Camozzi Open, prima giornata senza sorprese

di - 16 Giugno 2016

Fabian Mazzei

Esordio senza scossoni al Camozzi Open, il torneo internazionale di tennis in carrozzina ospitato dal Forza e Costanza di Brescia. Sulla terra di via Signorini, nella giornata di giovedì, è caduta una sola testa di serie, la numero 8 del tabellone maschile Diego Amadori, ma la qualità del suo avversario fa sì che non si possa parlare di una vera sorpresa. A vincere è stato il russo Leonid Shevchik, che rende all’italiano soltanto tre posti nel ranking mondiale, 187 contro 184, e che curiosamente affronterà ora l’altro Amadori, Marco (a segno su Zedda), omonimo di Diego ma senza vincoli di parentela. Esordio convincente per Ivan Tratter, giovane altoatesino che rappresenta il futuro azzurro in questa disciplina, e che ha lasciato soltanto due game ad Angelo Finini. Per lui domani è previsto il derby azzurro con il bergamasco Paolo Cancelli (6-2 6-2 a Sabatelli). In realtà di derby ce ne saranno diversi, in un main draw che vede l’Italia come protagonista assoluta. I favoriti però sono un polacco e un austriaco, Tadeusz Kruszelnicki e Martin Legner, entrambi in passato sul terzo gradino mondiale e ora decisi a recitare un ruolo da protagonisti nella settimana bresciana.

A tentare di fermarli ci sarà soprattutto il solito Fabian Mazzei, il campione bolognese che ha trovato nella bresciana Active Sport – società che organizza l’evento – una nuova casa. Fabian proprio lo scorso anno riuscì finalmente a sfatare il tabù Legner, ma finì per arrendersi all’ultimo atto contro il francese Dalmasso. Quest’anno ci riprova partendo da un secondo turno contro Mario Cabras, nella sezione di tabellone che comprende anche il numero 5 Spano e che è presidiata dal primo favorito Kruszelnicki, in scena domani contro il bresciano Franco Gnani. Tra le donne, tutto facile per Anna Maria Bertola e Monica Quassinti, mentre Denise Boldi ha sofferto nel secondo parziale per avere ragione della russa Korotkina. Nel main draw in rosa, Giulia Capocci e Stefania Galletti (detentrice del titolo) sono le due atlete da battere. “Sono decisa a ripetermi – ha spiegato la torinese Galletti – sull’onda del bel successo del 2015. Qui mi trovo bene ma il livello è sempre alto, dunque dovrò fare attenzione fin dall’inizio. Il lavoro non mi permette di allenarmi come vorrei, ma l’obiettivo è fare un ulteriore passo avanti”. Domani si comincia alle 8.30 con doppio turno: ottavi e quarti maschili, quarti e semifinali femminili. Sempre con ingresso gratuito.

Risultati

Maschile, 1° turno: Gnani b. Grande ritiro, Cancelli b. Sabatelli 6-2 6-2, Tratter b. Finini 6-2 6-0, Cabras b. Boriva 6-3 6-1, Mancuso b. Servadei 3-6 6-2 6-2, Spano b. Carlucci 6-4 5-7 6-1, Shevchik (Rus) b. D. Amadori 6-2 6-4, M. Amadori b. Zedda 6-2 6-4, Curioni b. D’Imperio ritiro, Moretto b. Zola 6-1 6-4, Riccardi b. Villani 6-1 6-3, Miele b. Brischi 6-2 2-6 6-2. Femminile, 1° turno: Boldi b. Korotkina (Rus) 6-2 7-5, Quassinti b. Ferrini 6-0 6-0, Bertola b. Faccoli 6-0 6-0.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *