Nations Challenge U12 femminile: l’Italia vola alle finali di Ajaccio

di - 29 Luglio 2019
La premiazione dell'Italia al Tennis Europe Nations Challenge by Head. Da sinistra, il capitano Alberto Tirelli, Aurora Nosei, Greta Petrillo e Francesca De Matteo - foto Maffeis

La tradizione si ripete: l’Olimpica Tennis Rezzato continua a portare fortuna all’Italia al femminile. Da quando nel 2017 una delle quattro fasi europee di qualificazione per il Nations Challenge by Head – Grand Prix Serena Wine ha trovato casa in provincia di Brescia, la formazione azzurra under 12 ha sempre conquistato uno dei due posti in palio per le finali di Ajaccio. Le nostre portacolori ce l’hanno fatta anche stavolta, cancellando con tre vittorie in serie la sconfitta subita giovedì all’esordio con la Russia. Francesca De Matteo, Aurora Nosei e Greta Petrillo l’hanno dimenticata in fretta superando comunque il girone, e hanno completato l’opera spuntandola per 2-1 sul Portogallo nei play-off qualificazione. La domenica dell’Italia si è aperta col successo di Francesca De Matteo contro Angelina Voloschuk, annichilita (6-2 6-3) dalla grande prova della giovane tennista campana. Ma l’obiettivo di evitare il doppio è sfumato nel singolare successivo, quando la portoghese Lena Couto ha pareggiato i conti battendo Aurora Nosei (6-2 4-6 6-2) e rimettendo tutto in discussione. Così è stato decisivo il terzo match, nel quale la coppia De Matteo/Petrillo si è dimostrata più forte di Couto/Voloschuk, partendo meglio e riuscendo a evitare il pericolo long tie-break. Sembrava alle porte quando nel secondo set il Portogallo ha allungato fino al 5-3, approfittando anche di un problema muscolare che ha limitato la Petrillo negli spostamenti, ma in quel frangente è salita in cattedra Francesca De Matteo. Con grinta e coraggio, la campana ha trascinato la compagna nella rimonta, fino al 6-3 7-5 che ha chiuso i giochi, spedendo l’Italia fra le otto squadre che dall’8 all’11 agosto, in Corsica, si giocheranno il titolo europeo.

Insieme all’Italia, si è guadagnata un posto per le fasi finali anche la Russia, il cui percorso a Rezzato è stato perfetto. In quattro incontri, le ragazze dell’Est non hanno ceduto nemmeno uno dei 24 set disputati, risolvendo in fretta anche il play-off con la Croazia. Troppo forti Korneeva, Andreeva e Milovanova per il team croato, capace di conquistare appena un game nei singolari, prima di raccogliere giusto qualcosina in più nell’ininfluente incontro di doppio. Significa che per il secondo anno consecutivo, da Rezzato ad Ajaccio passano le stesse due formazioni, con la Russia candidata per conquistare di nuovo una competizione già vinta per ben 5 volte. Il duello per il 5° e 6° posto ha invece premiato la Polonia, passata per 3-0 su Israele. Insieme a Italia e Russia, sorridono anche gli organizzatori, con la sinergia fra Gianni Capacchietti (direttore del torneo) e la famiglia Ogna (Olimpica Tennis) nuovamente capace di mandare in scena un evento curato in ogni minimo dettaglio. E di chiudere così, nella maniera ideale, un trittico di prove internazionali che danno già l’appuntamento al 2020.

I RISULTATI

PLAY-OFF QUALIFICAZIONE

Italia b. Portogallo 2-1

Francesca De Matteo (Ita) b. Angelina Voloshchuk (Por) 6-2 6-3, Lena Couto (Por) b. Aurora Nosei (Ita) 6-2 4-6 6-2, De Matteo/Petrillo (Ita) b. Couto/Voloshchuk (Por) 6-3 7-5.

Russia b. Croazia 3-0

Alina Korneeva (Rus) b. Lucija Rastocic (Cro) 6-0 6-1, Mirra Andreeva (Rus) b. Dora Biondic (Cro) 6-0 6-0, Korneeva/Milovanova (Rus) b. Biondic/Miskovic (Cro) 6-2 6-3.

FINALE 5°/6° POSTO

Polonia b. Israele 3-0

Maja Pawelska (Pol) b. May Fadida (Isr) 6-2 6-4, Antonina Czajka (Pol) b. Mika Buchnik (Isr) 6-1 6-0, Nadajewska/Pawelska (Pol) b. Buchnik/Cohen (Isr) 6-4 6-3.

7° POSTO: Turchia

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *