Lemon Bowl, impresa Mencaglia

di - 5 Gennaio 2015

carlotta mencaglia

(Carlotta Mencaglia – in homepage Marco Matteoli. Foto Mosquitos)

Sorprese e imprese mancate. Questi gli ingredienti della penultima giornata del Lemon Bowl 2015, dedicata ai match di semifinale delle categorie under 8, 10, 12 e 14. Domani in campo tutte le finali al New Penta 2000, a Roma, a partire dalle ore 10.

Sorpresa Mencaglia. L’impresa di giornata è stata firmata dalla romana Carlotta Mencaglia, rappresentante dell’Eur Sporting Club e figlia dell’ex giocatore Marco Mencaglia: 6-1 7-5 il risultato con cui ha superato la favoritissima Matilde Paoletti (Tc Perugia). L’umbra è parsa nella classica giornata no, ma la capitolina ha mostrato un ottimo diritto e un gioco propositivo e brillante. “Ho iniziato a giocare a 6 anni – ha raccontato Carlotta – e ne compirò 12 il prossimo 15 gennaio. Se credevo di poter battere Matilde? Si, sin dal primo punto ho sempre pensato di poter vincere”. Domani la finale vedrà la romana opposta alla fortissima Lisa Pigato. “Conosco la mia avversaria – ha chiosato la giovane Carlotta – l’ho affrontata già qualche volta. La tattica? Ne parlerò stasera con papà”. Nel torneo under 12 maschile l’ultimo atto sarà anglo-marchigiano. Il britannico Jack Pinnington-Jones (6-3 7-5 a Ivan La Cava) se la vedrà con Luca Nardi del Coopesaro, bravo a imporsi per 6-1 6-3 sul pugliese Alex Gammariello.

Derby laziale nell’under 14. Marco Matteoli (Villa Pamphili) e Giulio Zeppieri (Il Capanno di Latina) si sfideranno nel più classico dei derby con l’obiettivo di conquistare l’ambita coppa ricolma di limoni. Matteoli, ragazzo alto 185 centimetri, ha avuto la meglio sul pur bravo campano Mario Organista (Tc 2002) con il punteggio di 6-3 6-4, mentre Zeppieri ha superato Matteo Gigante (Junior Palocco) per 6-1 6-0. Nel femminile, finale molto interessante tra le prime due teste di serie: Linda Alessi (Tennis Training) e Federica Sacco (Fireball Napoli). Quest’ultima, vittoriosa per 6-0 6-3 su Matilde Mariani (Ct Giotto), ha disputato una semifinale ai limiti della perfezione. “I miei idoli sono Federer e Sharapova – ha detto la campana – mentre il mio colpo preferito è il diritto”.

La clamorosa rimonta di Benedetta Sensi. Il match of the day è stato quello tra Anna Paradisi (Tc Pistoia) e Benedetta Sensi (Le Magnolie) nell’under 10 femminile. Quest’ultima, romana, ha saputo recuperare uno svantaggio di 6-2 5-2 finendo per vincere 2-6 7-6 7-5. Bellissima la scena finale: entrambe le ragazze alla stretta di mano sono scoppiate a piangere in un mix di gioia, tristezza ed enorme fatica fisica e mentale. Il numeroso pubblico ha tributato un lungo e meritato applauso alle giovani protagoniste, che hanno regalato spettacolo in un match bello tecnicamente e carico di tensione. In finale la Sensi avrà l’arduo compito di sfidare la tennista boema Linda Fruhvirtova, che ha lasciato un solo game a Maria Pia Vivenzio (Azzurro Tennis).

© riproduzione riservata

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *