The Italian Way… To The Wta

di - 15 Giugno 2011

di Roberto Commentucci

14 giugno 2011. Un giorno come tanti, per il nostro tennis. O forse no. Una giornata trionfale, altroché. Era iniziata con la nostra numero uno, Francesca Schiavone, numero 7 delle classifiche mondiali (è bene ripeterlo, che se no sembra una cosa normale, avere una azzurra da oltre un anno fra le prime 10…) all’esordio sull’erba, nel classico evento inglese di Eastburne, reduce dalle imprese parigine, contro quel donnone di Kaia Kanepi, robustissima clavatrice estone. Francesca ha penato un po’ il primo set, giusto il tempo di abituarsi ai rimbalzi bassi. Un tie break vinto di rabbia, e via, verso un 76 61 tutto sommato agevole. Poi la scena si è trasferita a Hertogenbosch, cittadina olandese dove sui prati, anziché farci pascolare le mucche o coltivareci i tulipani, gli atletici orange ci giocano a tennis, alla vecchia maniera albionica. In campo Roberta Vinci e Sara Errani, numero 3 e 4 d’Italia. Gente affidabile. Due vittorie, a favore di pronostico, ma mai scontate. Roberta fa fuori l’atletica slovena Polona Hercog, Sarita soffre anche lei per un set ma poi spazza via la wild card di casa, la piccola Kiki Bertens. E sono 3.

E’ il primo pomeriggio. Iniziano ad arrivare le cronache da Roehampton, dove è in palio un ingresso per la mitica Church Road: si giocano le qualificazioni di Wimbledon, il più immortale dei tornei. 4 azzurre impegnate: la sarda Anna Floris, veterana all’anagrafe, ma dal tennis giovane e potente, fa secca la n. 10 del tabellone di quali, la francese Bremond. L’altra veterana, Maria Elena Camerin, piedi veloci e timing impeccabile, dispone agevolmente della promessa serba Krunic. L’ultima arrivata, la giovanissima Camila Giorgi da Macerata, classe ‘91, all’esordio assoluto sull’erba, disintegra in meno di un’ora una wild card inglese. L’unica che stona è Corinna Dentoni, non al meglio fisicamente, che cede alla spagnola Cabeza Candela.

Ma ecco, l’attenzione degli appassionati, in un tam tam frenetico, torna in Olanda, sul centrale di Hertogenbosch. In campo, una ragazzona fiamminga, una di quelle parti, insomma, con un passato glorioso, qualche acciacco ma tanto orgoglio: Kim Clijsters. Dall’altra parte della rete, una ragazza italo-svizzera che ha già vissuto 3 o 4 vite: la grande promessa, quella che vince l’Orange Bowl under 12; il portiere di calcio, l’incosciente che per gioco si sfracella un ginocchio e una spalla; la lungodegente, sempre in lotta coi carboidrati e con la linea; la grande sorpresa, quella che arriva a un dito dalla semifinale al Foro Italico, a 20 anni; l’animatrice turistica a Sharm-el-Sheik, dopo che il braccio destro sembrava aver fatto crac, per sempre; e infine, negli ultimi due anni, la Lazzaro degli ITF, la Fenice dei tornei minori, per riguadagnarsi, con gran fatica un posto al sole. Tutte queste cose, e molte altre, è la magnifica Romina Oprandi, che oggi pomeriggio ha letteralmente scherzato, per quasi due ore, la numero due del mondo. Smorzata e pallonetto, rasoiata in back e accelerazione di diritto, angolo stretto e attacco in contropiede.
Sono armi antiche, come vedete. In fondo, non troppo diverse da quelle che usano altre azzurre, come la Schiavone, la Vinci, la nuova Pennetta di questo 2011, o la piccola Sara Errani, che a forza di doppi con la sua amica Robertina sta finalmente imparando a liberare il suo talento – ne ha, ve lo assicuro – dalle scorie arrotine che rischiavano di soffocarlo.
In un circuito femminile sempre più dominato dai muscoli, grandi botte sulle diagonali, creatività zero e noia mortale, le nostre vincono a modo loro: il back, la palla corta, il pallonetto, la volèè. E’ una storia di successo.

Is the Italian way… to the WTA.

Quando andiamo a costruire le nostre giovani promesse, cerchiamo di tenerlo a mente. Non mettiamoci anche noi a clonare robot sparapalle. Insegnamo loro a giocare a tennis.

© riproduzione riservata

44 commenti

  1. bogar67

    Bello articolo ma non riesco a capire una cosa, 🙂 mi sto confondendo e più come dice monet i nostri vincono sulla terra rossa e più mi confondo 🙂
    da un lato Roberto Commentucci è l’artefice all’interno della FIT del progetto campi veloci dove per campi veloci io ho sempre inteso grandi botte sulle diagonali, creatività zero e noia mortale,un tennis fatto tutto di muscoli e adesso ci viene a santificare 🙂 il gioco creativo delle nostre italiane come il back, la palla corta e il pallonetto che sono tipiche di chi nell’infanzia è cresciuto nella terra battuta!
    Dove sta la verità?

  2. Alessandro Nizegorodcew

    @Bogar
    Attento a parlare di back come di un colpo da terra battuta… Il backspin sulla terra è quasi esclusivamente un colpo difensivo.. sul veloce invece può divenire molto insidioso (Cipolla e Petzschner docet) se giocato in maniera propositiva.. come fanno Vinci e Oprandi nel femminile..

    Quando poi parliamo della Oprandi, parliamo di un tennis che gioca solo lei.. totalmente atipico.. quindi quando si parla di Romina non si può generalizzare mai 😉

  3. Roberto Commentucci

    Bogar, la verità è semplice: per vincere bisogna saper fare bene tutto: colpi di inizio gioco, fondamentali solidi, tococ e variazioni.
    Per saper fare bene tutto si deve imparare a giocare su tutte le superfici.
    Quindi nessuna contraddizione.
    E poi non è affatto vero che le variazioni servono solo sulla terra.
    Ieri si giocava sull’erba, no?

  4. Roberto Commentucci

    Altra cosa: il Progetto Campi Veloci serve soprattutto a migliorare nel settore maschile, visto che fra le donne abbiamo molti meno problemi. E’ nel settore maschile che i colpi di inizio gioco hannno una incidenza maggiore. Per ora.

  5. corsoever

    Bravo Roberto,
    bell’articolo come sempre.

    p.s. seguendo i tuoi consigli (ti ricordi ci siamo incontrati con altri 4 amici al foro italico e abbiamo passato in rassegna tutte le promesse del tennis italiano) vogliamo organizzare un torneo con gli amici sul duro all’interno di un circuito in cui faremo tornei anche sulla terra e sull’erba sintetica (ahimè in mancanza di quella vera).
    Ci sapresti consigliare un circolo con almento 4 campi in cemento.
    Ciao e grazie in anticipo.

  6. bogar67

    @Alessandro Nizegorodcew

    Grazie, al mio delegato tecnico regionale dissi che senza spaziotennis con lui più di un minuto non sarei riuscito a discutere di tennis.
    Per il gioco atipico della Oprandi me ne ero già accorto e avevo mostrato qui sul blog il mio scettiscismo insieme a quell’altro atipico della Bartoli ma intanto atipico o tipico queste vincono lo stesso e sono tra le prime 100 🙂 ci metterei la firma…….

  7. Madmax

    Bogar no non è proprio così anzi..

    SOLO se la soluzione è quella GIUSTA il gesto sarà corretto…

    Altrimenti sarà solo un gesto fine a se stesso.. 🙂

  8. Nikolik

    Propongo un ulteriore emendamento.

    Solo se la soluzione è vincente, la soluzione è quella giusta ed il gesto corretto.

  9. Madmax

    Senza che sia necesseriamente vincente, ma che metta delle difficoltà all’avversario, inteso non come il bambinetto di 10 anni che incontri oggi ma in prospettiva futura perciò un adulto di alto livello..

  10. monet

    Roberto Commentucci says:
    Altra cosa: il Progetto Campi Veloci serve soprattutto a migliorare nel settore maschile, visto che fra le donne abbiamo molti meno problemi. E’ nel settore maschile che i colpi di inizio gioco hannno una incidenza maggiore. Per ora

    certo con la schiavone che passa i 30 anni
    con la penna che ne ha 29 come la vinci .la sola errqani pou sistemare la classifica dell età delle donne,ma affermare quanto sopra è essere CECHI!!! si proprio cechi,io penso che sia giusto pontificare le vittorie della pennetta e della schiavone,ma dire che i problemi li hanno di piu i maschi per me è errato.dietro ai maschietti quanche cosa di buono si intravede, sappiano quanto è piu difficile entrare nei 100 tra maschi e femmine,mentre dietro le varie schiavo e penna io intravedo solo il…deserto!!!!

  11. Nikolik

    Monet, starai scherzando.
    Nel tennis femminile siamo messi ottimamente con le seconde linee giovani.
    C’è la Dentoni, ad esempio.

  12. Roberto Commentucci

    Monet, niente da fare…
    …ripassa quando i nostri maschi avranno avuto 2 top 10 in singolo e una n. 1 in doppio; quando avranno vinto uno Slam in singolo e 2 in doppio, quando avranno preso parte a un master in singolo e avranno vinto un master in doppio, e infine quando avranno vinto 3 coppe Davis. Se succederà, io farò il carnevale di Rio, lo sai.

    E poi secondo me non è affatto vero che tra le donne è più facile. La base di agoniste nel mondo, specie nell’est, è quasi altrettanto ampia.

  13. Gio

    @Roberto post 21
    Prima che la discussione degeneri e vengano anche insultate delle povere cravatte (… gli affezionati lettori capiranno) vorrei dire la mia schierandomi con Monet se, ho capito bene, si sta parlando di PROSPETTIVE e non di situazione attuale. Fermo restando che la situazione attuale è ovviamente favorevole al settore femminile, in prospettiva futura (considerando l’età media degli attuali giocatori e giocatrici) forse è proprio il settore maschile quello che nei prossimi anni potrebbe darci maggiori soddisfazioni.

  14. Alessandro Nizegorodcew

    Quello che hanno fatto e stanno facendo le nostre ragazze è grandioso..
    A livello giovanile, e quindi in prospettiva, siamo veramente messi maluccio (speriamo nella giorgi.. soprattutto speriamo resti italiana)..
    Per quanto riguarda il livello del tennis maschile e femminile, io credo che arrivare nei 100 nel maschile sia ancora (anche se meno di qualche anno fa) parecchio più difficile..

  15. Nikolik

    Ma figuriamoci.
    A parte la Dentoni, di cui non voglio parlare per evidente conflitto di interessi, giusto la settimana scora la Knapp ha vinto un torneo e, dopo una serie di spaventosi infortuni, sta tornando quella che era, cioè da prime 30 del mondo.
    Sono di ieri, poi, le imprese di Oprandi e Giorgi.
    E sono tutte giovani e giovanissime.

    Il futuro è roseo per il tennis femminile, anche perché ce ne sono altre ancora.

    Eh, oh ragazzi, se non lo seguite, il tennis femminile, ditelo…

  16. Roberto Commentucci

    Si max, appena so qualcosa ti rispondo.

    Tornando serio… 🙂

    Anche secondo me in prospettiva futura abbiamo alcuni buoni prospetti in campo maschile. I nomi sono quelli, ma la novità è che dall’inizio di quest’anno tutti stanno guadagnando terreno:

    da inizio anno, il potente marchigiano Travaglia (28 dicembre ’91) è passato dal n. 492 al n. 320 attuale (contando anche i 6 punti del torneo di milano) con un progresso di 170 posti;

    Federico Gaio (febbraio ’92) è passato da 692 a 427;

    Alessandro Giannessi (’90) è passato da 500 a 380.

    Più indietro, si stanne mettendo in evidenza Marco Cecchinato (’92), Roberto Bellotti (’91), Edoardo Eremin e Amerigo Contini (93). Tra i ’94, secondo me sono da seguire soprattutto Federico Maccari (uno che tira forte forte, anche se per ora il campo lo prende poco) e Pietro Licciardi. Infine, arriviamo ai Donati e Napolitano, classe ’95, per poi finire a Quinzi e Baldi.

    Certo, non arriveranno tutti, ma su qualcuno – a iniziare da Travaglia – io mi sento di mettere la mano sul fuoco.

    Tra le ragazze, invece, una generazione che sembrava parecchio promettente, quella delle nate fra gli anni ’89 e ’93, sta dando parecchie delusioni. Avevamo almeno una quindicina di ragazze di buon potenziale, ma fra tutte queste, fra infortuni, scelte di vita, crisi familiari, genitori invadenti, coach-fidanzati e chi più ne ha più ne metta i risultati per ora non si vedono.

    Credo però che oltre alla italianissima Giorgi (non di formazione tecnica, ma di passaporto) vadano citate anche Martina Caregaro, Gioia Barbieri e Claudia Giovine. Più indietro, a me non dispiacciono la ’93 Mendo, le ’94 Moratelli e Palmigiano, le ’95 Marchetti e Rosatello, la ’96 Pairone.

    Insomma, staremo a vedere.

    Certo, se poi Fabietto Fognini ci fa semi a Wimbledon… 🙂

  17. monet

    e quando non si sa piu cosa dire ecco la lingua che batte dove il dente…duole!!!!troppo facile parlare bene adesso di fabio quando fino a 2 mesi fa gli si tirava contro montagne di merda,so io chi deve salire sul carro ,anzi so io che deve prorpio rimane a terra e correre a piedi

  18. andrew

    il tennis italiano vive di se stesso…è un organismo che si ciba delle sue stesse feci…

  19. corsoever

    @ COMMENTUCCI

    se non puoi inviarmi la risposta tramite post al mio n.6, me la puoi mandare alla mia mail.
    Grazie e a presto.

  20. Roberto Commentucci

    ciao corsoever: io conosco solo 2 circoli a Roma che hanno più di 4 campi veloci: la Polisportiva Palocco e l’Eschilo 2. Entrambi sono a Casal Palocco.

    Scusa per il ritardo.

  21. corsoever

    Grazie Roberto,

    sei un grande noi siamo gli amici di tuo fratello se ti ricordi e di fausto panicali.

    Ciao.

  22. Stefano Grazia

    vorrei intervenire,e per di piu’ da Denver da dove fra poche ore volero’ di nuovo a casa in Florida,sulla diatriba donne- uomini con un parere prettamente tecnico,da esperto qual sono, e cioe’ osservando che sicuramente la Oprandi sta meglio col cappellino girato all’incontrario (… da sfrontato maschiaccio,per intenderci, e non da Goofy-Pippo come nella foto del titolo) …

  23. Rik

    @Doc Grazia
    da esperto di tennis femminile io invece dico che sta meglio col cappellino girato avanti ma con l’ala abbassata

  24. Kill Bill

    La parola alle classifiche …..

    Settore Femminile Under

    classifica ITF U 18 ( tornei giovanili ) : Italia non pervenuta

    ITF U 18
    1 GAVRILOVA, Daria 05 March 1994 RUS
    2 MESTACH, An-Sophie 07 March 1994 BEL
    3 KHROMACHEVA, Irina 12 May 1995 RUS
    4 JABEUR, Ons 28 August 1994 TUN
    5 PUIG, Monica 27 September 1993 PUR
    6 KOSTIC, Natalija 25 July 1994 SRB
    7 KOVINIC, Danka 18 November 1994 MNE
    8 BOUCHARD, Eugenie 25 February 1994 CAN
    9 GONZALEZ, Montserrat 01 July 1994 PAR
    10 PUTINTSEVA, Yulia 07 January 1995 RUS
    11 DAVIS, Lauren 09 October 1993 USA
    12 GARCIA, Caroline 16 October 1993 FRA
    13 JAKSIC, Jovana 30 September 1993 SRB
    14 SALNIKOVA, Daria 30 March 1994 RUS
    15 BOSIO, Victoria 03 October 1994 ARG
    16 ZHENG, Saisai 05 February 1994 CHN
    17 BARTY, Ashleigh 24 April 1996 AUS
    18 SCHMIEDLOVA, Anna Karolina 13 September 1994 SVK
    19 KONTAVEIT, Anett 24 December 1995 EST
    20 CEPELOVA, Jana 29 May 1993 SVK
    21 VAN UYTVANCK, Alison 26 March 1994 BEL
    22 MALOVA, Viktoria 14 September 1993 SVK
    23 POZNIKHIRENKO, Ganna 08 April 1994 UKR
    24 MALECKOVA, Jesika 16 August 1994 CZE
    25 DUVAL, Victoria 30 November 1995 USA
    26 KOVALETS, Sofiya 10 July 1994 UKR
    27 MIN, Grace 06 May 1994 USA
    28 BABOS, Timea 10 May 1993 HUN
    29 KREMEN, Ilona 18 January 1994 BLR
    30 RAZAFIMAHATRATRA, Zarah 24 August 1994 MAD
    31 GONZALEZ, Domenica 12 February 1996 ECU
    32 SKAMLOVA, Chantal 04 September 1993 SVK
    33 ALLGURIN, Ellen 10 May 1994 SWE
    34 KAN, Victoria 03 August 1995 RUS
    35 KOWASE, Miho 18 January 1995 JPN
    36 VEKIC, Donna 28 June 1996 CRO
    37 LIZARAZO, Yuliana 23 May 1993 COL
    38 KATO, Miyu 21 November 1994 JPN
    39 ROHANOVA, Petra 14 August 1995 CZE
    40 KEYS, Madison 17 February 1995 USA
    41 DE VROOME, Indy 21 May 1996 NED
    42 SCHUURS, Demi 01 August 1993 NED
    43 MAKAROVA, Christina 29 May 1996 USA
    44 SASNOVICH, Aliaksandra 22 March 1994 BLR
    45 KU FLORES, Patricia 17 December 1993 PER
    46 HAAS, Barbara 19 March 1996 AUT
    47 TOMOVA, Viktoriya 25 February 1995 BUL
    48 LEE, So-Ra 22 July 1994 KOR
    49 TANG, Hao Chen 21 February 1994 CHN
    50 ANDREWS, Gabrielle Faith 23 December 1996 USA
    51 NINOMIYA, Makoto 28 May 1994 JPN
    52 NAUTA, Stephanie 31 January 1994 USA
    53 SVITOLINA, Elina 12 September 1994 UKR
    54 CSOREGI, Ilka 12 April 1996 ROU
    55 ZHAO, Carol 20 June 1995 CAN
    56 FABIKOVA, Klara 23 October 1993 CZE
    57 MCPHILLIPS, Kyle 05 April 1994 USA
    58 CADAR, Elena-Teodora 24 February 1994 ROU
    59 CASARES, Marie Elise 12 September 1993 ECU
    60 KULICHKOVA, Elizaveta 12 April 1996 RUS
    61 STEPHENS, Sloane 20 March 1993 USA
    62 OZAKI, Risa 10 April 1994 JPN
    63 BUTKOVSKA, Lucia 05 May 1993 SVK
    64 SHARIPOVA, Sabina 04 September 1994 UZB
    65 KREJCIKOVA, Barbora 18 December 1995 CZE
    66 TYULPA, Anna 27 December 1994 RUS
    67 DINU, Cristina 18 January 1993 ROU
    68 HIBINO, Nao 28 November 1994 JPN
    69 ZAKARLYUK, Marianna 22 September 1996 UKR
    70 TIG, Patricia Maria 27 July 1994 ROU
    71 DVORAKOVA, Aneta 10 June 1995 CZE
    72 PAIN, Anaeve 12 December 1993 CAL
    73 DE BERNARDI, Clothilde 16 November 1994 FRA
    74 GAVRILOVSKA, Saska 05 January 1995 SRB
    75 SINIAKOVA, Katerina 10 May 1996 CZE
    76 KITAGAWA, Rio 15 September 1993 JPN
    77 MERTENS, Elise 17 November 1995 BEL
    78 SEMENOVA, Ekaterina 01 March 1994 RUS
    79 MEKOVEC, Iva 22 February 1995 CRO
    80 LEHNERT, Katharina 18 February 1994 GER
    81 DANILINA, Anna 20 August 1995 KAZ
    82 FANNING, Emily 13 June 1995 NZL
    83 HOZUMI, Eri 17 February 1994 JPN
    84 TSUJI, Kanami 24 January 1996 JPN
    85 MACIEJEWSKA, Zuzanna 19 January 1995 POL
    86 ABBES, Nour 20 June 1993 TUN
    87 KERFS, Deborah 10 March 1995 BEL
    88 SUVRIJN, Jade 27 April 1995 FRA
    89 BHOSALE, Rutuja 27 March 1996 IND
    90 JANG, Su Jeong 13 March 1995 KOR
    91 HERRING, Lauren 23 July 1993 USA
    92 SIZIKOVA, Yana 12 November 1994 RUS
    93 FOUROUCLAS, Natasha 31 January 1994 RSA
    94 BIANCO, Megane 16 February 1994 SUI
    95 IANCHUK, Olga 29 March 1995 UKR
    96 OKUNO, Ayaka 21 June 1995 JPN
    97 PAVELKOVA, Kamila 29 March 1994 CZE
    98 SANCHEZ, Ana Sofia 13 April 1994 MEX
    99 KOLAR, Nastja 15 July 1994 SLO
    100 GASPARYAN, Margarita 01 September 1994 RUS

    Classifica WTA delle prime 100 Junior tenedo conto dei punti WTA e non ITF U 18 : Italia 95° posto Moratelli Angelica

    WTA U 18
    131 1 Stephens, Sloane 20/03/93 USA
    154 2 Diyas, Zarina 18/10/93 KAZ
    161 3 Garcia, Caroline 16/10/93 FRA
    166 4 Tomljanovic, Ajla 07/05/93 CRO
    178 5 Larcher De Brito, Michelle 29/01/93 POR
    238 6 Krunic, Aleksandra 15/03/93 SRB
    257 7 Robson, Laura 21/01/94 GBR
    261 8 Babos, Timea 10/05/93 HUN
    265 9 Zheng, Saisai 05/02/94 CHN
    269 10 Mladenovic, Kristina 14/05/93 FRA
    290 11 Puig, Monica 27/09/93 PUR
    301 12 Van Uytvanck, Alison 26/03/94 BEL
    316 13 Zanevska, Maryna 24/08/93 UKR
    339 14 Kolar, Nastja 15/07/94 SLO
    351 15 Beck, Annika 16/02/94 GER
    354 16 Kozlova, Kateryna 20/02/94 UKR
    364 17 Pegula, Jessica 24/02/94 USA
    365 18 Gavrilova, Daria 05/03/94 RUS
    366 19 Hardebeck, Krista 14/09/94 USA
    367 20 Bouchard, Eugenie 25/02/94 CAN
    368 21 Kumkhum, Luksika 21/07/93 THA
    377 22 Davis, Lauren 09/10/93 USA
    379 23 Ivakhnenko, Valentyna 27/06/93 UKR
    400 24 Dinu, Cristina 18/01/93 ROU
    412 25 Putintseva, Yulia 07/01/95 RUS
    414 26 Kushkhova, Aminat 29/07/93 RUS
    417 27 Cepelova, Jana 29/05/93 SVK
    419 28 Svitolina, Elina 12/09/94 UKR
    424 29 Papamichail, Despina 09/02/93 GRE
    425 30 Keys, Madison 17/02/95 USA
    444 31 Abduraimova, Nigina 07/07/94 UZB
    452 32 Lizarazo, Yuliana 23/05/93 COL
    459 33 Pella, Catalina 31/01/93 ARG
    461 34 Mestach, An-Sophie 07/03/94 BEL
    462 35 Omae, Akiko 29/01/93 JPN
    473 36 Kovalets, Sofiya 10/07/94 UKR
    474 37 Muguruza Blanco, Garbine 08/10/93 ESP
    477 38 Gibbs, Nicole 03/03/93 USA
    486 39 Shkudun, Anna 27/01/95 UKR
    490 40 Sharipova, Sabina 04/09/94 UZB
    510 41 Ianchuk, Elizaveta 08/03/93 UKR
    515 42 Khromacheva, Irina 12/05/95 RUS
    518 43 Njiric, Silvia 09/07/93 CRO
    544 44 Kurata, Nathaly 10/02/93 BRA
    551 45 Zhu, Lin 28/01/94 CHN
    556 46 Barty, Ashleigh 24/04/96 AUS
    568 47 Allertova, Denisa 07/03/93 CZE
    569 48 Yashina, Ekaterina 06/08/93 RUS
    580 49 Min, Grace 06/05/94 USA
    582 50 Vinogradova, Polina 27/11/93 RUS
    583 51 Juhaszova, Vivien 17/07/93 SVK
    588 52 Westbury, Katherine 14/03/93 NZL
    591 53 Radu, Ingrid 01/06/93 ROU
    594 54 Abaza, Jan 01/03/95 USA
    598 55 Curovic, Tamara 31/10/94 SRB
    611 56 Casares, Marie Elise 12/09/93 ECU
    623 57 Tian, Ran 08/01/94 CHN
    624 58 Jang, Su Jeong 13/03/95 KOR
    625 59 Hesse, Amandine 16/01/93 FRA
    628 60 Vickery, Sachia 11/05/95 USA
    631 61 Townsend, Taylor 16/04/96 USA
    635 62 Forte, Carla 11/01/94 BRA
    640 63 Witthoeft, Carina 16/02/95 GER
    643 64 Dominguez-Lopez, Pilar 11/07/93 ESP
    653 65 Betancourt, Carolina 31/03/93 MEX
    665 66 Tsay, Ellen 08/10/93 USA
    672 67 Stomlega, Diana 08/03/93 ROU
    675 68 Romanova, Alexandra 30/04/93 RUS
    677 69 Lysa, Yuliya 14/05/95 UKR
    680 70 Platon, Raluca Elena 11/06/93 ROU
    689 71 Kimmelmann, Julia 12/10/93 GER
    690 72 Sezer, Melis 02/06/93 TUR
    694 73 Kovinic, Danka 18/11/94 MNE
    697 74 Skamlova, Chantal 04/09/93 SVK
    705 75 Holert, Katharina 11/03/93 GER
    711 76 Patiuk, Valeria 11/05/96 ISR
    718 77 Sasnovich, Aliaksandra 22/03/94 BLR
    720 78 Hadzic, Azra 26/11/94 AUS
    722 79 Khazaniuk, Deniz 24/10/94 ISR
    723 80 Eraydin, Basak 21/06/94 TUR
    725 81 Balu, Sharmada 09/08/93 IND
    734 82 Zhao, Carol 20/06/95 CAN
    736 83 Yang, Zi 12/09/93 CHN
    741 84 Rajicic, Viktorija 07/04/94 AUS
    744 85 Lehnert, Katharina 18/02/94 GER
    745 86 Malova, Viktoria 14/09/93 SVK
    746 87 Kirillova, Ksenia 20/06/93 RUS
    748 88 Bulgakova, Vaszilisza 25/02/93 HUN
    753 89 Jabeur, Ons 28/08/94 TUN
    755 90 Dzalamidze, Natela 27/02/93 RUS
    756 91 Mironova, Daria 09/04/93 RUS
    758 92 Adam, Oceane 26/06/93 FRA
    768 93 Foster, Manisha 21/08/93 GBR
    773 94 Bowtell, Amy 06/09/93 IRL
    778 95 Moratelli, Angelica 17/08/94 ITA
    787 96 Di Biasi, Florencia 03/02/93 ARG
    789 97 Enache, Claudia 22/01/94 ROU
    790 98 Ku Flores, Patricia Iveth 17/12/93 PER
    797 99 Surin, Kimberley-Ann 25/07/94 CAN
    798 100 Gasparyan, Margarita 01/09/94 RUS
    799 101 Shakovets, Christina 29/04/94 GER

  25. Atti

    Kill statistica impietosa … comunque è difficile che le nostre siano fortissime prima dei 20 anni… per i maschi idem…
    Difficile cambiare rotta, quando scuola e ambiente ti remano contro.

    Off Topic…
    Ieri ho viste alcuni match al combined di Padova…
    Nonostante abbia perso al terzo da tal Zimmerman (era avanti 63 42, ha perso 36 64 63)….,mi è piaciuto il lituano Grighelis, 19enne che si allena in Italia ( a Bergamo ?).. infatti parla e impreca in un ottimo italiano…magari si potrebbe naturalizzarlo.
    Era a Padova accompagnato da Menga…

    Ho visto anche parte del match fra Zucchini e Barbieri…match dai 2 volti, Barbieri avanti 62 1-0…poi si è spenta la luce e ha perso 62 60… subendo il gioco di pressione della Zucchini…
    Non ho visto il primo set… quindi il giudizio “visivo” degli altri 2 set sulla Barbieri è chiaramente non lusinghiero, sia nel gioco che nell’atteggiamento tattico contro quel tipo di avversaria…pero’ appunto è un impressione di un ora di gioco.. e magari stava male e/o semplicemente ha avuto una giornata storta… visto che in precedenza aveva battuto una francese 250 al mondo.

    Mi dicono bene della Knapp, che è ai quarti con Zucchini e Zanchetta…
    Giannessi ha perso al terzo, ma lottando, contro il beniamino del circolo l’argentino Carry..

  26. Madmax

    kill..

    In parte noi per scelta facciamo un percorso differente (cioè appena possiamo giochiamo i 10.000) ma onestamente gran parte dell colpe sono nostre intendo come genitori o dei maestri per quelli che fanno la programmazione..

    All’estero tutti vanno a giocare i gruppi 1 e cmq i toreni più importanti e quindi crescono, noi al contrario andiamo a prendere punti prendendone pochi e avolte nemmeno quelli perchè non cresciamo mai.. Soprattutto preferiamo spendere meno giocando un 10.000 vicino a casa piuttosto che andare a fare frado 1 all’estero dove giocano i migliori..

    Come ho detto più di una volta il tennis è purtroppo un investimento, uno ovviamente è liberissimo di non farlo poi però non ci si lamenti.. Ovviamente molti già spendono ma diventa troppo importante iol come spenderli e cioè dando importanza alle cose che veramente contano..

  27. Kill Bill

    Max,
    ma allora dovremmo almeno avere qualche giocatrice in più tra le 100 al mondo Junior almeno nella seconda classifica, anzi li dovremmo essere presenti più di altri che preferiscono aspettare a fare il passo da Junior a 10.000.

    A Padova ci sono la Kolar 94 e la Mladenovic 93 ancora in corsa….

    Comunque non la troverei una cosa grave se fosse una scelta … quella di fare un passo alla volta senza bruciare i tempi preservando l’atleta ed aspettandolo nella crescita che è ( E’ ) diversa da individuo ad individuo.
    E’ una scelta ?

    Travaglia.
    Vorrei chiedere a gli esperti se avrebbero messo la mano sul fuoco anche quando era U 14 e U 16 età dove notoriamente si è già visto chi può e chi non può, e come mai , sarà un caso , il salto di qualità l’ha fatto con 2 allenatrici argentine e andando via dall’Italia….

  28. Madmax

    Ciao Eugenio..

    Ppurtroppo è normale che anche nella seconda classifica non ci siano italiani, perchè è la conseguenza della prima..

    Se uno non gioca con i top non capisce la differenza, continua a vivere nel mondo ovattato del Circolo non rendendosi conto su cosa deve migliorare e va in guerra con le ciabatte in mano.. 🙂

    Non a caso poi anche le classifiche migliorano con l’andare degli anni.. I geni poi pensano solo ad un discorso di maturità che ragghiungiamo un po’ più in la (e c’è anche del vero)mentre è soprattutto un problema di non sapere su che cosa lavorare.. 🙂

    Tra l’altro proprio l’essere buttati ripetutamente nella fossa dei leoni fin da subito con i forti (quando ovviamente un po’ di armi si hanno) è un ottimo modo per farli svegliare fuori..

  29. Stefano

    Tra le giovani (sotto i 18 anni), per quel poco che si riesce a vedere le junior, mi pare che la Rosatello sia la migliore. Marchetti non l’ho mai vista giocare, ma ne parlano bene. Il resto è nulla, in attesa delle 96 che ancora non sono giudicabili.

    Tra i maschi siamo messi decisamente meglio, almeno tre sicuri prospetti da top 100 li abbiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *