Diario di Bordo dal Foro Italico (3)

di - 14 Maggio 2013


(Roger Federer – Foto Adelchi Fioriti)

dal Foro Italico, Alessandro Nizegorodcew

Oggi al Foro Italico problemi tecnologici e di connessione. Una giornata complicata dal punto di vista del wifi, così come del 3G sul cellulare e ancora sulla rete telefonica. Tilt tecnologico per il sottoscritto. Mi sono sentito a tratti come nella nuovissima serie tv “Revolution”.

Ma torniamo indietro sino ad inizio giornata. Dopo la diretta dalle 7 alle 10 in radio e la precedente sveglia posizionata alle ore 5.40, ripasso a casa per riposarmi un’ora e mezza (con doccia e pranzo). Arrivo al Foro Italico verso le 13 e inizialmente seguo qualche scambio di Karin Knapp contro Christina Mchale. Non bene Karin, troppi errori, ma probabilmente con un solo allenamento sui campi romani, dopo la finale raggiunta a Trnava, non si poteva pretendere molto di più. Intanto Filippo Volandri vince 6-2 il secondo set e si porta al terzo contro Gilles Simon. Nei primi minuti in cui entro Sulla Supertennis Arena Filo si procura 7 palle break (di cui 3 consecutive) senza però riuscire a sfruttarne nemmeno una. Simon, invece, alla prima chance, breakka l’azzurro e vince il match. Peccato, grande occasione mancata.

Oggi aiuto anche gli amici di Supertennis e intervisto post conferenza stampa sia Volandri sia Flavia Pennetta. Senza alcuna offesa per il toscano, preferisco avere di fronte Flavia che ammiro moltissimo (non fate battute!) e che mi è tra l’altro molto simpatica. Sono sicuro che tornerà competitiva, anche se rientrare ad alti livelli dopo un infortunio così serio non è per nulla semplice. Nota di colore: la maglietta di Supertennis è caldissima.

Seguo anche la conferenza stampa di Rafael Nadal, noiosa come poche cose al mondo. Prima però incontro tra i corridoi della Players Lounge Carolina Pillot che vorrebbe entrare in sala conferenze ma viene placcata in mancanza del numero “giusto” sul badge. Post Nadal invece incontro Paolo Lorenzi. Paolino mi racconta che con Nishikori, ieri sera, ha giocato piuttosto male. Presente anche la gentilissima mamma Lorenzi, sempre sorridente e positiva.

Intervisto Fabrizio Fanucci, sempre molto disponibile, davanti all’ingresso dell’area giocatori mentre arriva Vincenzo Martucci de La Gazzetta dello Sport esclamando: “Ma che adesso Filippo gioca meglio di diritto???”

Incrocio Max Grassi nei pressi del Campo Centrale che mi racconta del suo incontro con Roger Federer e di quanto sia simpatico e molto lontano dal ragazzo serioso che siamo abituati a vedere di solito negli incontri ufficiali, sia che fuori che dentro al campo.

E andiamolo a vedere allora Roger Federer. Netta la vittoria su Starace ma guardare dal vivo il Re è sempre uno spettacolo. La naturalezza con cui porta i colpi è disarmante. Sul 6-2 2-0 per lo svizzero un uomo dalla Tribuna Tevere si alza e si lascia andare un commento urlato che più o meno recita così: “Vacce piano, Roger!” Difficile fare meglio di questo geniale spettatore. Non ci resta che dormire per provare a riposare un po’. La settimana al Foro Italico in realtà diventa quasi infinita. Si parte dal martedì delle pre quali sino alla domenica della finale. E attenzione, amici di Spazio Tennis, martedì prossimo si parte per Parigi…

© riproduzione riservata

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *