del seeding che, ad occhi chiiusi e senza perdere neppure un set, riesce a conquistare il quarto titolo dell’anno, regolando in finale il padrone di casa Yann Marti(7) 63 62. Nono successo in carriera per il 29enne di Breno numero 307 Atp, tra gli altri italiani al via secondo turno per Vierin, Maccari e Licciardi.

Sharm El Sheikh (10.000$ Egitto): In Egitto adesso per il nuovo, ennesimo, ruggito di Mohamed Safwat, ormai una totale sicurezza nei tornei disputati a Sharm. Torneo-allenamento per il 22enne di Dakahlia che, da primo favorito, non ha avuto problemi a raggiungere la finale del torneo cadetto, vinta poi in tre set contro il connazionale Mazen Osama per 62 46 63. Per il numero 280 della classifica ottavo colpo in carriera, sesto stagionale. Male Bessire, unico azzurro ai nastri di partenza sul rosso di Sharm.

Brasov (10.000$ Romania): Dall’Egitto alla Romania con il 10k su terra rossa di Brasov che ha incoronato l’esperto tennista di casa Victor Crivoi, 31enne di Bucharest con un passato da top 100. Scalata in totale scioltezza per il primo della lista, bravo a far suo il quinto titolo dell’anno a spese del nsotro Filippo Leonardi, autore comunque di un ottimo torneo (punteggio finale: 64 62). Per il rumeno, numero 196 Atp, trattasi del 19esimo trionfo della carriera. In casa Italia oltre a Leonardi brilla Fortuna ritiratosi in semi. Quarti per Campo, ottavi per Torroni, male Chiurulli.

Zlatibor (10.000$ Serbia): Nuovo sussulto casalingo per la promessa Laslo Djere, nuovamente brillante in un 10k serbo. Va infatti al 18enne di Senta anche la coppa del torneo su terra di Zlatibor, conquistato dal numero 8 del seeding a discapito dei maggiori favoriti al titolo. Torneo convincente per l’attuale numero 655 del ranking, concreto in finale nel far suo il secondo titolo dell’anno e della carriera contro il connazionale Pedja Krstin (classe ’94), ko 76 63. Subito out l’unico azzurro presente Melchiorre.

Vogau (10.000$ Austria): Vittoria di marca slovacca invece in quel di Vogau, Austria, dove ad imporsi è stato il 25enne di Zilina Adrian Sikora, anche lui accreditato della prima testa di serie. Cammino a fasi alternate per il numero 357 Atp (best) che, tra prestazioni convincenti e prove meno brillanti, è comunque riuscito a staccare il pass per la finale, vinta poi in due set contro il padrone di casa Bastian Trinker(5) 75 64. Secondo titolo della carriera per Sikora. Sulla terra rossa di Vogau passa un turno l’unico azzurro al via Bonadio.

Altri tornei della settimana: Piombino è tedesca, riscatto dal doppio

Piombino (15.000$ Italia): Chiudiamo il riassunto dei maggiori Futures della settimana passata con il 15k italiano di Piombino, la cui terra rossa ha sancito il predominio del tennista tedesco Robin Kern, discreto prospetto classe 1993 al primo centro dell’anno. Vittoria quanto mai sudata per il giocatore di Nuremberg che, da quarto favorito, ha dovuto lottare più del previsto negli ultimi incontri disputati prima di coronare una più che positiva settimana con il successo in finale sullo svizzero Michael Lammer(3), beffato in rimonta 36 76 62. Quinto titolo complessivo per il tedesco, tra gli altri convince la semifinale di Grassi, quarti per Ghedin, Bega e Gaio. Buone notizie sul fronte del doppio: vincono Grassi/Ghedin.

TENNISTA DELLA SETTIMANA: LASLO DJERE (SRB)

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *