Serie A: Il Resoconto di Empire – Capri (2-4)

di - 16 Novembre 2009

Grande tennis e spettacolo domenica mattina al circolo Empire di Roma, dove grazie ad un’inversione di campo decisa negli ultimi giorni, il pubblico capitolino ha potuto ammirare giocatori del calibro di Potito Starace e Filippo Volandri. L’intero incontro è stato molto più equilibrato di quanto ci si potesse aspettare, con l’Empire che, sul punteggio di 1-1, aveva vinto entrambi i primi set dei restanti due singolari. Da segnalare la presenza sulle tribune anche di Flavia Pennetta.. Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio i match..

Davide Sanguinetti e Daniele Giorgini
(Davide Sanguinetti in panchina con Daniele Giorgini – Foto Nizegorodcew)

di Alessandro Nizegorodcew

Daniele Giorgini b. Diego Veronelli 61 75
La prima ora è stata tutta appannaggio del giocatore marchigiano, che giocando un ottimo tennis ed approfittando di un Veronelli fuori dal match, si è portato avanti 61 20. Qui un game sciagurato di Giorgini (due doppi falli ed un errore di diritto) ha rimesso in gara l’argentino che, grazie ad una ritrovata fiducia e ad un pubblico molto caldo, ha iniziato a lasciar partire il suo devastante diritto. Il secondo set è stato dunque molto equilibrato, anche se alla fine, probabilmente, Giorgini ha sfruttato la sua maggiore abitudine a match tirati, elemento sul quale Veronelli, quest’anno fermo quasi sempre per infortunio, non ha potuto contare.

Gianluca Luddi b. Massimo Capone 57 64 76(5)
Partita epica! Luddi è partito subito molto bene potandosi avanti 4-0, ma Capone ha pareggiato i conti, sino addirittura a vincere il set al dodicesimo gioco. Nel secondo parziale il romano non sprecava un nuovo vantaggio di un break, chiudendo, non senza difficoltà, 64. Il terzo set è stata una vera e propria battaglia con Luddi sempre sull’orlo del baratro (Capone è stato moltissime volte a due punti dal match). Gianluca, sorretto da un bellissimo pubblico, ha lottato punto su punto e, nonostante qualche errore di troppo, ha staccato Capone per la prima volta sul 5-5 del tie-break, portando a casa l’incontro. Da sottolineare come al momento del match point, il pubblico si esploso quasi come per un gol della Roma!!  Per un attimo ci è sembrato di essere allo stadio Olimpico..

Potito Starace
(Potito Starace – Foto Nizegorodcew)

Potito Starace b. Konstantinos Economidis 67(3) 61 64
Senza ombra di dubbio il match della giornata, per intensità e livello di gioco. Economidis, che non gioca più da professionista ma che svolge il ruolo di allenatore a Salonicco, è ancora in grandissima forma e lo ha dimostrato soprattutto nel primo parziale, nel quale ha tirato fuori dal cilindro dei colpi fantascientifici. Starace ha dovuto recuperare una prima volta un break di svantaggio (1-3), salvo poi cedere il tie-break al greco, davvero perfetto nel primo set. La seconda frazione invece è iniziata nel segno di Potito, che con la smorzata di diritto ha portato a casa una grande quantità di punti. 61 e si è andati al terzo set, dove è regnato l’equilibrio fino al 4-4, quando Starace ha messo a segno il break decisivo, chiudendo l’incontro. Economidis, nonostante i 32 anni di età e il ritiro dall’attività agonistica, è sembrato il giocatore più forte della compagine romana, che forse sta rimpiangendo di non averlo chiamato durante le prime giornate.. Potito invece ha dimostrato che quando si tratta di coppa a squadre (che sia la Coppa Davis o la meno prestigiosa Serie A) è una sicurezza assoluta!

Filippo Volandri
(Filippo Volandri – Foto Nizegorodcew)

Filippo Volandri b. Giulio Di Meo 36 64 62
Il primo è set è stato un one man show, con Di Meo che ha giocato un classico parziale alla Di Meo: solo vincenti, sia di diritto che di rovescio, pochissimi errori, ottime percentuali al servizio e tocchi di gran classe nei pressi della rete. Volandri, nel primo set molto nervoso, ha iniziato a carburare solamente nei primi giochi del secondo set, strappando il servizio al giocatore dell’Empire. Da quel momento il match ha vissuto alcuni momenti molto spettacolari e di sostanziale equilibrio, che hanno però visto prevalere il tennista livornese, più bravo nei momenti salienti del terzo set.

Qui di seguito i risultati completi, comprensivi dei doppi:

Empire SSD – Capri Sports Academy 2-4
Giorgini (C) b. Veronelli (E) 61 75
Luddi (E) b. Capone (C) 57 64 76(5)
Starace (C) b. Economidis (E) 67(3) 61 64
Volandri (C) b. Di Meo (E) 36 64 62
Starace/Giorgini (C) b. Di Meo/Economidis (E) 76(11) 63
Veronelli/Luddi (E) b. Volandri/Capone (C) 76(4) 67(8) 10-8

Giudice arbitro: Tito Ursoleo; arbitri: Ruth Concas, Domenico Lucci, Nicholas Stellabotte

Konstantinos Economidis
(Konstantinos Economidis – Foto Nizegorodcew)

© riproduzione riservata

6 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *