Tennis, quando la ripresa dei tornei ATP?

di - 23 Luglio 2020
Novak Djokovic - Foto Ray Giubilo

Partenza rinviata per il tennis maschile. Il Citi Open, primo torneo del nuovo calendario Atp dopo la lunga interruzione forzata dalla pandemia, è stato cancellato: l’appuntamento di Washington, in programma dal 14 agosto, dunque non si disputerà. Quando ripartirà allora il circuito professionistico? Nel calendario rivoluzionato dell’Atp ci sono al momento altri sei tornei, a cominciare dal Masters 1000 di Cincinnati che dovrebbe iniziare il 22 agosto. Per favorire la disputa dell’evento, eccezionalmente gli organizzatori hanno deciso, d’accordo con l’Atp, di organizzarlo campi di Flushing Meadows dove dal 31 agosto dovrebbero cominciare gli Us Open, secondo Slam del 2020. A settembre il circuito si sposterà invece in Europa sulla terra battuta di Kitzbuhel per un ATP 250, seguito dai Masters 1000 di Madrid del 13 settembre e Roma del 20. Il nuovo calendario si chiuderà con il tanto atteso Roland Garros, in programma a Parigi dal 27 settembre.

Dopo la lunga interruzione del calendario, ATP e WTA si sono confrontati con gli atleti stabilendo insieme un calendario particolarmente compresso, dove mancano tantissimi tornei che tradizionalmente si sarebbero dovuti disputare fra aprile e luglio. Si nota ad esempio l’assenza di Wimbledon (già annunciata), del Queen’s, di Montecarlo, Gstaad, ‘Hertogenbosch e Barcellona. Salvi, invece, gli altri due Slam già ricordati, Us Open e Roland Garros, oltre che il torneo di Roma. Nella seconda metà di agosto dovremmo dunque assistere al torneo di Cincinnati, che diventerà Western & Southern Open e si terrà a New York, un antipasto degli US Open che inizieranno una decina di giorni dopo. Per quanto riguarda il tennis femminile, invece, il calendario è più corposo. Si inizierà il 3 agosto con Palermo. Per i tornei maschili lo stop è fissato fino alla seconda settimana di agosto con la quasi completa cancellazione dei tornei su terra rossa ed erba. Si salvano Madrid, Roma, Kitzbuhel e il Roland Garros, spostato tra settembre e ottobre. Tra i tornei cancellati figurano Montecarlo, Barcellona, Gstaad sulla terra rossa e sull’erba Wimbledon. Un sacrificio necessario, considerando i tempi ristretti.

Quando si parla di competizioni ATP, si intendono tutti i tornei organizzati dall’Association of Tennis Professional, la succitata Associazione maschile dei tennisti professionisti. Sono 4 le categorie di tornei, nello specifico Slam (Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open), Masters 1000 (come gli Internazionali d’Italia), ATP 500 e ATP 250. All’interno dello stesso circuito sono presenti anche la Coppa Davis, l’ATP World Tour Finals e la Hopman Cup, un torneo di esibizione tra nazionali. In questi ultimi casi i tabelloni variano ogni anno dal momento che non c’è una città fissa in cui si gioca. Le competizioni del circuito WTA, invece, sono organizzate dalla Women’s Tennis Association. Si tratta di 6 categorie diverse, quali Slam (Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open), Premier Mandatory, Premier 5 (qui rientrano gli Internazionali d’Italia), Premier, International e 125K Series. Insieme a queste categorie troviamo anche la Fed Cup, il WTA Elite Trophy e le WTA Finals. Insomma, sembra proprio che in un modo o nell’altro il tennis tornerà a dilettare gli appassionati delle racchette in maniera esaustiva. Sono molti i tifosi che stanno già cercando di capire come scommettere sul tennis in previsione della ripresa dei giochi. A poco a poco, tutto il mondo dello sport sta tornando alla normalità.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *