Meknes: il titolo va a Pospisil

di - 21 Febbraio 2011

di Guido Pietrosanti

Con il torneo di Meknes in Marocco, disputato nella settimana appena conclusa, si può considerare iniziata la stagione challenger su terra battuta. Il vincitore è stato il ceco Jaroslav Pospisil, 30 anni appena compiuti e numero 117 del ranking atp. Pospisil, che per la prima volta in carriera avvicina i top 100, ha sconfitto in finale lo spagnolo Guillermo Olaso, classe 88, che raggiunge, grazie a questa finale, il suo best ranking al numero 196. Lo spagnolo, già vincitore di un torneo future quest’anno, conferma la forza della scuola spagnola che, oltre a piazzare giocatori nelle finali dei tornei dello slam e del circuito atp, piazza costantemente nelle fasi finali dei tornei, nuovi giocatori anche a livello challenger.

In Marocco erano presenti anche 3 azzurri. Matteo Viola si è arreso al primo turno, dopo una dura lotta, alla testa di serie numero 2, il tedesco Simon Greul, dimostrando comunque di poter essere competitivo su questa superficie. Simone Vagnozzi è stato eliminato al secondo turno dall’ex top 100 Crivoi, ma si è rifatto vincendo il torneo di doppio e tornando nei primi 100 del ranking di questa specialità. Infine Alessio Di Mauro, che ad agosto compirà 34 anni, ha fatto vedere di poter ancora esprimere un tennis molto competitivo sul rosso, impegnando, nei quarti di finale, il futuro vincitore del torneo Pospisil per più di 3 ore, venendo sconfitto solamente per 76 al terzo set.

Poche notizie di rilievo arrivano dal mondo dei future. La piccola pattuglia dei nostri migliori 91, escluso Travaglia, era impegnata in Spagna nel torneo future Spain F6 dove, passando il primo turno, Lorenzo Giustino e Marco Bortolotti prendono il primo punto dell’anno mentre Francesco Picco prende il secondo punto atp, avendo già vinto una partita in uno dei future spagnoli delle settimane scorse. Poca cosa rispetto al finalista del future spagnolo Carreno-Busta o a quello del future Croatia F1 MIrza Basic, entrambi della classe 91. Tra i giovani,  è da registrare anche la vittoria del tedesco Stebe, classe 1990, nel future Turchia F5.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *