Crema va ko, l’Aniene Roma vince 5-1

di - 1 Novembre 2015

Adrian Ungur

Arriva da Roma la prima sconfitta stagionale nel Campionato di Serie A1 per il Tennis Club Crema, battuto per 5-1 dal Circolo Canottieri Aniene. I campioni d’Italia si sono presentati quasi al completo per andare a caccia di tre punti pesantissimi nell’economia del Girone 2, e se li sono presi con un’ottima prova. Poco di cui rammaricarsi per i cremaschi, che hanno fatto il possibile ma sono stati costretti ad arrendersi di fronte a una formazione molto simile a quella che nel dicembre 2014 ha conquistato lo scudetto. Mancava solo il numero 1 Simone Bolelli, infortunato da un paio di settimane, ma il terzetto Cipolla-Berrettini-Santopadre ha trovato il modo per non farne rimpiangere l’assenza. Il primo, reduce dalla trasferta in Asia, ha lasciato appena quattro giochi a Matteo Donati, alle prese da giovedì con un fastidio alla schiena che non gli ha permesso di rendere al meglio (e ha obbligato il capitano a tenerlo a riposo nei doppi), mentre il secondo ha mostrato un grande tennis contro Filippo Mora, sovrastato dal punto di vista fisico e della potenza, fino al 6-1 6-0 finale. Non da meno la prova di Vincenzo Santopadre, ex top 100 Atp: forte di un’esperienza senza pari in A1, il 44enne romano è ancora in grado di esprimersi ad altissimi livelli, e l’ha dimostrato nel 6-3 6-2 con cui ha superato Nicola Remedi. “È stato un match combattuto – ha commentato il numero quattro del Tennis Club Crema -, più di quanto non dica il risultato, con tanti scambi lunghi. Lui si è difeso benissimo e ha sbagliato molto poco”.

L’unico punto dei lombardi è arrivato grazie alla garanzia Adrian Ungur, passato per 6-3 5-7 6-1 sul polacco Grzegorz Panfil. Il rumeno ha condotto senza difficoltà fino al 6-3 3-0, poi si è un po’ distratto fino a cedere il secondo parziale, ma ha rimesso le cose a posto nel terzo. A completare il quadro di una giornata amara i due doppi: nel primo la coppia Berrettini/Cipolla ha strapazzato Mora/Ungur, nel secondo Giuseppe Menga e Riccardo Sinicropi hanno vinto il set d’apertura e sono arrivati vicini al successo contro Panfil/Santopadre, ma alla fine sono stati costretti a capitolare nel long tie-break decisivo. “Siamo un po’ amareggiati per come è andata – le parole del capitano Armando Zanotti – e ci aspettavamo qualcosa in più. Ma allo stesso tempo non abbiamo particolari rimpianti: se i laziali giocano sempre con questa formazione sono tra i favoriti per lo Scudetto”. Il Tc Crema lascia dunque la leadership del girone ai capitolini, mantenendo la seconda piazza, e si prepara per le ultime due sfide, entrambe in casa: domenica 8 contro Bassano (Vicenza), il 15 contro il Ct Maglie. “L’obiettivo – chiude Zanotti – è vincerle entrambe, così da garantirci il secondo posto e farci trovare pronti qualora l’Aniene dovesse commettere qualche passo falso”. Uno scenario non impossibile.

RISULTATI

Circolo Canottieri Aniene – Tennis Club Crema 5-1

Berrettini (A) b. Mora (C) 6-1 6-0, Santopadre (A) b. Remedi (C) 6-3 6-2, Cipolla (A) b. Donati (C) 6-1 6-3, Ungur (C) b. Panfil (A) 6-3 5-7 6-1, Berrettini/Cipolla (A) b. Mora/Ungur (C) 6-0 6-0, Panfil/Santopadre (A) b. Menga/Sinicropi (C) 3-6 6-3 10/8.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *