Settimana azzurra, Travaglia e Trevisan a segno

di - 15 Settembre 2014

Stefano Travaglia
(Stefano Travagia – Foto Nizegorodcew)

di Giacomo Bertolini

TRAVAGLIA E TREVISAN A SEGNO…LA SETTIMANA ITF E’ AZZURRA!

Settimana di grandi risultati nel circuito Itf per i nostri portacolori, particolarmente ispirati sia in campo maschile che in quello femminile. Partendo dagli uomini torna al successo in quel di Carthage (15k, terra) il nostro Stefano Travaglia, bravissimo a mantenere fede alla sua prima testa di serie fino alla finale, vinta di misura contro il lanciatissimo talento francese Hamou per 64 46 63. Amaro invece l’epilogo negli States per Salvatore Caruso, ko nella finale di Clermont contro il padrone di casa Dennis Nevolo; il tedesco Florian Fallert si impone a Santa Margherita di Pula (10k terra) a spese di un ottimo Gianluca Mager per 61 36 63. Concluso il capitolo azzurro spazio al torneo di Toronto (15k terra) dove cala il poker stagionale l’americano Bjorn Fratangelo (64 62 a Quigley), splendido acuto a Mulhouse per il giovane talento russo classe 1996 Karen Kachanov. Rimanendo in tema di nuove promesse ottimo successo casalingo per Liam Broady (classe ’94), al terzo centro dell’anno a Wrexham, benissimo anche il croato Mate Pavic a Madrid (10k cemento), vincitore per 63 61 contro il grande favorito Arenas Gualda. Gioia doppia infine in casa Argentina con i due classe 1992 Nicolas Kicker e Agustin Velotti grandi protagonisti rispettivamente a Villa del Dique (ko Coria 75 61) e a Ibague (battuto in finale De Paula 63 61).

Archiviato il resoconto maschile largo alle donne e ai brillanti risultati azzurri, partendo dal primo successo in carriera di Martina Trevisan, splendida vincitrice del torneo su terra di Santa Margherita di Pula. Per la scommessa italiana classe 1993 finale perfetta contro la 19enne Cristiana Ferrando, promosse nel torneo sardo anche le semifinaliste Brescia e Palmigiano. Dal 10k di Santa Margherita di Pula al 50k su terra di Saint Malo, dove una rinvigorita Alberta Brianti cede di schianto, ma soltanto in finale, alla 19enne tedesca Carina Witthoeft; bella finale anche per Alice Savoretti, costretta alla resa in quel di Lleida (10k terra) dalla padrona di casa spagnola Lucia Cervera Vazquez (62 63). Nella fascia dei 25.000 dollari di montepremi invece si difende bene la rumena Mitu regina a Sofia, ok anche la belga An-Sophie Mestach e la russa Vitalia Diatchenko, abili nello sbancare il torneo di Batumi (62 60 a Ianchuk) e Mosca (63 61 a Rodina). Il cemento del torneo di Redding (25k) porta decisamente fortuna alla giovane tennista di casa Jennifer Brady, al primo sigillo Itf contro la connazionale Embree, ma a mettere a segno il “più giovane” colpo della settimana è ancora una volta la grande speranza del tennis greco, la 17enne Valentini Grammatikopoulou, vincitrice del suo quarto titolo in carriera sulla terra del 10k serbo di Vrnjacka Banja (Herdzelas beffata in rimonta 16 63 76).

TENNISTA FUTURE DELLA SETTIMANA: KAREN KACHANOV (RUS)
MIGLIOR AZZURRO: STEFANO TRAVAGLIA
TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: CARINA WITTHOEFT (GER)
MIGLIOR AZZURRA: MARTINA TREVISAN

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *