Lo stakanovista

di - 15 Giugno 2014

stakanov

di Sergio Pastena

Eastbourne e ‘s-Hertogenbosch, i due sentieri che portano al Wimbledon sia al maschile che al femminile. Se a livello Wta, tuttavia, questi tornei vedono buona parte delle migliori ai nastri di partenza, per ciò che riguarda l’Atp i nomi sono decisamente meno altisonanti. Vediamoli, comunque.

Ferrerino sempreinpiedi

Nobless oblige, il torneo principale della settimana è in Olanda, dove si schiera l’unico Top Ten attivo della settimana anche se per il resto il ranking medio delle teste di serie è leggermente più alto. Il titolo di stakanovista del gruppo, manco a dirlo, spetta a David Ferrer, l’impiegato che non conosce pause caffè.

Atp Hertogenbosch

Dietro di lui una truppa di spagnoli (Verdasco, Bautista Agut, Granollers) e poi alcuni nomi interessanti per l’erba, tra i quali spiccano Vasek Pospisil e Nicolas Mahut, detentore del titolo. Pochi scampoli d’Italia nelle qualificazioni: Paolino Lorenzi si è arreso a Mate Pavic nel turno decisivo delle qualificazioni, mentre è prevedibilmente uscito subito il giramondo Enrico Becuzzi, un game contro l’americano Michael Grant.

Un guascone a Londra

In Inghilterra Top Ten non ce ne sono e il ruolo di prima scelta, ad onta degli albionici, spetta a un galletto: è Richard Gasquet a guidare la truppa dei pretendenti al titolo, anche se il vantaggio sugli inseguitori come Alexandr Dolgopolov è davvero minimo.

Atp Eastbourne

Altri a cui fare attenzione? Ce ne sono in abbondanza: da un Feliciano Lopez in ottime condizioni, al sempre pericoloso Ivo Karlovic passando per gli outsider per eccellenza come Tomic e Benneteau, che in questi tornei dicono spesso la loro. Niente gloria per l’Italia, visto che azzurri non ce ne sono né nel tabellone principale né nelle qualificazioni.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *