Antalya, Vento e Spa…

di - 31 Gennaio 2012

Prosegue la rubrica PLAYERS LOUNGE, che dopo Thomas Fabbiano vede cimentarsi alla scrittura anche Martina Di Giuseppe, classe 1991 che ha passato praticamente un anno intero ai box per seri problemi alle ginocchia, salvo tornare in campo alla fine del 2011. In questo momento si trova in Turchia, per una serie di tornei da 10.000$. Andiamo a vivere con “Digiu” la vita dei tennisti ad Antalya…


(Foto scattata da Martina Di Giuseppe ad Antalya)

di Martina Di Giuseppe

Cari lettori di Spazio Tennis,vi scrivo dal posto più rinomato per i futures maschili e femminili;   questa settimana purtroppo i ragazzi li hanno trasferiti a Belconti e non sono con noi a Riu kaya belek, ma in compenso sono arrivati tanti bei bimbi per un torneo under 10 che abbassano finalmente l’età media dell’hotel. Per il resto il tempo la scorsa settimana è stato disastroso, siamo arrivate a giocare il primo turno giovedì nella bufera, non so a quanti nodi tirava il vento ma vi assicuro che io non ho mai giocato su un campo senza recinzioni, attaccato alla spiaggia, con gli schizzi del mare che ti arrivavano addosso e non potendo servire normalmente dal troppo vento che c’era! Ebbene si…ho anche servito da sotto…..Sembrava più badminton che tennis!

Detto questo, il posto è davvero bello…hotel a cinque stelle, Spa e piscina fuori e dentro l’albergo!! Un buffet enorme, nel quale però da buona italiana quale sono manca un piatto di pasta come si deve…ma riso e pollo ricordatevi sono la salvezza in tutto il mondo.   Io gioco mercoledì (tempo permettendo) il mio primo turno….non so se mi conoscete un po’ ma comunque spero di riuscire a giocare serenamente e tranquillamente questa stagione, per ritrovare fiducia e poter fare qualcosa di buono nei tornei. Spero di non avervi annoiata…ora vi saluto che qui siamo un’ora avanti e dopo una bella partita a biliardo è arrivata l’ora di andare a nanna un bacione a presto…Martina o “Digiu” come preferite

© riproduzione riservata

12 commenti

  1. Renato Lugarini

    Leggo con immenso piacere che Martina ha aderito al progetto “players lounge” e le faccio un grandissimo in bocca al lupo. Primo perchè il suo talento lo merita ed è in credito con la fortuna, secondo perchè molte ragazze hanno mollato il tennis professionistico per molto meno.

  2. darione

    Una domanda forse superficiale: hotel a 5 stelle per un futures,,,,,ma chi paga…..l’albergo…gli organizzatori oppure il giocatore…perchè se fosse quest’ultimo….camera per l’atleta ed il coach minimo 150 $ in bassa stagione, dinner a carico dell’atleta…ma alla fine una settimana in Turchia cosa costa 1500/2000 $ compreso biglietto aereo? Non lo so, ma forse il tennis anche a questi bassissimi livelli è proprio uno sport per ricchi/ricche,,,,,se non cacci $ non sali,,,,,,,non ce ne sono di storie….certo sarebbe bello tifare per qualche poveretto ma mi sa che chi gioca a tennis sono tutti miliardari……comunque complimenti per la rubrica….in periodo di ristrettezze economiche per tutti è bello sapere che altri si divertono facendo un mestiere che amano, beati loro!

  3. Alessandro Nizegorodcew

    @darione
    In questi casi ovviamente i prezzi per i giocatori non sono gli stessi che per me o per te che andiamo in vacanza in Turchia.. Comunque ho controllato sul sito del torneo:
    Una doppia costa 50 euro a testa a notte.. non certo un prezzo da 5 stelle 🙂

  4. darione

    @Alessandro…anch’io vado a vivere in Turchia che sono un poveraccio pieno di debiti….

  5. doc

    … ma non lo avete ancora capito che il tennis è uno sport per ricchi? Quando la programmazione di un under 14 costa circa 25.000 euro annui (detta da tecnici federali) dimmi tu sei io, lavoratore dipendente monoreddito, possa mai pensare che mia figlia (1997 cl.3.4) possa mai pensare di provarci.
    saluti a tutti

  6. darione

    @Doc ..parole sante, ormai il ceto medio è stato spazzato via, gli impiegati, gli statali, sono i nuovi paria del nuovo millennio…bisogna pregare tutti i santi e le madonne che non si abbia mai un figlio/figlia dotato, perchè allora si che comincia la tragedia, e bisogna armarsi di machete per derubare i poveri viandanti e recuperare bottino per poi sperperare nelle varie accademie. hahaha i poveri saranno sempre fottuti dai ricchi come diceva Al Pacino in Scarface

  7. doc

    una volta un discreto giocatore mi disse:” posso solo augurarti che un giorno tuo/a figlio/a non giochi bene, perchè in caso contrario cominciano i guai”. Allora non mi resi conto, ora capisco perfettamente.
    Apriamo un dibattio dai….

  8. Alessandro Nizegorodcew

    @per tutti
    Mi sono fatto spiegare come funziona ad Antalya. Il prezzo per i giocatori, come vi dicevo, è di 50 a testa per una doppia (e praticamente tutti giocatori si organizzano in modo da non prendere una singola, che costa invece 75 euro) e le spese finiscono lì perché è ALL-INCLUSIVE. Giusto quindi da parte vostra chiedere, ma sparare sentenza in anticipo no. Direi che è una trasferta molto tranquilla dal punto di vista economico… niente di esorbitante! Per un turista “normale” il prezzo varia tra 150 e 200 euro a notte..

  9. cataflic

    mi meraviglio di chi pensava che facessero la spa con calice di champagne in camera da 150$!?!
    Sono contento che ci siano queste finestre sul mondo del tennis reale e sono ancor più contento di rivedere Martina, che spero di leggere spesso tra il venerdì e la domenica… tra i risultati…!

    Chissà che non si voglia scomodare anche qualche “top” per raccontarci aneddoto in prima persona sulla vita di un top 100!

  10. Pingback: Digiu ritrova una finale… « SPAZIO TENNIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *