Masters 1000 Miami 2019: un ottimo Sonego supera Klizan

di - 21 Marzo 2019

Parte con il piede giusto l’italiano Lorenzo Sonego nel primo turno del tabellone principale del Masters 1000 Miami 2019 sconfiggendo in due set il più esperto slovacco Martin Klizan (n48 al mondo) con il punteggio di 6-4 6-3 in 1h e 37 minuti. Il 23enne torinese (n106 al mondo), reduce da due convincenti vittorie nelle qualificazioni contro Ramanathan e McDonald, conferma il suo buon momento di forma portando a casa con coraggio e attenzione una vittoria importante contro un Klizan piuttosto falloso e reduce dal ritiro di settimana scorsa ad Indian Wells nella partita contro A. Zverev per problemi alla caviglia.  L’azzurro affronterà nel prossimo turno l’americano John Isner (n.9 al mondo) che usufruisce di un bye.

PRIMO SET
Parte male Sonego che non trova la prima di servizio e subisce il break in apertura di match. Anche Klizan fatica nel suo primo game al servizio ma riesce a tenere la battuta. Il giovane italiano prima incassa i colpi e poi rispondesfruttando un passaggio a vuoto dello slovacco che cede il servizio a zero fissando il punteggio sul 2-2. L’azzurro a questo punto prende il comando del match e mette costantemente pressione al suo avversario che, dopo aver salvato palle break nel sesto e nell’ottavo gioco, capitola nel 10° gioco al termine di un duro scambio che vede l’italiano trionfare. 6-4 Sonego 

SECONDO SET
Il giovane torinese inizia in modo aggressivo il secondo set. Tiene il servizio con facilità e mette in difficoltà ripetutamente il suo avversario. Il break a favore dell’azzurro arriva nel 4° gioco al termine di un bellissimo scambio che vede il rovescio in salto di Klizan uscire di poco a lato. Punteggio 1-3 in favore di Sonego. Una volta in vantaggio l’italiano rimane lucido e porta a casa la partita senza patemi con un perentorio 6-3. Male lo slovacco n.48 al mondo che, salvo sporadici vincenti di dritto, non riesce , neppure nel secondo set, a limitare gli errori gratuiti e a migliorare il suo rendimento a servizio.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *