ITF: Bychkova-Krajicek, a volte ritornano!

di - 26 Febbraio 2014


(Michaella Krajicek)

di Giacomo Bertolini

BYCHKOVA-KRAJICEK… A VOLTE RITORNANO!

Nottingham (25.000$ Gran Bretagna): Ancora nel segno delle solite note impegnate a ricostruire un buon ranking la settimana Itf appena trascorsa e allora eccoci iniziare subito dal 25k su cemento di Nottingham, che ha proclamato regina l’ex top 70 Ekaterina Bychkova. Ritorno in grande stile per la 28enne moscovita che, da numero 1 del seeding, fatica più del previsto per arrivare in finale, vinta poi per 3-0 ritiro contro la francese Parmentier. Decimo acuto Itf per l’attuale numero 198 Wta, tra le azzurre male al primo turno la Moratelli.

Kreuzlingen (25.000$ Svizzera): In Svizzera adesso per celebrare il ritorno al successo dell’ex tennista prodigio Michaella Krajicek, nuovamente al top nel 25.000 dollari su sintetico di Kreuzlingen. Settimana positiva e ben gestita dalla 25enne di Deft che, neppure compresa tra le prime teste di serie, riesce ugualmente a conquistare il nono titolo della carriera, regolando in finale la padrona di casa Bacsinszky per 64 76. Le azzurre: ottavi amari per Brianti e Gatto-Monticone.

Mosca (25.000$ Russia): Ancora un 25k ma questa volta nel segn del nuovo che avanza con il successo della bielorussa Aliaksandra Sasnovich, tennista Itf simbolo del 2013 giunta ormai ad un passo dalle top 100. Decimo acuto più che meritato per la prima della lista che, salvo alcune sbavature, non trema più di tanto per conquistare la finale, vinta poi nettamente contro l’estone Anett Kontaveit 63 62. Azzurre assenti.

Salisbury (15.000$ Australia): Dal cemento di Mosca a quello di Salisbury dove a sorridere è la giovane sudcoreana Su Jeong Jang, promessa di Busan classe 1995 al primo titolo in carriera. Marcia perfetta per la tennista asiatica che, raggiunto il best ranking alla piazza 320, si regala la prima gioia in carriera, beffando in finale la cinese Wang per 63 76. Le italiane in Australia: Balducci e Prosperi non vanno oltre il secondo turno.

Sharm El Shiekh (10.000$ Egitto): Poche sorprese invece in quel di Sharm dove, ad imporsi sia in singolo che in doppio, è la testa di serie numero 4 Ana Veselinovic, mancina montenegrina classe 1988 al quinto titolo in carriera. Boccata d’ossigeno per la la Veselinovic che, scivolata al numero 491 Wta, ritrova il giusto ritmo sul duro di Sharm andando a trionfare in finale contro la scommessa austriaca Barbara Haas(5) per 75 57 63. Bene in casa Italia Alessia Piran, out ai quarti.

Altri tornei della settimana: Shymanovich e Hofer le migliori ad Altenkirchen

Altenkirchen (15.000$ Germania): Si chiude con il 15k di Altenkirchen l’analisi dei tornei più importanti della settimana caratterizzati, per qunto riguarda il torneo cadetto, dal boom della bielorussa Iryna Shymanovich, rivelazione del torneo classe 1997 al secondo titolo complessivo. Ruggito importante per la numero 636 Wta che, nonostante fuori dalla rosa delle teste di serie, sfodera una tenuta perfetta spalmata nell’arco di tutta la settimana, andando così meritatamente a conquistare il titolo. In finale per la bielorussa secco 61 76 alla grande favorita ungherese Reka-Luca Jani(1). Sussulto azzurro con i quarti di finale di Verena Hofer (classe ’97, nella foto a sinistra), ottavi per Giovine.

TENNISTA DELLA SETTIMANA: IRYNA SHYMANOVICH
MIGLIOR AZZURRA: VERENA HOFER

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *