Claudio Panatta: “Idea future o challenger per il futuro”

di - 10 Luglio 2015

panatta

(Team Accademia Panatta)

di Luca Fiorino (@LucaFiorino24)

In occasione del girone finale del campionato italiano a squadre over 35 maschilemanifestazione senior della FIT che è iniziata oggi presso il magnifico circolo sportivo All Round di Roma, abbiamo intervistato il responsabile della scuola tennis, Claudio Panatta. Il tecnico nazionale ha raccontato ai “microfoni” di Spazio Tennis le ambizioni del circolo, come si svolgerà la manifestazione in questo weekend e quale sarà il livello medio.

Ci eravamo lasciati con il torneo senior Itf grado 3 ad aprile. Questo weekend ospiterete il girone finale del campionato italiano a squadre over 35 maschile. Possiamo ritenerlo un chiaro segnale di come stiate crescendo giorno dopo giorno all’interno di un circolo a dir poco meraviglioso?

E’ un circolo giovane che si sta evolvendo verso un livello più alto. Il potenziale è ottimo, inoltre queste manifestazioni fanno bene al circolo perché lo rende noto nell’ambiente ma soprattutto in Italia. Tutto ciò non può che far particolarmente piacere. A prescindere dall’importanza del campionato italiano, sottolineerei il fatto che giochino gli over 35 con tennisti ancora in attività. E’ una grande vetrina per noi ed un’ottima cosa per i soci che hanno modo di vedere un alto livello tecnico. Stiamo percorrendo un importante processo di crescita e non intendiamo fermarci qui.

Vista l’età dei partecipanti ci possiamo aspettare un livello decisamente buono. Non crede?

Il livello è molto buono perché ci sono alcuni 2.1 , 2.2, 2.3, per cui ragazzi che giocano bene a tennis. Tenendo conto che ci sono giocatori Atp più grandi  dal punto di vista anagrafico di quelli qui presenti, ciò fa capire che con le dovute proporzioni possiamo assistere a bei match con tennisti ancora in discreta forma. Inoltre parliamo di girone finale, per cui è stata fatta una scrematura e si vede da come giocano, ce ne sono alcuni davvero molto bravi.

Può spiegarci come si svolgerà la manifestazione nell’arco di questi tre giorni e quali squadre parteciperanno?

Ieri è stato effettuato un sorteggio che ha deciso quali fossero i primi due incontri di oggi fra le quattro squadre presenti. Oggi scenderanno in campo Tc Casalboni – Tc Bolzano e Ct Mario Stasi Lecce –Sc 2001 Vittorio Veneto. Domani il vincente di uno dei due incontri sfiderà il perdente dell’altra partita e viceversa. La formula prevede due partite di singolare ed una di doppio senza killer point e con super tie-break in caso di terzo set. Ovviamente uno dei due singolaristi non può giocare anche il doppio. Alla fine si vedrà chi avrà vinto più partite (in caso di parità ci sarà lo spareggio) e domenica verranno disputate le finali per stilare la classifica dal primo sino al quarto posto.

Prima mi diceva che non avete intenzione di fermarvi. Quali sono dunque i programmi futuri?

Abbiamo in programma di ampliare il palinsesto delle manifestazioni tennistiche, quindi inserire un torneo challenger o future all’interno del calendario, magari nel periodo primaverile prima degli Internazionali BNL d’Italia e del Garden, in assoluto il periodo più bello per il tennis romano. Ciò dipenderà dal tempo anche perché l’organizzazione di un challenger richiede almeno un anno e sono decisioni di carattere economico che devono essere condivise dal circolo e dalla proprietà. L’intenzione c’è, la predisposizione e le potenzialità pure, credo che prima o poi lo faremo. Di sicuro al momento continueremo con i torneo senior e con altre manifestazioni federali per ciò che riguarda gare a squadre e giovanili.

Ringraziamo Claudio Panatta per l’estrema disponibilità.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *