Tennis Europe Trieste: convincenti esordi per Paoletti, Perego e Rossi

di - 22 Giugno 2015

IMG_3483

di Giulio Gasparin (@GiulioGasparin)

Si è aperta con una lunga giornata fitta di incontri la 14a edizione del torneo triestino di Tennis Europe riservato agli Under 12, primo intitolato all’ex direttore del circolo e promotore di un torneo Under 12, Claudio Giorgi. In un lunedì dal clima decisamente poco estivo, sulle alture del carso si è scongiurato l’incubo pioggia e si è proceduto fino a quasi completare i primi turni sia maschili che famminili.

Nella bella cornice del Tennis Club Triestino, dove ieri si è compiuto un passo importante verso il raggiungimento della A1 da parte del team locale, sono stati tanti i match che vedevano interessanti nomi del panorama giovanile nazionale ed internazionale sfidarsi per un pass per il secondo turno.

Nel tabellone femminile, tutti gli occhi erano puntati su Matilde Paoletti, vincitrice dei campionati italiani under 11 meno di un anno orsono e semifinalista al Lemon Bowl di questa stagione. Per la Paoletti si è trattato di un facile esordio contro la Lucky Loser belga Oceane Lopez, a cui non ha lasciato nemmeno un game: un 6-0 6-0 confortante per l’azzurrina. La sua avversaria sarà Zdena Safarova, che, oltre ad un nome importante di questi tempi, porta con sé un buono stato di forma, dopo i quarti di finale nel torneo casalingo di Hradek nad Nisou. La Safarova ha piegato la resistenza di Sofia Antonella Caldera con un doppio 6-4. Nella stessa sezione di tabellone, ovvero l’ultimo quarto, Giulia Barberini, giocatrice di passaporto polacco e proveniente dalle qualificazioni, ha battuto la slovena Nika Strasek 6-1 7-6(1).

La più grande sorpresa di giornata è stata forse l’eliminazione di Asia Serafini, finalista del torneo di doppio di Padova la scorsa settimana, sorpresa dalla qualificata tailandese Punnin Kovapitukted. L’azzurra, dopo aver perso il primo set 6-2, ha provato una reazione nel secondo set, chiudendolo a proprio favore al tiebreak, prima di cedere nuovamente 6-2 nel terzo, complici anche le tossine di un’intensa settimana padovana.  Da questo quarto di finale uscirà sicuramente una giocatrice non italiana, poiché le altre due azzurre di questo spicchio di tabellone, entrambe entrate grazie ad una wild card, hanno ceduto per mano di tenniste straniere. Così a contendersi un posto tra le ultime quattro ci saranno la qualificata nipponica Rio Osegawa, vittoriosa per 6-4 6-3 su Giulia Martinelli, la già citata Kovapituketed, e altre due qualificate: la georgiana Nino Natsvlishvili, che ha battuto la croata Kornelia Huncak in due set al cardiopalma 7-6(4) 7-6(3), e la svizzera Maria Michaela Fiacan, reduce dalla vittoria del torneo di consolazione di Padova, vittoriosa su Emma Rizzetto con un doppio 6-1.

Nulla da fare per Giulia Paterno, che ha combattuto con le unghie nel match più lungo e sofferto di giornata da cui è però uscita sconfitta contro la russa Maria Bondarenko. La tennista dal cognome illustre nel tennis femminile si è aggiudicata il match in rimonta chiudendolo 3-6 7-6(3) 7-5. Per lei ci sarà un giorno intero per riposare, siccome il suo secondo turno non sarà prima di mercoledì, quando se la vedrà con la slovena Maja Zucchiati, che ha avuto la meglio di Veronica Sirci 6-2 7-6(2). Nella stessa sezione, un’altra confinante con le terre del Friuli Venezia Giulia è avanzata a discapito di una tennista azzurra ed è stata l’austriaca Roxana Repasi, che ha sconfitto Alice Benvegnu 6-2 6-4. Saranno dunque tutte su Lisa Pigato le speranze di vedere un’italiana avanzare nella parte alta del tabellone tergestino. L’azzurra, dopo il titolo vinto la scorsa settimana a Padova e quello di qualche mese fa al Lemon Bowl, aprirà domani contro la Lucky Loser croata Matea Biondic.

La vittoria di Johanna Halper 6-4 4-6 6-4 su Ginevra Parentini Vallega Montebruno ha portata l’Austria ad un deciso 2-0 di giornata negli scontri con l’Italia al femminile, mentre ha pareggiato i conti con la Russia Alice Gubertini, che ha sconfitto Sofia Matiushova 6-3 6-2. Completano questa parte di tabellone l’azzurra Syria La Cerra, vittoriosa sulla croata Maja Stanic 6-1 6-2, e la qualificata slovena Sara Lisjak, che ha battuto in rimonta Virginia Ferrara 5-7 6-2 6-3.

Il programma maschile aveva aperto le danze sul pittoresco campo centrale con la sfida tra lo sloveno Jon Lan Suntar e la Wild Card Peter Buldorini. Il ragazzo azzurro ha onorato la fiducia datagli con una prestazione coraggiosa, ma si è dovuto arrendere al suo avversario d’oltreconfine per 7-6(1) 6-4. Cercherà già domani di vendicarlo Enrico Baldisserri, che ha piegato la resistenza din un altro azzurro, questa volta proveniente dalle qualificazioni, Francesco Testori Tesfagabri Yosiof, con il punteggio di 7-5 6-2. Nell’altra metà di questo quarto sono avanzati l’unico tedesco in tabellone qui a trieste, Feodor Richter, che ha messo fine con il punteggio di 7-6(3) 6-2 all’aventura partita dalle qualificazioni di Alessio Tramontin, e Alexander Gammariello, che ha battuto il connazionale Manfredi Vergine con un doppio 6-2.

Marko Andrejic ha portato sul 3-0 l’Austria in questa prima giornata di Tennis Europe a Trieste, sconfiggendo il qualificato azzurro Alessandro Gavelli 6-3 6-1, guadagnandosi un posto al secondo turno dove affronterà il russo Aristarkh Safonov, che ha aperto la sua campagna in terra triestina con una roboante vittoria su Filippo Carpi, a cui ha rifilato un netto 6-1 6-0. Resta in corsa in questa parte di tabellone Angelo Rossi, semifinalista dei campionati italiani under 11 dello scorso anno, che ha vinto con un doppio 6-2 sul qualificato Alessandro Valletta, mentre giocherà domani Simone Cavalleri contro l’egiziano Hussein El Tawil.

Nella parte alta del tabellone, Giulio Perego ha portato in campo la forma trovata a Padova dopo aver vinto il torneo di consolazione e ha battuto il connazionale Gabriele Datei 6-0 6-3, guadagnandosi un secondo turno in programma già domani contro il qualificato Simone Poeta, che ha sconfitto il russo Artem Salomatov 6-2 6-3. Nulla da fare per la Wild Card locale Pietro Pampanin che si è battuto con onore contro lo sloveno Lun Obrul, ma non è riuscito a rovesciare i pronostici arrendendosi per 6-3 6-2. Per lo sloveno ci sarà un altro azzurro domani dall’altra parte della rete con Gabriele Piraino, che si è aggiudicato il derby contro Enrico Lanza Cariccio con un tirato 7-6(7) 6-2.

Nel quarto dove tutti gli occhi sono puntati sul vincitore dei campionati italiani under 11 dello scorso anno Giorgio Tabacco, che debutterà domani, ha sudato e non poco Federico Lovato, che dopo gli sforzi delle qualificazioni, ha rimontato un set a Jacopo Bilardo, vincendo con un roccambolesco 4-6 7-6(5) 6-0. Per l’azzurro ci sarà un giorno per recuperare le forze prima di affrontare ilcroato Roko Baskovic, vincitore oggi su altro qualificato di maglia azzurra, Tommaso Spinelli, al termine di un match maratona chiusosi 7-6(2) 5-7 6-2.

In serata si sono giocati anche i primi incontri di doppio, i cuoi tabelloni entraranno nel vivo già da domani.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *