Mahut conquista Courmayeur

di - 7 Febbraio 2011

E’ il francese Nicolas Mahut a iscrivere per primo il proprio nome nell’albo d’oro del Valle d’Aosta Open, ATP Challenger di Courmayeur che è stato disputato sui campi veloci del Forum Sport Center.

Mahut ha avuto la meglio sul lussemburghese Gilles Muller per 7/6, 6/4 dopo 1 ora e 22′ di gioco.
Il primo set è scivolato via senza particolari sussulti, con i due tennisti che si sono affidati ai rispettivi servizi. Si è arrivati così al tie break con Mahut capce di conquistare un mini break che gli ha permesso di chiudere il set per 7/4 in 45′.
Il secondo parziale è stato più interessante con Mahut bravo a conquistare il break al terzo gioco alla seconda palla break. Lo stesso francese conservava il proprio servizio e al 5° gioco strappava nuovamente il servizio all’avversario.
Sul 5/1 il match sembrava concluso, ma il transalpino falliva il primo match-point e Muller riusciva a portarsi 5/2.
All’ottavo gioco Mahut dopo aver annullato due palle-break cedeva il servizio con un doppio fallo: 5/3 e giochi parzialmente riaperti. Ne approfittava subito Muller per andare sul 6/4 grazie alla solidità del servizio.
Nel successivo e decisivo game Mahut non falliva l’opportunità di chiudere il match e sul 40 a 0 poteva esultare per un lungo linea di Muller finito fuori.

Quello di oggi è stato il sesto match giocato tra i due tennisti il secondo consecutivo in una finale dopo quella vinta da Mahut lo scorso anno a Cherbourg, che ora conduce 4 a 2 nei confronti diretti con Muller.

Al termine, Mahut si è detto “soddisfatto di quello che ho fatto al torneo. Per la prima volta sono riuscito a vincere sia il doppio che il singolo e questo è un buon inizio d’anno. Adesso l’obiettivo è ritornare al più presto tra i primi 100 e poi scalare ancora le posizioni per avvicinarmi il più possibile al n. 40 che ho raggiunto nel 2008. Per essere alla prima edizione questo è stato un torneo davvero molto bello, in una località fantastica e con passione e competenza da tutti gli organizzatori. Chissà che non possa ritornare in una migliore posizione di classifica e con il torneo ancora più cresciuto.

Di umore diverso Muller, dispiaciuto per l’esito della finale: “Sono ancora un po’ amareggiato per questo incontro, anche perché una finale uno vorrebbe sempre vincerla. Sono comunque contento di questo inizio di 2011 perché questa è la seconda finale che raggiungo oltre ad aver giocato bene gli Australian Open (sconfitto da Soderling al 2° turno). Adesso spero di rientrare in fretta nei primi 100 e poi giocarmi altre posizioni nei grandi tornei di questa stagione. Il Valle d’Aosta Open è stata una bella esperienza, in un complesso molto ben organzizato e con un’accoglienza davvero speciale. Auguro al torneo di avere un futuro sempre più importante.”

Soddisfazione al termine è stata espressa anche dagli organizzatori per la riuscita di questa prima edizione, come sottolineato dalle parole del direttore del torneo, Gianluca Battilani, e del supervisor ATP, Carmelo Di Dio.
Per il primo “è stata una settimana impegnativa, ma ampiamente ripagata dall’impegno di tutti, dai raccattapalle ai giudici di linea, a tutti gli altri volontari che sono stati davvero straordinari. Il connubio sport e turismo con una tale struttura deve poter andare avanti e sin da domani cercheremo di programmare con calma e grande impegno la prossima edizione ai piedi del Monte Bianco”, mentre per il supervisor “Courmayeur ha dimostrato di saper organizzare un avvenimento con grande professionalità e capacità organizzativa. Non esiste in giro una struttura di tale potenzialità e mi auguro che questo torneo possa avere un futuro consono a quelle che sono le capacità di tutto l’apparato organizzativo. Credo che la dimostrazione di saper far bene le cose è stata data e ora tocca a eventuali sponsor e alle amministrazioni far sì che tutti questi sforzi non siano stati vani.

A rafforzare le parole dei protagonisti sono anche i numeri di questa edizione: centinaia sono stati gli appassionati che hanno seguito in diretta le partite durante la settimana grazie alla diretta streaming messa a disposizione dall’organizzazione, così come tanti gli appassionati che hanno riempito le tribune del centrale del Forum Sport Center, allestito appositamente per l’occasione e curato in ogni particolare.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *