Challenger Marbella 2019: Giannessi c’è, fuori Moroni

di - 26 Marzo 2019
Alessandro Giannessi - Foto Berlincioni (Twitter)

Dopo i successi pomeridiani di Gianluca Mager e Raul Brancaccio, un terzo italiano avanza a Marbella. Alessandro Giannessi supera il francese Enzo Couacaud con il punteggio di 6-2 5-7 7-6 (4) in due ore e trentotto minuti di gioco. Dopo un primo set dominato, l’azzurro tira il freno a mano nel secondo parziale subendo un decisivo contro break nell’undicesimo gioco. Nel terzo e decisivo set Giannessi è bravo ad annullare tre palle break (due nel terzo ed una nel quinto game) prima di scatenarsi in un tie-break giocato ad altissimo livello: il ligure rimedia subito ad un brutto errore, prima grazie ad uno smash piuttosto complicato, poi con un passante di rovescio che fulmina il francese. L’ex numero 84 ATP resta aggressivo e concentrato negli ultimi punti, guadagnandosi così l’accesso agli ottavi di finale del Casino Admiral Trophy, dove affronterà Raul Brancaccio.

Nulla da fare, invece, per Gian Marco Moroni e Federico Gaio. Il tennista romano è stato sconfitto in due set (6-2 6-2) dalla terza testa di serie del seeding, il ceco Jiri Vesely, mentre Gaio si è dovuto arrendere in tre set al giovane spagnolo Alejandro Davidovich Fokina (6-3 4-6 6-3)

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *