A1, Crema ride: Parioli bloccato sul 3-3

di - 22 Ottobre 2017
Andrey Golubev (foto GAME)

La trasferta a Roma, sponda Tennis Club Parioli, nascondeva parecchie insidie, ed è per questo che il Tennis Club Crema può sorridere per il 3-3 strappato ai laziali, in una giornata iniziata in salita con un rapido 0-2, ma poi svoltata in positivo. Il merito è dei soliti Adrian Ungur e Andrey Golubev, due professionisti di spessore capaci di arrivare nel tennis che conta, e soprattutto sempre molto temibili sul match secco. Sono stati loro a far dimenticare in fretta le sconfitte di Filippo Mora e Alessandro Coppini, battuti rispettivamente da Gian Marco Moroni (6-1 6-4) e Francesco Bessire (6-0 6-2), impedendo ai rivali di allungare ulteriormente. Ad accorciare le distanze ci ha pensato Ungur, che ha fatto pesare talento ed esperienza nel duello contro Matteo Fago, superato per 6-3 6-1, mentre il pareggio l’ha firmato Golubev, battendo con un laborioso 1-6 6-3 6-4 il 29enne serbo Miljan Zekic. L’avvio è stato tutt’altro che facile, ma poi il kazako di base in Piemonte è riuscito gradualmente a salire di livello, fino a conquistare una vittoria preziosissima. “Ho faticato a entrare in partita – ha detto Golubev – ma dal secondo set ho cambiato un po’ tattica. Ho aumentato l’intensità del mio tennis, ho iniziato a spingere di più la palla e ho giocato un po’ più libero. Ha funzionato”.

Gli stessi Ungur e Golubev hanno poi portato addirittura in vantaggio i cremaschi, superando per 6-1 6-3 nel doppio i loro rispettivi avversari di singolare, ma il sogno di strappare i tre punti è durato poco. Moroni/Bessire non si sono lasciati sorprendere dall’ottima prova di Coppini/Mora, l’hanno spuntata per 7-5 6-3 e hanno fissato il definitivo 3-3. “Alla vigilia avrei firmato per un pareggio – ha detto il capitano Armando Zanotti –, anche se devo dire che alla fine Mora e Coppini hanno avuto addirittura qualche chance di vittoria. Ma va bene così, per noi è un risultato importante, considerate anche le condizioni di gioco molto pesanti a causa della pioggia caduta in mattinata”. Crema resta dunque in testa al girone 4 del campionato, con gli stessi quattro punti dei capitolini ma una migliore differenza fra match vinti e persi, in virtù del 6-0 rifilato nella prima giornata all’Ata Battisti Trento. Fra sette giorni appuntamento in casa contro il Tennis Club Prato. “Arriviamo alla sfida in una buona situazione – ha chiuso Zanotti – ma l’imperativo è tenere i piedi per terra e lavorare a testa bassa”. Fino a questo momento, la ricetta ha funzionato benissimo.

RISULTATI

Tennis Club Parioli – Tennis Club Crema 3-3

Moroni (P) b. Mora (C) 6-1 6-4, Bessire (P) b. Coppini (C) 6-0 6-2, Ungur (C) b. Fago (P) 6-3 6-1, Golubev (C) b. Zekic (P) 1-6 6-3 6-4, Golubev/Ungur (C) b. Fago/Zekic (P) 6-1 6-3, Bessire/Moroni (P) b. Coppini/Mora (C) 7-5 6-3.

CLASSIFICA GIRONE 4

1. Tennis Club Crema, 4 punti (9-3)

2. Tennis Club Parioli, 4 punti (7-5)

3. Tennis Club Prato, 1 punto (5-7)

4. Ata Battisti Trentino, 1 punto (3-9)

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *