Giulia Gasparri racconta la vittoria di Volos: “Un torneo che ha dell’incredibile!”

di - 3 Novembre 2009

Giulia Gasparri

Giulia Gasparri ci ha regalato un bellissimo Bis.. Ricorderete sicuramente l’articolo che avevamo realizzato dopo la vittoria di Giulia a Melilla; siamo oggi ancora più contenti di potervi raccontare un nuovo trionfo in terra greca.

Quale miglior modo di festeggiare il proprio diciottesimo compleanno, se non vincendo un torneo? Giulia, classe 1991 e 743 Wta (ma salirà lunedi prossimo grazie alla vittoria di Volos), ha raggiungo la maggiore età il giorno prima della finale ed è diventata, di diritto, una delle ragazze più interessanti tra le giovani del nostro panorama tennistico.

E’ il mio secondo titolo! Sono molto soddisfatta di questa vittoria e tutto sommato anche della mia prima stagione Wta, nonostante qualche passo falso; c’è infatti sempre qualche partita sulla quale recriminare, qualche occasione creatasi e poi sprecata.” – queste le prime parole di Giulia, rilasciate a Spazio Tennis.

Questo torneo ha quasi dell’incredibile! E’ iniziato molto male, perché i bagagli mi sono arrivati solo dopo 3 giorni e ho dovuto giocare il primo turno con una Pure Drive si un socio del circolo!!! Vincendo la partita ho capito che se si vuole vincere, ci si può riuscire nonostante le condizioni sfavorevoli. Poi di giorno in giorno le cose sono andate sempre meglio. La partita più convincente è stata assolutamente la semifinale contro la bulga Zafirova, alla quale ho lasciato solo due giochi. La superficie (carpet) a me piace molto, anche se l’aderenza non era delle migliori. In questi mesi ho accresciuto la mia autostima, anche se devo ancora lavorare molto sulla determinazione e sull’atteggiamento. Ho migliorato la solidità da fondo campo, la copertura della rete e la percentuale nel servizio. Ma ovviamente c’è ancora tanto da lavorare!!

Nonostante le sia già accaduto qualche mese fa, la sensazione al momento della vittoria finale non deve essere di poca rilevanza.. “Beh, l’emozione di una finale è sempre tanta. Fortunatamente sono riuscita a gestirla bene nell’arco del match, avendo solo un calo di concentrazione a metà del primo set, che ho vinto al tie-break, ma che conducevo 4-1. Complimenti anche alla mia avversaria, che l’anno scorso aveva vinto il torneo: ha buoni fondamentali e grinta da vendere. Un ringraziamento anche a tutto lo staff organizzatore, che è stato gentilissimo con me fin dal primo giorno e un ringraziamento speciale al mio allenatore.

© riproduzione riservata

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *