Serie A1 maschile: al via la settantesima edizione

di - 10 Ottobre 2015

Flavio Cipolla Milano

di Federico Scarà

Domenica prenderà il via la settantesima edizione del campionato di serie A1 maschile. Le sedici squadre partecipanti sono suddivise in quattro gironi da altrettante squadre, con incontri di andata e ritorno. La prima classificata di ogni girone si qualificherà per un tabellone di play off, e solamente le semifinali saranno ad andata e ritorno.

Le seconde classificate dei gironi si guadagneranno il diritto di disputare la serie A1 anche per l’anno successivo, mentre le terze e le quarte classificate disputeranno un tabellone di play out ad otto squadre con incontri di andata e ritorno al termine del quale le quattro squadre vincitrici otterranno la possibilità di rimanere nel massimo campionato.

Nei tabelloni di play off e play out le gare di ritorno verranno giocate in casa dalle migliori classificate nei gironi ed in caso di parità si sceglierà in base ad i seguenti criteri:

a) incontri individuali (singolari e doppi) vinti;
b) incontri intersociali vinti;
c) incontri intersociali in trasferta vinti;
d) numero di incontri individuali (singolari e doppi) vinti da giocatori del vivaio under 30; e) sorteggio pubblico.

La formula degli incontri rimane invariata, i singolari saranno quattro mentre i doppi due. La fase a gironi sarà disputata nei giorni 11-18-25 ottobre, 1-8-15 novembre. Le semifinali ed i play out 22 novembre e 29 novembre, la finale il 5-6 dicembre.

Il primo girone si presenta molto equilibrato, i campioni del 2012 del Tennis Club Italia di Forte dei Marmi partono leggermente favoriti vista la presenza di giocatori come Jan Lennard Struff numero 105 Atp, Filippo Volandri e del nuovo innesto Matteo Viola, 287 del ranking. Oltre a questi ottimi giocatori il Tc Italia può contare su alcune certezze quali Walter Trusendi, Matteo Marrai e Daniele Giorgini. Subito dietro troviamo la Società Canottieri Casale, che schiera Robin Haase, numero 60 Atp, come punta di diamante. Presenti anche Blaz Kavcic numero 162 del mondo, con un best ranking di 68, Jaroslav Pospisil, 183 delle classifiche Atp ed Alberto Brizzi, ora 2.1 ma ex 230 del mondo. Le altre due squadre del girone sono il Tennis Club Parioli, semifinalista lo scorso anno, e lo Sporting Club Selva Alta. I primi vantano buonissimi giocatori come Farrukh Dustov 129 Atp, Ante Pavic, che lo scorso anno aveva raggiunto il best ranking di 132 Atp, Salvatore Caruso, numero 217 del mondo, e Matteo Fago oltre che gli ottimi giovani Gian Marco Moroni e Federico Bonacia. I secondi invece potranno contare sull’apporto di Roberto Marcora al momento numero 300 delle classifiche, ma soprattutto di Daniel Munoz de la Nava, numero 88 del ranking mondiale, ed è presente anche il classe ’96 Filippo Baldi.

Nel secondo girone troviamo i campioni in carica del Circolo Canottiere Aniene guidati sempre da Simone Bolelli. Jordi Samper Montana, numero 204 Atp, rappresenta la novità, ma lo spagnolo più quotato della squadra è senza dubbio Marcel Granollers, 81 del mondo; sempre presenti anche Flavio Cipolla, Gregorz Panfil e Vincenzo Santopadre. I giovani del vivaio sono i fratelli Berrettini, Matteo in particolare, che si trova intorno alla seicentesima posizione del ranking e potrebbe già rappresentare una certezza per la squadra. Il Circolo Tennis Maglie può contare su un’ottima uniformità di squadra data la presenza di diversi 2.1 e 2.2 come Erik Crepaldi, Giorgio Portaluri, Francesco Garzelli e l’argentino Gaston Grimolizzi. Nuovo innesto del circolo pugliese è il talentuoso marocchino Lamine Ouhahab, numero 227 Atp. Il Tennis Club Crema ha deciso di puntare su Matteo Donati; oltre al giovane alessandrino troviamo il rumeno Adrian Ungur, numero 172 della classifica mondiale, e Riccardo Sinicropi 2.1 e 539 Atp. Completa il girone la Società Tennis Bassano; i campioni d’Italia del 2013 quest’anno sono privi di Paolo Lorenzi, trasferitosi al Park Tennis Club di Genova, ma potranno però fare leva in particolar modo su Igor Sijsling (179 Atp), Marco Bortolotti (390 Atp) e sull’ottimo doppista spagnolo Marc Lopez (vanta anche il best ranking di 106 al mondo in singolare).

Saranno probabilmente il Tennis Club Prato ed il Tennis Club Schio a contendersi il primo posto del terzo girone. I toscani, che non potranno schierare contemporaneamente a causa del regolamento i due nuovi acquisti Gerald Melzer e Jan Mertl, rispettivamente 165 e 214 Atp, si affidano al talento di Matteo Trevisan, all’esperienza di Marco Crugnola e Claudio Grassi ed ai giovani Jacopo Stefanini e Giovanni Rizzuti, anch’esso nuovo elemento del club pratese. I veneti invece avranno come arma principale Marco Cecchinato, entrato recentemente nei primi 100 giocatori al mondo, e al suo fianco Lorenzo Giustino, 277 Atp e in un buon momento di forma. Saranno sicuramente fondamentali il talento e l’esperienza di Giulio di Meo e l’apporto di Philipp Oswald attuale numero 50 del mondo in doppio. Non sono ovviamente da sottovalutare le altre due squadre del girone, la neopromossa romana Società Sportiva Dilettantistica Due Ponti potrà contare su due grandi acquisti come Potito Starace (l’ex Davisman è appena stato assolto dal caso scommesse), e Nils Langer, numero 200 al mondo. L’A.T.A.C Battisti di Trento è composta da ottimi giocatori quali Riccardo Bellotti, 226 nel ranking, l’austriaco Dennis Novak 239 al mondo ed il lituano Laurynas Grigelis, piazzato al numero 242 del ranking mondiale; a completare la squadra ci sono numerosi seconda categoria tra cui Gianluca Pecoraro, Matteo Dellagiacoma e Ludovico Cestarollo.

Nell’ultimo girone troviamo la squadra che, sulla carta, è probabilmente la favorita numero uno per la vittoria finale; il Park Tennis Club di Genova conta infatti ben quattro top 100 quali Fabio Fognini, Andreas Seppi, Pablo Andujar e Paolo Lorenzi, ma non solo: dietro questi campioni ci sono infatti Andrea Arnaboldi, numero 159 del ranking mondiale, e probabilmente nel miglior momento di forma della carriera, ma anche Alessandro Giannessi e Gianluca Mager, classe ’94 e 342 al mondo. È presente anche l’altra squadra di Genova, il Tennis Club Genova 1893, finalista della passata stagione, che oltre a vantare ottimi giocatori del vivaio come Andrea Basso, Edoardo Eremin e Francesco Picco avrà a disposizione ben 3 giocatori tra i primi 250 al mondo, il francese Stephan Robert, l’irlandese James Mcgee e l’ungherese Martin Fucsovics. Proveranno ad insidiare le due squadre liguri la neopromossa del Tennis Club Sinalunga guidata da Luca Vanni, dal giovane Pietro Licciardi (634 Atp) e dall’ ex 141 Atp Tomas Tenconi, e il Tennis Club Rovereto privo di acquisti con nomi altisonanti, ma con l’esperienza dei fratelli Stoppini e dell’ex 266 al mondo Johannes Ager potrà senz’altro creare non pochi problemi, soprattutto sui veloci campi di casa.

La competizione vanta quindi ben nove top 100 ai nastri di partenza. I favori dei pronostici sono ovviamente legati ai giocatori presenti nelle varie squadre, e bisognerà vedere successivamente quante presenze metteranno a segno i top player della manifestazione.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *