Stagione sul «rosso» al via, su chi puntare?

di - 8 Aprile 2015

Rafael Nadal e Novak Djokovic

La stagione 2015 sta regalando spunti piuttosto interessanti per il resto dell’annata. Novak Djokovic resta sempre in testa al ranking ATP e questa non è assolutamente una novità. A sorprendere è soprattutto la crisi del maiorchino Nadal che dopo le brutte prestazioni scivola addirittura in quinta posizione nella graduatoria. A superare lo spagnolo ci sono Andy Murray (3°) che compie un bel passo avanti nonostante la sconfitta in finale a Miami proprio contro Nole. Al quarto posto, invece, sale il giapponese Nishikori che non è riuscito a difendere la semifinale della posizione ma può comunque sorridere. Per Nadal, a questo punto, la situazione si fa quanto mai complicata in vista del Roland Garros. Fino allo slam parigino ci sono in ballo ben 1870 punti e deve guardarsi le spalle perché al numero 6 c’è Milos Raonic che insegue a soli 185 punti. Un percorso complicato per il buon Rafael che lo deve spingere a mantenere come minimo il quinto posto per non correre il rischio di dover arrivare al Roland Garros come testa di serie numero 6 e quindi affrontare nei quarti uno tra Federer e Djokovic.

Prima di approdare sulla terra rossa dei tornei europei dove saranno di scena i top player, sono in programma in questi giorni gli ATP di Houston e Casablanca. In Texas la presenza di tennisti statunitensi è quasi scontata con ben 5 su 6 presenti nella parte alta del tabellone. Presenti anche Feliciano Lopez e Bautista Agut che cercherà di mantenere la quindicesima posizione nel ranking. Altro iberico in azione sarà Verdasco, sicuramente lontano dai suoi livelli massimi raggiunti nel 2011, ma comunque un avversario scomodo da affrontare per chiunque. Nell’ATP di Marocco non sono presenti italiani in tabellone, ma molti molti spagnoli. La testa di serie n.1 e candidato alla vittoria finale è Garcia Lopez che cercherà di trionfare per la seconda volta consecutiva nel torneo dedicato allo storico re del Marocco Hassan II. In effetti le possibilità di vederlo ancora vincitore sono piuttosto alte visto che di avversari specialisti della terra ce ne sono ben pochi. L’unico che potenzialmente potrebbe dargli qualche problema è la seconda testa di serie Klizan che ha vinto un solo torneo sulla terra nel 2014 a Monaco, ma per pretendere la vittoria dovrà superare giocatori come Kuznetsov, Brown, Granollers e Almagro.

Dopo questi appuntamenti minori entreranno in scena i tornei europei, quelli che vengono seguiti con particolare attenzione anche dagli appassionati di scommesse sul tennis, grazie alla presenza dei big. Per le quote di Wimbledon su Paddy Power dovrete attendere ancora qualche settimana, ma già da ora le possibilità di scommettere non mancano sul sito del bookmaker irlandese.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *