Serie A1 femminile: ancora Genova contro Prato

di - 3 Dicembre 2015

Alberta Brianti

di Paolo Angella

Da venerdì a domenica al Palaterme di Montecatini andrà in scena l’ultimo atto del campionato nazionale a squadre, che vedrà di fronte, esattamente come negli ultimi tre anni il TC Genova 1893 e il TC Prato. Per ora il bilancio delle ultime finali disputate è di 1-1 con la vittoria di Prato nel 2013 e di Genova nel 2014.

Prato e Genova si sono già trovate di fronte quest’anno nel girone eliminatorio alla prima e alla quarta giornata. Nella prima giornata, a Genova c’è stata la netta vittoria della squadra toscana che si è imposta per 4-0 sulle liguri con le vittorie di Martina Trevisan su Alberta Brianti, di Maria Elena Camerin su Alice Balducci, di Lucrezia Stefanini su Angelica Moratelli e del doppio Camerin-Trevisan su Brianti-Balducci.

Parziale riscatto del TC Genova 1893, nel ritorno a Prato, alla quarta giornata, che ha imposto il pareggio 2-2 alle toscane, grazie alle vittorie di Alberta Brianti su Maria Elena Camerin e di Alice Balducci su Lucrezia Stefanini, poi equilibrate dalle vittorie per Prato di Giulia Peoni su Liudmilla Samsonova e del doppio Stefanini-Camerin che hanno battuto Brianti-Balducci. Questo pareggio risulterà alla fine comunque determinante per il passaggio alle semifinali di Genova che aveva perso anche con Ceriano alla seconda giornata.

Nelle semifinali poi, esattamente come negli ultimi due anni, Genova e Prato hanno vinto i rispettivi incontri anche se in modo abbastanza diverso. Genova ha dominato la gara di andata, davanti al proprio pubblico contro il TC Cagliari vincendo nettamente per 4-0 e potendo così permettersi al ritorno di vincere un solo match per aggiudicarsi la finale. Così è stato e la vittoria di Alberta Brianti su Gioia Barbieri ha chiuso le possibilità di Cagliari di recuperare e le tre successive vittorie sono state inutili.

Molto più equilibrio invece nell’altra semifinale tra Prato e il Tennis Club Parioli di Roma. All’andata a Roma, le laziali hanno costretto sul 2-2 le favorite toscane, grazie alla vittoria di Nastassja Burnett sull’infortunata Martina Trevisan e del doppio Burnett-Di Giuseppe contro Dentoni-Camerin, mentre le pratesi hanno ottenuto le proprie vittorie grazie a Corinna Dentoni che ha superato Martina Di Giuseppe e a Maria Elena Camerin che ha battuto Carla Touly.

Anche nel ritorno grande equilibrio in campo. Ancora una volta Martina Trevisan ha dovuto abbandonare il campo dopo solo due giochi lasciando la vittoria a Nastassja Burnett e poi Dentoni e Camerin hanno vinto rispettivamente contro Di Giuseppe e Touly. Nel doppio, che è quindi risultato decisivo, questa volta le toscane hanno avuto la meglio nell’emozionante tie break finale con il punteggio di 10-8.

Non è facile fare pronostici per la finale. Lo scorso anno ha fatto la differenza Karin Knapp, tesserata per Genova, ma quest’anno indisponibile per il noto infortunio. A fare la differenza potrebbero essere le condizioni fisiche di Martina Trevisan, che è riuscita a giocare solo tre giochi in due partite nella semifinale contro il TC Parioli.

Se la Trevisan sarà in grado di scendere in campo, è probabile che le due formazioni presentino le stesse tenniste delle semifinali. Per Genova dovrebbero giocare i singolari Alberta Brianti, Alice Balducci e la giovanissima Liudmilla Samsonova. Brianti-Balducci sarà sicuramente la formazione del doppio qualora risultasse ancora determinante. Per Prato verrà data fiducia a Corinna Dentoni e Maria Elena Camerin, che giocheranno molto probabilmente sia i singolari che il doppio. L’ultima singolarista dipenderà, come detto, dalle condizioni fisiche di Martina Trevisan. Se non dovesse farcela, probabilmente, il suo posto verrebbe preso da una giovanissima, Lucrezia Stefanini (favorita), oppure Lisa Piccinetti o Giulia Peoni.

L’eventuale presenza in campo della Trevisan è anche il fattore che decide gli accoppiamenti delle giocatrici, perché, come da regolamento, la tennista meglio classificata di una squadra gioca contro la meglio classificata della squadra opposta, la numero due contro la numero due e la numero tre contro la numero tre.

Martina Trevisan è la giocatrice prima in classifica per Prato, se dovesse scendere in campo affronterebbe Alberta Brianti. Il match tra le seconde dovrebbe vedere Corinna Dentoni giocarsela contro Alice Balducci. Le terze sarebbero Maria Elena Camerin contro Liudmilla Samsonova. Se invece la Trevisan non dovesse essere della partita sarebbe la Dentoni ad affrontare la Brianti, la Camerin contro la Balducci e infine la “riserva” di Prato contro la Samsonova.

Già stabilito il programma, che si alterna alle finali maschili. Si parte venerdì 4 con inizio alle ore 17.00 con due singolari femminili, prima tra le numero 3 e poi tra le numero 1, diretta live su Supertennis.  Poi sabato 5 con inizio alle ore 11.00 con il singolare femminile tra le numero 2, e, dopo un singolare maschile, ci sarà l’eventuale doppio femminile. Nel caso l’incontro fosse sul 2-2 ci sarebbe, dopo un altro singolare maschile, l’eventuale doppio di spareggio femminile, sempre con diretta live su Supertennis TV.

Ingresso a pagamento con biglietto giornaliero ad Euro 10, abbonamento (tre giorni) a Euro 20 e ingresso gratuito per le scuole tennis.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *