Il Tc Crema cade a Siracusa e perde la vetta in A1

di - 3 Novembre 2019
Adrian Ungur (foto GAME)

Oltre otto ore di tennis, fra pioggia, interruzioni e riprese, attese e fatica. Il tutto chiuso da un epilogo amaro per il Tennis Club Crema, che nella trasferta al Match Ball Siracusa ha rimediato una sconfitta per 4-2 al termine di una giornata di Serie A1 complicata fin dall’inizio. Le precipitazioni che hanno colpito la Sicilia hanno fatto la loro parte, rendendo inizialmente impraticabile uno dei due campi e obbligando a oltre un’ora di ritardo per il via anche sull’altro terreno di gioco. Eppure i lombardi erano partiti col piede giusto grazie al solito Adrian Ungur: in un incontro spezzato a metà dalla pioggia, l’ex top 100 rumeno ha rifilato un doppio 6-2 ad Antonio Massara, firmando il punto dell’1-0. Ma per gli ospiti è stata solamente un’illusione e sono arrivati i grattacapi. Prima con la sconfitta di Andrey Golubev, che in condizioni difficilissime per il suo tennis esplosivo ha ceduto per 6-1 6-3 allo spagnolo Bernabe Zapata Miralles, e poi con quella del giovane Samuel Vincent Ruggeri che ha perso l’imbattibilità in singolare (era a quattro vittorie su quattro) cedendo con un doppio 7-5 ad Alessandro Ingarao. Nel quarto singolare, in virtù della febbre che già da qualche giorno ha debilitato Lorenzo Bresciani, capitan Armando Zanotti ha schierato l’altro ‘vivaio’ Alessio Tramontin, ma il 16enne friulano ha pagato a caro prezzo lo scotto dell’esordio, non raccogliendo neanche un game contro Ettore Zito e condannando il Tc Crema a uno svantaggio di 3-1.

A quel punto, per tentare di strappare almeno un punto, i cremaschi hanno optato per le coppie Golubev/Vincent Ruggeri e Tramontin/Ungur. E a dire il vero la possibilità di pareggiare non è stata poi così lontana. I primi l’hanno spuntata per 7-5 6-4 su Zapata Miralles e Massara, rispettivamente numero 1 e numero 2 della formazione di casa, mentre Ungur e un Tramontin decisamente più in palla rispetto al singolare hanno battagliato alla pari con Ingarao/Zito, arrivando a due punti dal trascinare il match al long tie-break decisivo. Nel momento più importante però i rivali non hanno tremato, chiudendo con il punteggio di 6-4 7-6 e conquistando la seconda vittoria stagionale che permette loro di salire a 7 punti – proprio come il Tc Crema – alle spalle della capolista Tc Italia (a quota 9). “Abbiamo lottato in tutti gli incontri – ha detto il capitano Armando Zanotti – ma gli avversari sono stati superiori. C’è un po’ di amarezza per il secondo doppio, nel quale potevamo giocarcela al terzo set, ma in generale non abbiamo comunque nulla da recriminare”. Come accennato, la sconfitta costa ai cremaschi la vetta del Girone 1 a una sola giornata dal termine (domenica 17 novembre in trasferta allo Sporting Club Sassuolo). Sarà fondamentale per decretare tutti i verdetti di un girone particolarmente aperto.

RISULTATI
QUINTA GIORNATA GIRONE 1

Match Ball Siracusa b. Tennis Club Crema 4-2

Adrian Ungur (C) b. Antonio Massara (S) 6-2 6-2, Bernabe Zapata Miralles (S) b. Andrey Golubev (C) 6-1 6-3, Alessandro Ingarao (S) b. Samuel Vincent Ruggeri (C) 7-5 7-5, Ettore Zito (S) b. Alessio Tramontin (C) 6-0 6-0, Golubev/Vincent Ruggeri (C) b. Massara/Zapata Miralles (S) 7-5 6-4, Ingarao/Zito (S) b. Tramontin/Ungur (C) 6-4 7-6.

CLASSIFICA GIRONE 1

1. Tennis Club Italia, 9 punti (14-16)

2. Tennis Club Crema, 7 punti (16-14)

3. Match Ball Siracusa, 7 punti (13-11) *

4. Sporting Club Sassuolo, 3 punti (11-13) *

* una partita in meno

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *