VII torneo internazionale di Roma All Round: Day 4

di - 13 Aprile 2016

All Round

di Luca Fiorino (@LucaFiorino24)

Termina sotto la luce dei riflettori della tribuna centrale il programma odierno del VII torneo internazionale di Roma All Round, il torneo senior che Spazio Tennis vi sta raccontando giornalmente. Quest’oggi gli incontri sono stati condizionati da un tempo nuvoloso e da un fastidioso vento che non ha però di fatto creato troppi problemi ai giocatori. L’inizio del programma, previsto per le ore 10:00, non ha però subito variazioni di alcun tipo. In campo, oltre alle varie categorie over maschili esclusi i +35, +40, +45, +50, anche il torneo femminile e i doppi maschili ad entusiasmare la platea.

Ad inaugurare il campo centrale quest’oggi è stato l’incontro tra Marco Dede e Giuseppe Sallusti. Il numero due del seeding ha portato a casa il match in due set mantenendo quasi sempre il controllo della gara. Nella stessa categoria, over 60, esce di scena la testa di serie numero 4, Bo Martensson, per mano di un ottimo Claudio Rossetto. L’azzurro concede due soli game allo svedese, incapace di tenere lo stesso livello di Rossetto. Molto più lottato il match tra Luigi Lanza e Maurizio Cardi: la t.d.s n°8, dopo aver fatto suo il primo parziale al tie-break, è riuscito a prevalere grazie ad una maggiore regolarità. Esce a sorpresa, col punteggio di 6-1 6-1, Giancarlo Nucci, il favorito numero uno della categoria. Notevole la performance offerta da Carmelo Galati, a tratti apparso davvero ingiocabile. Sul fronte stranieri avanti il polacco Asiek Resner, trionfante su Paolo Donati, mentre lascia la manifestazione Detlef Kaczinski, tedesco t.d.s n°3, battuto da Ermanno Carmelini. Chiudono il quadro della suddetta categoria i successi di Daniele Cattaneo e Paolo Moscelli, abile quest’ultimo a lasciare un solo misero game al proprio rivale.

Tanti risultati senza storie tra gli over 65. Esordio sul velluto per le tanto attese teste di serie n°1 e 2. Andrew Rae, numero 2 al mondo della categoria, si sbarazza del proprio avversario con un sonoro 6-0 6-2 di Giampiero Conrado. Poco da fare per l’italiano, davvero ampia la forbice tennistica tra i due. Non da meno la prestazione dell’altro protagonista tanto aspettato, Alain Vaysset, uscito vincitore per 6-0 6-1 dall’incontro che l’ha visto opposto a Paolo Broccatelli. Concretezza e sagacia tattica ma non solo: il transalpino è piaciuto a tanti. Proseguono il loro cammino anche Riccardo Cianci, t.d.s n°3, Giovanni Mancini e Antonio Ramacciotti. Approda ai quarti di finale anche Claus Pedersen, danese che tanto aveva impressionato ieri. A farne le spese è stato Bruno Orecchio, autentica certezza in quanto a presenza e bravura nel circuito veterani. Out il tedesco Anton Klima, regolato da Claudio Russo col punteggio di 6-3 6-2.

Sui campi in terra rossa del circolo romano debuttano i big, di nome e di fatto, del VII torneo internazionale di Roma All Round. Il campione in carica, Gino Cerri, conferma lo status di t.d.s n°1 battendo Adolfo Russo per 6-0 6-3. Una forma atletica invidiabile ed un tennis vintage di prim’ordine a deliziare gli spettatori presenti quest’oggi. Notevole anche il livello di gioco mostrato da Antonio Claudi, t.d.s n°2, abile a lasciar per strada un solo game in tutto l’incontro. Qualche difficoltà in più per Silvano Santi che estromette dal torneo Claudio Macchiavelli al termine di una partita che ha cambiato più volte padrone. Il risultato d’altronde ne è la prova: 2-6 6-1 6-0. Torna in Francia Herve Seigle, sconfitto da Roberto Poggetta con un duplice 6-3 mentre salutano l’All Round anche Fabio d’Ascola, t.d.s n°4, ed Enrico Maggiorani battuti da Enrico Venuti e Mauro Mosconi. Concludono e delineano il tabellone le partite vinte da Riccardo Martucci e Roberto Mauro.

Anche il femminile non manca di regalare incontri di assoluto interesse e spessore. Vince Elisabetta Pulera su Isabella Picece col punteggio di 6-3 6-2. Brava la t.d.s n°2 a costringere l’avversaria a rincorrerla nel punteggio dal primo all’ultimo scambio senza mai darle modo di rimetterla in gara. Senza storie il match tra Patrizia Zacchi e Natalia Ostroukhova. La russa continua a prendere stese epocali dopo la roboante sconfitta di ieri. Questa volta riesce nell’impresa di conquistare almeno un game nel primo parziale.

Sono stati invece 5 i match di doppio divisi tra i vari campi dell’All Round. Impegnati nella disciplina le categorie +50 e +40: nessun terzo set e spettacolo assicurato. Da sottolineare la prova del duo composto da Dario Roscioli e Pasquale Saccone, vincitori su Marco Catelli e l’indiano Rakesh Kohli per 6-2 6-3. Fuori a sorpresa Paolo Pulera in coppia con Hannes Lienbacher, t.d.s n°2, battuti da Marco Cesaretti e Alessandro Fiorletta, mentre si aggiudicano il proprio match Massimiliano Gatti e Gino Danilo Grilli che fanno valere lo status di t.d.s n°1.

La competizione entra sempre più nel vivo. La vera e clamorosa novità potrebbe essere rappresentata dalla diretta web delle finali. Continuate a seguirci, non ve ne pentirete!

 

 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *