Play-off amaro a Roma: il Tennis Rozzano resta in Serie C

di - 29 Giugno 2016

serie c femm rozzano

La storia della squadra femminile del Tennis Rozzano è ricca di spareggi, per salire di categoria o mantenerla. Alcuni vinti, altri persi. Alcuni felici, altri ancora dolorosi, come quello del 2006 a Genova per salire in Serie A1, o di sei anni dopo a Cagliari per passare in A2. La lista degli scontri sfortunati si è allungata domenica scorsa a Roma, quando in palio c’era il passaggio dalla C alla B, un salto di categoria che le milanesi si sono viste strappare di mano dalle veterane del Club Nomentano e da un pizzico di mala sorte, entrata in gioco in due dei tre singolari. Le ragazze dell’Asd Training Team partivano favorite, in virtù di classifiche migliori, ma come spesso accade nelle gare a squadre i pronostici sono stati ribaltati da forma, emozioni e motivazioni, dando ragione a un team preparato e molto affiatato, già capace in passato di vincere i campionati europei nella categoria Ladies 40. La loro esperienza è emersa tutta in una domenica perfetta, aperta col successo di Martina Fagiolo su Yana Morar (che ha mancato tre set-point prima di arrendersi per 7-5 6-0), e svoltata a loro favore nel singolare fra Valeria Madaro e Arianna Magagnoli. Quest’ultima, portabandiera di Rozzano, ha vinto facilmente il primo set, poi ha perso il secondo ma si è ripresa nel terzo fino a volare sul 5-3. Ma a quel punto si è bloccata, contro un’avversaria brava a sbagliare pochissimo e rimandare in campo ogni palla. La milanese ha mancato un match-point in quel game, un altro nel successivo tie-break, che l’ha vista arrendersi per 9-7 e uscire dal campo sfinita, senza nemmeno le energie per giocare il doppio. Nel frattempo, Sara Marcionni aveva siglato il momentaneo pareggio passeggiando contro Katy Agnelli, ma il successivo doppio ha dato di nuovo ragione alle padrone di casa. Agnelli/Madaro l’hanno spuntata con un rapido 6-2 6-3 su Sara Marcionni e sulla giovane Margherita Colombo, conquistando una meritata promozione. “Non si vince mai sulla carta – spiega il capitano Amanda Gesualdi -, specialmente nei campionati a squadre dove il livello tende ad appiattirsi. Quindi onore alle vincitrici, che si sono dimostrate preparatissime e molto affiatate, con una Madaro veramente splendida. Purtroppo di una finale come questa si ricorda solo come è andata a finire, ma il bilancio del nostro campionato è molto positivo. Abbiamo giocato ottime partite e fatto fare esperienza a una giovane molto promettente come Margherita Colombo. Prendiamo atto della sconfitta e del mancato passaggio di categoria – chiude -, ma restiamo convinte che la nostra squadra possa meritare la Serie B, come spesso ha dimostrato”. Non resta che aspettare il 2017 per riprovarci.

SERIE C, PLAY-OFF PROMOZIONE

Club Nomentano b. Tennis Rozzano 3-1 (Fagiolo b. Morar 7-5 6-0, Marcionni b. Agnelli 6-2 6-0, Madaro b. Magagnoli 2-6 6-1 7-5, Agnelli/Madaro b. Colombo/Marcionni 6-2 6-3).

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *