Bergamo: Si qualificano Trevisan e Gaio

di - 11 Febbraio 2014


(Matteo Trevisan – Foto Milesi)

Il giovane azzurro sciupa troppo e cede a Konstantin Kravchuk. Una sconfitta che fa parte del processo di maturazione. Si qualificano Trevisan e Gaio: il faentino sfida Bolelli.

Matteo deve crescere. Nel primo match del tabellone principale, il giovane Donati ha giocato alla pari con un “cagnaccio” come Konstantin Kravchuk (n. 175 ATP), molto insidioso su questi campi e reduce dalla prima convocazione in Coppa Davis. A Bergamo si è presentato con la tuta della sua nazionale. Ha un ottimo servizio (peraltro con un gesto tecnico particolare: colpisce la palla in fase ascendente) e un bel dritto piatto, la cui esecuzione ricorda vagamente quella di Tomas Berdych. Il giovane alessandrino ha giocato alla pari, ma ha letteralmente buttato via il secondo set. Giocando una partita diligente, Donati era salito 3-0 nel secondo set dopo aver perso il primo, ma si è distratto e fatto riprendere. Ancora peggio nel tie-break, dove ha sciupato un vantaggio di 6-1. Ha giocato malissimo i cinque setpoint: con distrazione i primi due, poi sul 6-5 ha commesso un doppio fallo. Non ha più messo in campo la prima di servzio e, pur annullando un matchpoint con un bel dritto a uscire, ha ceduto 9-7 per la delusione del pubblico. Un terzo set sarebbe stato molto interessante. Donati è un ragazzo interessante, senza reali debolezze, anche se l’apertura del dritto richiede un pizzico di tempo e non è sempre possibile sui campi veloci. Il servizio rende piuttosto bene (qualche tempo fa ha cambiato il movimento dei piedi), ma la percentuale di prime palle è stata troppo bassa (appena 48%). Con un 15-20%, in più, probabilmente, l’esito sarebbe stato diverso. Il ragazzo è rimandato all’anno prossimo, quando spera di poter giocare il Trofeo Perrel-Faip senza aver bisogno di wild card. L’obiettivo stagionale è chiudere tra il 250 e il 300 ATP. Partendo dalla 421esima posizione, e con tanti tornei da giocare in Italia, l’obiettivo sembra fattibile. A patto che sappia mettere a frutto l’esperienza.

Per un Matteo che abbandona il PalaNorda, ce n’è un altro che ha fatto sorridere gli appassionati in mattinata. Matteo Trevisan, ex numero 1 ITF under 18, ha avuto una carriera difficile. Mai oltre la 267esima posizione, nel 2012 aveva praticamente smesso. Un paio di buone prestazioni in Serie A1 gli hanno ridato fiducia e nel 2013 ha giocato una discreta stagione. A Bergamo è parso concentrato e tirato a lucido sul piano fisico. La sua pesantezza di palla, specie con il dritto, ha disinnescato gli attacchi del gigante Franko Skugor, battuto in due tie-break. Trevisan ha giocato bene i punti importanti, suo storico tallone d’achille. Il sorteggio gli ha messo contro il ceco Jaroslav Pospisil, e Matteo avrà più di una motivazione: i due si sono affrontati qualche mese fa in Serie A1, nel match tra TC Cagliari e SC Casale. Vinse il ceco, che infilò Trevisan con un clamoroso passantino tirato con la sinistra. Le qualificazioni hanno regalato un altro sorriso all’Italia: centra il main draw Federico Gaio, classe 1992, vincitore nel derby contro Roberto Marcora con il punteggio di 7-6 6-4. Ex top-20 ITF, il faentino ha pescato Simone Bolelli e si godrà uno scenario importante nella Night Session di martedì. I due quarti di finale colti a inizio anno in due futures israeliani (dove ha perso solo contro il forte Weintraub) sono un buon viatico per Gaio. Gli altri due qualificati sono l’inglese Edward Corrie e l’ex campione di questo torneo, Karol Beck. Sono entrambi stati sorteggiati con giocatori italiani, rispettivamente Marco Cecchinato e Matteo Viola. La giornata di martedì prevede l’esordio di altri due italiani: Lorenzo Giustino (match difficile contro Damir Dzumhur, numero 2 del tabellone) e Andrea Arnaboldi, molto in forma nel periodo, opposto all’uzbeko Farrukh Dustov.

Ultimo Turno Qualificazioni

Edward Corrie (GBR) b. Grzegorz Panfil (POL) 7-5 6-2

Federico Gaio (ITA) b. Roberto Marcora (ITA) 7-6(4) 6-4

Karol Beck (SVK) b. Yann Marti (SUI) 6-3 6-4

Matteo Trevisan (ITA) b. Franko Skugor (CRO) 7-6(5) 7-6(5)

Primo Turno Tabellone Principale

Marton Fucsovics (UNG) b. Egor Gerasimov (BLR) 6-3 7-6(3)

Konstantin Kravchuk (RUS) b. Matteo Donati (ITA) 6-4 7-6(7)

Ricardas Berankis (LIT) b. Martin Fischer (AUT) 7-5 6-3

Laurynas Grigelis (LIT) b. Andrea Falgheri (ITA) 7-6(7) 7-5

Primo Turno Doppio

Riccardo Ghedin-Claudio Grassi (ITA-ITA) b. Gianluigi Quinzi-Adelchi Virgili (ITA-ITA) 7-6 7-6

James Cluskey-Fabrice Martin (IRL-FRA) b. Marco Cecchinato-Damir Dzumhur (ITA-BIH) 7-5 6-4

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *