Svitolina padrona di Baku

di - 28 Luglio 2014

Elina Svitolina

di Giovanni Cola

Qualcuno dovrebbe suggerire ad Elina Svitolina di prendere la residenza in Azerbaigian. Logisticamente magari sarebbe una scelta un po’ scomoda ma, in quanto a risultati tennistici, si rivelerebbe indubbiamente di buon auspicio. La giocatrice ucraina infatti per il secondo anno consecutivo si è aggiudicata il torneo di Baku, questa volta battendo in finale la serba Bojana Jovanovski con il punteggio di 6-1 7-6. Primo parziale assolutamente senza storia, filato via in 22 minuti. Il secondo set invece si è dimostrato molto più combattuto, soprattutto per merito di Bojana che ha decisamente innalzato il suo rendimento al servizio. Non si è quindi registrato un solo break tra le due contendenti fino al 6-6. Nel gioco decisivo la Svitolina è però scappata subito sul 4-0, riuscendo poi a gestire il vantaggio senza troppi problemi. Per lei si tratta della seconda gioia Wta della carriera, niente male per avere solamente 19 anni sulla carta d’identità.

“Credo che all’inizio fossimo entrambe particolarmente nervose – ha ammesso in conferenza stampa la tennista ucraina – io però sono riuscita a gestire meglio la pressione rispetto alla mia avversaria. Sapevo tuttavia che lei non avrebbe mollato facilmente e il secondo set lo ha assolutamente confermato. Sono felicissima di essere riuscita a difendere il mio titolo qui a Baku. Speriamo di poter fare la stessa cosa anche l’anno prossimo”.

A spezzare il sogno della 18enne cinese Liu Fangzhou, n.422 del ranking, a Nanchang è stata invece la sua navigata connazionale Shuai Peng che si è imposta nell’atto conclusivo dell’evento asiatico con lo score di 6-2 3-6 6-2. Un autentica battaglia di nervi nella quale l’emergente Liu ha avuto le sue chances per andare avanti di un break anche nel set decisivo. In quel frangente è però pesata la maggiore esperienza della Peng che ha chiuso il match in crescendo, contenendo l’avversaria e suggellando la vittoria con alcuni vincenti di pregevole fattura. La Peng ha così potuto stringere tra le mani il suo primo trofeo Wta a 28 anni, dopo tante delusioni in finali perse malamente.

“E’ stata una settimana fantastica per il tennis cinese – ha dichiarato la Peng – mi sono emozionata nel vedere così tanta gente che ci incitava. La soddisfazione personale è ancora più grande per aver vinto in un 125.000$ sul suolo di casa. Vorrei che questo nuovo torneo possa avvicinare tanti nuovi appassionati al nostro sport qui in Cina”.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *