Robredo sprofonda, Mathieu ritorna

di - 7 Febbraio 2012

di Sergio Pastena

Puntata dedicata esclusivamente al circuito Atp, visto che in ambito femminile c’era la Fed Cup e le classifiche sono rimaste stabili.

TOP 10

TOMAS BERDYCH (CZE)

N° 7

=

JUAN MONACO (ARG)

N° 23

+6

La vittoria di Montpellier fa avanzare di 160 punti il ceco, riducendo la distanza dalla coppia Tsonga-Ferrer (e dal suo best ranking). Non siamo proprio in zona Top Ten, ma tra i big il salto migliore è il suo. La vittoria di Vina del Mar lo avvicina ai primi 20.

TOP 50

CARLOS BERLOCQ (ARG)

N° 44

+11

ROBIN HAASE (HOL)

N°46

+8

E best ranking fu: dopo aver dominato i Challenger nel 2011, l’argentino raggiunge la prima finale Atp a 29 anni.
A Zagabria lo ferma Lacko, ma i quarti di finale bastano per avvicinarsi ai primi 50, guadagnando otto posizioni.

TOP 100

JOAO SOUZA (BRA)

N°98

+10

ROGERIO DUTRA SILVA (BRA)

N°109

+15

In Cile ha eliminato Gonzalez e ha sfiorato le semifinali: il brasiliano di Mogi das Cruzes torna nei 100. Settimana brasiliana: per il 28enne carioca la buona performance di Vina significa record in classifica a 28 anni.

IN SALITA

LUCAS LACKO (SVK)

N°65

+32

JEREMY CHARDY (FRA)

N°64

+18

Ancora protagonista lo slovacco, che con la finale di Zagabria salta in avanti di oltre trenta posizioni. Il francese sta tornando dopo un 2011 disastroso: in tre mesi e mezzo ha preso settanta posizioni.

IN DISCESA

IVAN DODIG (CRO)

N°55

-17

TOMMY ROBREDO (SPA)

N°124

-56

Non era al massimo e si vedeva: ce l’ha messa tutta per difendere il titolo di Zagabria, ma ha dovuto cedere. La gamba sinistra non gli dà pace, è assente da ottobre: l’uscita dei 250 punti di Santiago ha fatto il resto.

ITALIANI

PAOLO LORENZI (ITA)

N°102

+4

GIULIO TORRONI (ITA)

N°553

+17

Più che avanzare lui, questa settimana calano gli altri: un ritorno di Paolino tra i 100, però, sarebbe più che meritato.
Ventotto anni, ma è nel momento migliore della carriera. Ritocca il best ranking, punta ai primi 400: speriamo bene.

E TU CHI SEI?

PAUL-HENRI MATHIEU (FRA)

N°733

N.E.

JASON JUNG (USA)

N°1240

N.E.

Sconosciuto proprio no, ma a 30 anni non si è tennisticamente morti e lui vuole dimostrarlo.
A 16 anni vinceva i Grade 2, poi si è un po’ perso. Ora, a 22, interrompe una striscia di otto sconfitte e entra nel ranking.
© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *