Diario di Bordo da Pomezia (4)

di - 8 Aprile 2011


(Martina Di Giuseppe a Pomezia – Foto Nizegorodcew)

di Alessandro Nizegorodcew

Oggi me la posso prendere con un po’ di calma, visto che si comincia alle 12 con la finale del doppio. Arrivo a Pomezia quando è appena iniziato il match tra Sulpizio/Giovine e Davato/Sabino. La partita è molto combattuta e termina solamente al super tie-break. Qui la coppia italo-italo-svizzera (!) sale 9-4. La Davato vede bene di commettere due doppi falli consecutivi e, grazie anche a due bei punti, Sulpy e la Giovine si riportano sotto 9-8. Ma Benedetta si rifà immediatamente e gioca un punto splendido da fondo, in pressione continua con il rovescio stretto e il diritto a sventaglio, sino a costringere Sulpy all’errore. Nel video potete vedere nel “non-dichiarazioni” del post-partita, insieme ad una foto delle vincitrici.

[youtube hyQIKH9rXaw]

Prima della semifinale tra Remondina e Bona vado a pranzo alla mensa insieme a Francesco Mupo, con il quale curerò il servizio per Supertennis. Gricia e insalata di pollo… onesta.

La prima semi, per la Remondina, inizia come tutti i match di questi giorni: MALE. Giulia non trova le misure, è (giustamente) nervosa e non riesce a prendere campo ad una Annalisa Bona invece quasi perfetta. Diritto potente e pesante, rovescio in back fastidiosissimo. Arriva Digiu e ci mettiamo a parlare del match: “Anna non solo gioca benissimo il back, ma non lo sbaglia mai.. Io non ci ho mai giocato, ma pensa che partita può venir fuori tra me e lei..” Diventerebbe, lo aggiungo io, il Campionato del Mondo di Back Spin di Rovescio. La Remondina si riprende e vince il secondo set 7-5 (da 4-5) e sembra ritrovare un po’ del suo tennis; ma Annalisa insiste con il suo schema, sale 5-4 al terzo e, dopo un “vaffanculo” punito dal warning (“E’ il primo warning della mia carriera” – ha esclamato Annalisa a fine match), spreca due match points e chiude alla terza opportunità.


(Annalisa Bona – Foto Nizegorodcew)

Intanto passa un bambino di 4 anni correndo e Digiu esclama: “Guarda come corre sto bambino!” Io le rispondo laconico: “Sicuramente più di me e te!” A parte gli scherzi, oggi Martina Di Giuseppe ha svolto il primo doppio allenamento da mesi a questa parte e a lei va un grande in bocca al lupo da tutta la redazione di Spazio Tennis, affinché la si possa rivedere prestissimo in tornei ufficiali, possibilmente vincendoli!

Intervisto Giampaolo Coppo, persona che si fa sempre ascoltare con piacere. Un uomo che vive e mastica tennis da anni… Arrivano Karin Knapp e Francesco Piccari. Karin vede delle foto di alcuni cuccioli in bacheca e si esalta, ma Francesco la stoppa immediatamente!

Ricevo gli aggiornamento da parte di Roberto Commentucci, che è all’Eur per le semifinali del 15.000$ maschile. Appena Roberto torna in ufficio chiamo il mitico Peppe Pozzi. Entrambi mi parlano benissimo di Giannessi, sia come persona che tennisticamente. “Si merita di fare grandi risultati; ha un atteggiamento in campo davvero encomiabile.” – il commento di Peppe.

Scendono in campo Grymalska e Chakhnashvili. La georgiana è ancora troppo per l’azzurra. 62 63 piuttosto rapido e netto, anche se la Gryma sta dimostrando di essere cresciuta, tecnicamente e mentalmente. Può salire molto in classifica quest’anno.

Mentre tutte le giocatrici cercando di capire dove sia il circolo di Pomezia 2, spedisco il comunicato stampa di giornata, ovviamente con relative foto, e mi incammino verso casa. Anche perché a mezzanotte faccio 29 anni, sto invecchiando, ho bisogno di riposo!

© riproduzione riservata

17 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *