Gianluca Naso: “Ora sono più sicuro di me stesso”

di - 20 Giugno 2007

Gianluca Naso è uno dei giocatori più promettenti del panorama tennistico italiano. Naso, classe 1987, ha da non molto interrotto il suo rapporto lavorativo con Leonardo Caperchi, che sembrava a dire il vero arenatosi, almeno a guardare i risultati del giocatore siciliano. Da qualche mese Giallo, questo il soprannome, si allena con Fabio Rizzo, assieme a due compagni di scuderia, Aldi e Di Mauro. Un quartetto tutto siciliano che promette davvero bene..

Gianluca si trova questa settimana a Milano per un torneo challenger nel quale ha ricevuto una WC: “Ho avuto la fortuna nel sorteggio, che mi ha messo di fronte una wc, evitando quindi teste di serie. Ho affrontato Daniel Lopez (classe 1989 n.d.r.), che è una delle promesse del tennis italiano; in campo ho messo aggressività e personalità e sono riuscito nel mio intento. Una delle cose di cui sono più soddisfatto è il cambio di stile di gioco che ho adottato una volta passato con Rizzo; la cosa che più mi soddisfa è che non faccio fatica a continuare a giocare così, molto aggressivo e con un tennis votato all’attacco. Una volta che spingo con i colpi non mi viene mai spontaneo tornare indietro come poteva accadermi qualche tempo fa. Ogni giorno che passa mi adatto sempre di più a questo tipo di gioco.”

Oggi (20 giugno) Naso affronterà lo spagnolo Ventura, numero 192 ma che è stato nei primi 70 due anni fa. “Gioco con Ventura, che è stato anche primi 100. Un giocatore che ha grande esperienza e che soprattutto non ti da mai ritmo: fa 8000 smorzate, poi tira veloce, poi tira piano, poi pallonetto. Dovrò essere ancora più aggressivo in modo tale da non permettergli di scegliere il colpo migliore da effettuare. Non dovrò farlo giocare!”

Capire cosa è cambiato tra il 2006 completamente negativo e questo buon inizio di 2007, è tutto nelle parole di Gianluca: “L’anno scorso al terzo set non ho mai vinto. Giocavo bene un set e poi alla prima minima difficoltà mi scoraggiavo trovandomi subito sotto nel punteggio. Ero troppo ansioso e avevo troppi problemi per la testa. Quando si arriva al terzo set è spesso questione di 1-2 punti che fanno girare la partita e se non giochi tranquillo, gli incontri ti scappano sempre via. Adesso, che sono più tranquillo, e anche più sicuro di me stesso, al terzo set la musica cambia

Gianlcua Naso giocherà tutti i challenger su terra rossa del circuito italiano ma tra qualche settimana si dedicherà alle qualificazioni dei tornei Atp: “Oltre ai challenger proverò a fare anche qualche torneo di qualificazione a livello Atp, soprattutto nei mesi di agosto e settembre.

In bocca al lupo Giallo..

© riproduzione riservata

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *