Atp 500 Vienna 2019, Berrettini rimonta Edmund ed è al secondo turno

di - 21 Ottobre 2019
Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo
Matteo Berrettini - Foto Ray Giubilo

Dopo due ore e cinque minuti di match, Matteo Berrettini batte Kyle Edmund col punteggio di 3-6 6-3 6-4 ed approda al secondo turno dell’ATP 500 di Vienna, in cui sfiderà il vincente del match fra il bulgaro Grigor  Dimitrov, come lui semifinalista a New York, e il qualificato bosniaco Damir Dzumhur. Un incontro decisamente complesso per il semifinalista degli Us Open, in particolare il primo parziale. Nel set di apertura l’azzurro, infatti, ha perso la battuta ai vantaggi nel quarto game e, poco dopo (nel sesto game), ha subito una piccola distorsione alla caviglia, che ha rischiato di compromettere l’incontro. Il ventitrenne romano, tuttavia, grazie al servizio è riuscito a rimanere in partita ad inizio secondo parziale ed è stato poi perfetto nello sfruttare l’unica sbavatura nel match da parte del tennista britannico (nell’ottavo game del parziale), vincendo il secondo set. Infine nel terzo, Matteo, sulla scia di quanto successo nel secondo, ha ritrovato definitavamente la sicurezza in tutti i suoi colpi e ciò gli ha permesso di breakkare nuovamente Edmund (nel terzo game), nonchè di portare a compimento una rimonta fondamentale in chiave ATP Finals. Grazie a questo successo il classe ’96 azzurro, infatti, legittima la sua ottava posizione nella Race e riesce, momentaneamente, a difendersi dagli avversari in lotta con lui per le Finals, ossia Bautista Agut e David Goffin (entrambi impegnati nell’ATP 500 di Basilea). 

Niente da fare, invece, per Lorenzo Sonego. Il classe ’95 piemontese è stato difatti sconfitto con un doppio 6-4 dal qualificato Marton Fucscovics, in un un’ora e trequarti di match. Nonostante due stagioni opposte (molto positiva quella dell’azzurro, piuttosto negativa quella del magiaro), il ventisettenne ungherese ha dimostrato, durante l’intero match, di avere caratteristiche decisamente più adatte ai campi in indoor rispetto al tennista azzurro e questo ha creato il gap decisivo fra i due. Per Fucsovics, inoltre, si tratta della seconda vittoria consecutiva ai danni di un tennista azzurro in questo torneo di Vienna: nella giornata di ieri ha infatti sconfitto in tre parziali Stefano Travaglia.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *