Perché una Rubrica dell’Inesperto

di - 18 Luglio 2011

SAGHE MENTALI IN STATO DI GRAZIA
La Rubrica dell’(In)Esperto di Stefano Grazia

EPISODE 1_Perche’ una Rubrica dell’Inesperto?

Su youtube e su SpazioTennis nella Categoria Colpo di Grazia dovrebbe circolare ancora qualche filmato della     Canaglia di Lagos, di quando ancora specchiandoci nell’acqua della chiara fontana pensavamo davvero di         essere i Re del Mondo … a pensarci bene, e col senno di poi, e’ facile provare imbarazzo per quanto sciocchi,       arroganti, presuntuosi eravamo, con quella faccia un po’ cosi’, quell’espressione un po’ cosi’, che abbiamo noi che abbiamo visto nei nostri figli quello che nessun coach o maestro di tennis aveva mai visto, e’ facile, dicevo, sedersi sul ciglio del fiume, il viso fra le mani, a domandarsi ma cosa mai ci eravamo messi in testa, che cosa ci era passato per la mente …In quei giorni mi capitava di tanto in tanto di scrivere cose come “La condizione indispensabile affinche’ un Sogno si realizzi e’ prima di tutto la Capacita’ di Sognare. E poi la perseveranza nel Sogno. Cioe’ continuare a crederci…” Avendo smesso di crederci, avevo dunque anche smesso di scrivere … Ma poiche’ per me Scribo, Ergo Sum, circa tre mesi fa avevo cominciato a pensare ad una Nuova Rubrica ed avevo buttato giu’ un articolo introduttivo: a parte qualche riferimento alla situazione del Blog in quell determinate periodo, ho pensato di lasciarlo inalterato un po’ perche’, nell’arte e nella vita e soprattutto nel giornalismo, non si butta mai via niente e un po’ perche’ i motivi che mi hanno spinto di nuovo a provare a scrivere sono gli stessi. I motivi per cui avevo smesso questa volta ve li risparmio, li conoscete a memoria. Ma non posso promettervi nulla per il futuro.

Prima di riappacificarmi con ArciPetrus, l’Amarissimo che fa benissimo, e di scoprire in lui una sobrieta’ e una capacita’ di autocritica che difficilmente traspaiono nei suoi interventi sul blog (un po’ anche perche’, diciamolo, l’ironia e la leggerezza non sono nelle sue corde), in una mail privata ad un Aficionado che mi chiedeva perche’ avessi smesso di scrivere, cercavo di spiegare: Il fatto e’ che il blog, la rete, la democrazia dell’opinione e’ un’arma a doppio taglio: dando la parola a tutti ci squalifichiamo a vicenda…Ognuno si sente un esperto e vive i suoi momenti di gloria, ognuno finisce anche per crederci di essere bravo, di essere un esperto …A parte che a pensarci bene ormai sembra la Rubrica del Cuore, nemmeno piu’ L’Esperto Risponde …Secondo me e’ il contesto che e’ sbagliato… Arcipetrus dovrebbe scrivere su un Blog di Atletica o di Gioventu’ Cattolica…Titolo della Rubrica: L’ultimo boy scout…. Comunque dovrebbe pagare me per scrivergli gli interventi e renderli più frizzanti (no, dai, archie: scherzo)…ma in realtà credo sia il momento storico…la nostra generazione ha già dato, quella di bogar e nunzio e’ francamente troppo presto… Manca la generazione di mezzo, quella di chi ha adesso i figli di 8-10 anni…Avevo anche preparato un post di risposta ad Archie che tirava in ballo, me e Commentucci credo, per aver lasciato il Blog (Gli ha risposto Ale prontamente, citando per Roberto il troppo lavoro e per me l’insostenibile affidabilita’ del poeta) …Avevo cominciato cosi’…“O io o lui, questa citta’ e’ troppo piccola per me ed Arcipetrus: uno dei due e’ di troppo…” Ma poi spiegavo: Scherzi a parte, mi dice, un aficionado gentile, che sono stato tirato in ballo e quindi mi tocca replicare: la prima cosa che mi viene in mente, come considerazione, e’ che ogni volta che io mi sono allontanato dal Blog, Archie ha quasi inconsciamente tentato di prendere il mio posto quasi come se davvero fossimo e in effetti siamo un po’ antitetici, non solo come stile di scrittura (un altro aficionado mi ha scritto tutto incazzato che si era addormentato leggendo articolo e commenti di Archipedro) (Scherzo, Archie, solo per strapparti un sorriso!)(Cosi’ facciamo vedere a Nicoxia e Mad Max che anche noi possiamo litigare ma continuare a volerci bene …ohi, a proposito: ma siamo sicuri che loro due stiano continuando a volersi bene? Secondo me finalmente Nicoxia si e’ emancipato dal suo, inteso in senso tennistico, Padre Padrone… NdStGr) non solo come stile di scrittura, dunque dicevo,ma anche come filosofia e attenzione!, come standard morali: Piero Bianchini, diciamocela pure tutta, e’ nettamente migliore di me come persona, genitore e allenatore. Ha avuto solo un paio di cadute di stile ma ci era stato tirato per i capelli, e’ inevitabile …Ma posso io continuare a scrivere laddove ora impazza chi ha confessato che io lo rendevo peggiore? O che ha francamente confessato che mio figlio gli stava francamente antipatico? (avrei voluto replicare: a me Mati non sta sulle palle, chi mi sta sulle palle sei proprio tu invece… Ma persi l’occasione e per fortuna, perche’ poi, risotterrata la scure di Guerra, sono poi giunto alla conclusione che in fondo, per via delle famose affinita’ elettive ed il background culturale, il petulante, presuntuoso e permalosissimo Archie mi e’ invece simpatico o meglio, di lui ho alta stima, sono convinto che ci incontrassimo andremmo d’accordo (lui e’ invece convinto che mi menerebbe). (Sto ancora scherzando …)

E allora perche’ non scrivo piu’?
Ma di che devo scrivere? Ho detto che non avrei piu’ scritto di Nicholas, di cosa volete che scriva? Di Federer e Nadal scrivono gia’ Tommasi e Clerici, Scanzi e Ferrero e ho citato i migliori,miei numi ispiratori, quelli di un tempo e quelli recenti… Io tutt’al piu’ posso scrivere lettere agli amici dissertando di film, libri e fumetti, di sciate fatte sotto la luna, dell’atmosfera da citta’ verra’ distrutta all’alba ritrovata qui ad Abuja, di un Nigeriano con una pancia incredibile che camminava tutto orgoglioso perche’ nei paesi del terzo mondo avere la panza e’ sinonimo di benessere e io invece che sono qui a farmi 4 ore di palestra tutti i giorni per perdere 10 chili anche se sembro magro, oppure potrei scrivere dell’insostenibile peso, altro che leggerezza, dell’essere genitore di una Canaglia che da un lato ammiri come se fosse il protagonista di un film ma dall’altro come genitore sei consapevole di dover frenare …Ma abbiamo gia’ visto che non si puo’ piu’. Il resto…Abbiam gia’ detto tutto, lo abbiamo anche ripetuto …
Anche Max del resto ha smesso di scrivere(AL TEMPO IN CUI SCRIVEVO QUESTO ARTICOLO, CIRCA TRE MESI FA, MAX SI ERA FATTO DA TEMPO DI NEBBIA NdStgr). Anche Nicoxia (che non si siano magari accorti che i loro figli hanno cominciato a crescere anche loro?),Marta che era simpatica ha smesso di giocare e di scrivere, (POI HA RIPRESO ANCHE LEI, NdStgr) Mario Polidori che era Lupo de Lupis il Lupo tanto buonino, ha smesso anche lui. Ma anche Atti e Mauro e Gus non scrivono quasi piu’…. …
E’ finita un’epoca.
Il fatto e’,dicevo, e appunto,che abbiamo detto tutto e di tutto …
Un Aficionado mi confessa che il Blog e’ stata un’importantissima palestra e senza il Blog non avrebbe mai avuto la figlia convocata a Tirrenia.
E’ vero, lo e’ stato anche per me. Forse anche per Max, chissa’.
Perche’ prima era un crescere insieme, adesso adesso siamo diventati quasi noi gli Esperti e la cosa francamente un po’ mi imbarazza soprattutto dopo aver letto un j’accuse sugli esperti da blog (esperti di niente) sull’ultimo libro di Diego Da Silva, il secondo imperniato sulle avventure dell’Avvocato Vincenzo Malinconico (bellissimo il primo dal titolo: ‘Non avevo capito niente’) che mi ha fatto sentire molto in colpa e avvolto di mediocrita’ fino al punto di considerare il concetto che chi vale davvero alla fine si fa pagare. Cosi’ come i piu’ grandi scrittori del mondo sono quelli che riescono anche a vendere i loro libri. E dunque stavamo dicendo che il vero esperto si fa pagare perche’ vive della sua esperienza e non la distribuisce sui blog in cerca di autogratificazione … Di cosa sono esperto io? Di niente se non di me stesso e infatti di questo io posso e potevo scrivere: mai voluto fare l’esperto, mai voluto imporre strade o dare consigli ma semmai opinioni, spesso anche sbagliate … Quindi con un figlio in procinto di smettere e senza l’ambizione del missionario (archie) o del Portatore del Verbo (mad max) di portare la Luce al Popolo Bue, mi sono trovato a corto di motivazioni e contenuti. E che avevano ragione Giorgio Giorgio, Mad Max, Archipedro, Federico Maria e perfino Nicoxia l’avevo gia’ scritto, e nemmeno una sola volta. Diciamo la verita’: e’ un fatto generazionale: i nostri figli hanno oltrepassato la Linea d’Ombra e … sul blog manca la generazione di mezzo, ci son rimasti solo Bogar e Nuntio che ci appaiono francamente ridicoli cosi’ come noi apparimmo ridicoli ai Giorgio Giorgio 4 anni fa e i nostri figli di anni ne avevano 9-10 …
E’ finita, insomma, l’epoca dei SubComandanti, dei Mad Max,degli ArciPetrus, degli Atti e dei Mauro, di Stefar ed Enzo Lo Iacono, perfino di Chloe de Lisser e Thomas Yancey, ed e’ iniziata quella dei Bogar, dei Nuntiovobis e dei Pulsatilla …

E poi pero’ mi sono detto: NOOOOO!!!! NON POSSIAMO LASCIARE IL BLOG IN MANO A BOGAR,NUNTIO e PULSATILLA…. Ed ecco perche’ sono tornato

Up Patriots To Arms! Engagez vous …
la musica contemporanea mi butta giu’…

(Franco Battiato)

© riproduzione riservata

61 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *