Serie A1, finali scudetto: Genova spodesta Forte dei Marmi, Prato al bis tra le donne

di - 13 Dicembre 2016

Spettacolo doveva essere, spettacolo è stato. La finali scudetto di Montecatini non hanno deluso le aspettative, regalando agli appassionati delle sfide davvero entusiasmanti.

In campo maschile la prima giornata si è chiusa in parità. Avanti i liguri grazie alla vittoria del danese Friederik Nielsen, che nel primo singolare ha sconfitto Walter Trusendi con il punteggio di 7-6(9) 6-2 in quasi due ore di gioco. Molto lottato il tie-break del primo set, con il toscano che non riesce a concretizzare 3 set point prima di cedere di schianto nel secondo parziale. Pareggio toscano che porta la firma di Paolo Lorenzi che nel match tra numeri uno con Alessandro Giannessi è riuscito ad imporsi per 6-2 4-6 6-3.

Domenica era il giorno dei numeri 2 e dei numeri 3. Vittoria a sorpresa per Matteo Marrai, uomo squadra indiscusso del Tc Italia, su Gianluca Mager, n. 337 del ranking ATP. Equilibrio nei primi due set, rotto solo nel terzo dai troppi errori del ligure che si vede travolto per 6-1. Serve una prestazione da campione ad Andrea Arnaboldi per avere la meglio su Filippo Volandri (6-4 7-6) e portare il punteggio sul 2-2. In entrambi i parziali il trentacinquenne livornese è andato subito sotto (sbagliando l’impossibile con servizio e dritto) per poi rimontare a suon di rovesci. Palpitante il tie-brek, con “Filo” prima in svantaggio 2-0, poi sopra per 5-3 ma gli ultimi 4 punti sono tutti di Arnaboldi.

Il terzo punto per Genova arriva con il primo dei due doppi. Ottima l’intesa fra Nielsen ed Arnaboldi, con il danese sempre abile a far valere le sue ottime doti sotto rete. Non c’è scampo per Marrai e Trusendi che soccombono per 6-4 6-3. Adesso c’è davvero aria di scudetto. Genova lo sa, lo sanno anche Giannessi e Mager che entrano in campo con gli occhi della tigre. Non basta, questa volta, l’esperienza di Lorenzi e Volandri che vengono spazzati via con il punteggio di 6-3 6-4. Forte dei Marmi è spodestata. Genova può finalmente gioire. E’ tutto vero, è Campione d’Italia!

Tennis Club Italia Forte dei Marmi – Park Tennis Genova 2-4 

Friederik Nielsen (PG) b. Walter Trusendi (F) 7-6(9) 6-2
Paolo Lorenzi (F) b. Alessandro Giannessi (PG) 6-2 4-6 6-3
Matteo Marrai (F) b. Gianluca Mager (PG) 6-3 3-6 6-1
Andrea Arnaboldi (PG) b. Filippo Volandri (F) 6-4 7-6(5)
Andrea Arnaboldi/Frederik Nielsen (PG) b. Matteo Marrai/Walter Trusendi (F) 6-4 6-3
Alessandro Giannessi/Gianluca Mager (PG) b. Paolo Lorenzi/Filippo Volandri (F) 6-3 6-4

———

Per il quarto anno consecutivo sono il Tc Prato ed il Tc Genova a giocarsi la finale femminile, con le toscane campionesse in carica e vincitrici anche nel 2013. Nel 2014 vittoria, invece, per le liguri.

Nel primo incontro si sono affrontate Maria Elena Camerin per il Tc Prato e Ludmila Samsonova per il Tc Genova. Vittoria per la toscana, che nonostante i sedici anni di differenza con la sua avversaria gioca e vince uno splendido match con il punteggio di 7-5 6-1.

Trionfa l’esperienza anche nel secondo singolare. Se lo aggiudica, per il Tc Genova, la sempiterna Alberta Brianti che sconfigge Martina Trevisan con il punteggio di 6-2 5-7 6-0.

La seconda giornata si apre con il successo di Corinna Dentoni su Alice Balducci (7-5 6-2) e si chiude con il decisivo doppio che vede protagoniste la stessa Dentoni e  Maria Elena Camerin, che dopo essersi aggiudicate con difficoltà il primo set al tie-break riescono a chiudere 6-3 e a regalare a Prato il secondo trionfo consecutivo.

TC Prato – TC Genova 3-1

Maria Elena Camerin (P) b. Ludmilla Samsonova (G) 7-5 6-1
Alberta Brianti (G) b. Martina Trevisan (P) 6-2 5-7 6-0
Corinna Dentoni (P) b. Alice Balducci (G) 7-5 6-2
Maria Elena Camerin/Corinna Dentoni (P) b. Alberta Brianti/Alice Balducci (G) 7-6(2) 6-3

 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *