Valentine Confalonieri: “Ho iniziato quasi per caso..”

di - 18 Ottobre 2007

Veduta di Settimo San Pietro dal Tc Settimo..

Nella splendida cornice del Tennis Club Settimo San Pietro, una luce ha brillato più delle altre: la luce di Valentine Confalonieri. La ragazza di Sanremo, al secondo torneo ufficiale da pro, ha subito raggiunto i quarti di finale, superando Balducci e Popa. Non sono molte le ragazze italiane che hanno raggiunto un tale risultato all’età di 15 anni, come ha fatto Valentine, e gli appassionati di tennis nostrano possono forse sperare di avere una nuova giocatrice su cui puntare. Abbiamo raggiunto telefonicamente Valentine in quel di Settimo San Pietro per conoscerla un po’, tennisticamente e non..

Allora Valentine, iniziamo dal nome..la prima curiosità..
Iniziamo dicendo che sono italiana a tutti gli effetti ed entrambi i miei genitori sono italiani. Sono però nata, casualmente, in Francia e precisamente a Monaco. Probabilmente anche a causa di influenze transalpine i miei genitori hanno scelto il nome Valentine..

Quando e perché hai iniziato a giocare a tennis?
Ho iniziato ad 8 anni un po’ per caso. Non sono cresciuta in una famiglia di tennisti, semplicemente volevo fare uno sport all’aperto e il tennis era l’ideale.

Adesso dove ti alleni?
Mi alleno a San Remo, dove vivo da sempe, con Bob Brett.

Iniziamo a parlare di tennis giocato, quali sono le tue caratteristiche?
Diciamo che sono un’attaccante da fondo campo. Mi piace spingere su tutti i colpi, in particolare con il diritto, sicuramente il mio miglior colpo; il rovescio lo gioco a due mani. La cosa che devo migliorare di più e su cui lavorerò tantissimo durante la preparazione invernale è l’aspetto fisico: devo rinforzare le gambe.

C’è una giocatrice a cui ti ispiri o che segui in maniera particolare?
In realtà non guardo tantissimo tennis, preferisco giocare.. Non mi ispiro a nessuna giocatrice, ma se devo fare un nome dico Justine Henin.

15 anni e 6 mesi. Non sono tante le tenniste italiane che hanno raggiunto i quarti di finale in un torneo Pro. Una motivazione in più per credere in questa carriera?
Posso dirti che ho capito di voler fare questa nella vita.. Ci provo..

In questi tornei che hai disputato qual è stata la tua miglior partita?
In realtà non credo di aver giocato grandi partite, ti posso dire il match di primo turno qui a Settimo contro la Balducci, vinto 76 al terzo, perchè è stata una bella lotta; però, ad esempio, il secondo set l’ho perso 60 senza giocare..è stata davvero una partita lottatissima che mi ha dato soddisfazione.

Non hai giocato molti tornei junior fino ad ora. Una scelta?
Si, non ho giocato molto a livello junior, anche se con i pounti che ho accumulato nei pochi tornei, giocati comunque abbastanza bene, potrei riuscire a giocare gli slam junior in futuro.

Chiudiamo con la tua programmazione..
Settimana prossima vado a giocare a Siracusa ed in Sicilia disputerò il mio ultimo torneo. A Gennaio ho in programma un mese di tornei in Sudamerica..

Grazie Valentine, a risentirci presto e in bocca al lupo per tutto!
Crepi, grazie. Ciao..

Intervista realizzata da Alessandro Nizegorodcew

© riproduzione riservata

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *