Ivo é vivo!

di - 22 Luglio 2013

di Sergio Pastena

Come ci si sente a vincere un torneo dopo cinque anni di digiuno, a 34 anni, quando tutti ti hanno dato per finito e hai persino temuto per la tua salute per una meningite virale? Chiedere a Ivo Karlovic, che é appena tornato al successo a Bogotá e lo ha fatto alla sua maniera, sparando una raffica di ace a partire dal match d’esordio contro Londero per arrivare alla finale con Alejandro Falla. Giá, Falla, altro desaparecido in piena crisi che ritrova il gioco ma non riesce in finale ad arginare il lungagnone croato.

Cosí va in cantiere la prima edizione del trofeo colombiano, che ci ha regalato anche qualche soddisfazione con i quarti di finale di Matteo Viola, che é pure riuscito a portare al terzo set il forte canadese Pospisil. Altri dati interessanti: second turno per il dominicano Estrella, che assapora la vittoria nel circuito maggiore, prima volta anche per Emilio Gomez, nipote del grande Andres vincitore del Roland Garros.

Considerando che di Amburgo e Fognini abbiamo giá parlato, veniamo alla prossima settimana.

Tutti ad Umago!

Tre i tornei Atp 250 in programma e noi, con inguaribile campanilismo, partiamo da quello che ci interessa di piú, ovvero Umago. In Croazia, infatti, a contendere la vittoria al favorito Gasquet ci sono Andreas Seppi e Fabio Fognini, rispettivamente teste di serie numero 2 e 3 e beneficiari di un bye in apertura. Dopo di loro Dolgopolov, che qui ha giá vinto.

In tabellone troviamo anche il nostro Paolino Lorenzi, impegnato all’esordio contro Martin Klizan, mentre si é fermato nelle qualificazioni Viktor Galovic, sconfitto da Blaz Kavcic.

Il Re e i bombardieri

In Svizzera si gioca a Gstaad e tutti attendono la vittoria di Roger Federer, impegnato a ramazzare punti dopo un period a dir poco critico. Wawrinka, Tipsarevic e Monaco i nomi dei principali antagonisti, mentre si prospetta interessantissimo il primo turno tra Delbonis e Bellucci.

Picche per noi italiani: Francesco Vilardo si é fermato nelle qualificazioni e l’unico tricolore presente é Daniele Bracciali, che peró con Filip Polasek é la prima testa di serie del torneo di doppio.

Infine Atlanta, torneo di lancio verso gli Atp 1000 americani dell’estate. Inutile dire che il tabellone lo dominano i vari Isner e Anderson, con la presenze di Karlovic e Harrison a scompigliare un po’ il tabellone.

Presente anche il fratellino di Harrison, Christian, e addirittura il fratellone di Jack Sock, Erik, che ha ricevuto una wild card per le qualificazioni, dove troviamo anche Donald Young.

© riproduzione riservata

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *