Tanta Italia in campo

di - 28 Aprile 2014

Torino piazza San Carlo

di Sergio Pastena

Si riparte?

Si riparte?

Occhi puntati su Monaco, almeno dagli appassionati da Ventimiglia a Lampedusa: l’Atp 250 tedesco, infatti, vede una prima testa di serie rispondente al nome di Fabio Fognini, delizia del 2013/14 italiano ma anche fonte di dubbi per le sue prestazioni recenti. Come sta? Problemi fisici? C’entra la testa? Troppa pressione?

Staremo a vedere, per ora l’unica cosa sicura è che il ligure beccherà al secondo turno uno tra Ivo Karlovic e Dustin Brown. Tra i favoriti del torneo c’è anche un altro italiano, ovvero Andreas Seppi, settima testa di serie e primo turno contro un qualificato che però potrebbe anche non essere morbido, considerando che ci sono in gioco tipini come Ramos e Bellucci.

Per ciò che riguarda gli altri, Haas, Youzhny e Monfils non faranno certo da controfigure e in quanto ad outsider il torneo tedesco non si fa mancare nulla: Lopez, Kohlschreiber, Dodig, Melzer, Delbonis e chi più ne ha più ne metta. Ogni soluzione è possibile.

Happy Birthday Oeiras

E veniamo ad Oeiras, o come dicevan tutti Estoril: l’ormai storico torneo portoghese, giunto alla venticinquesima edizione, si concede il lusso di festeggiare con due nomi di primo piano come quelli di Berdych e Raonic, anche se mancherà il detentore Wawrinka, ormai proiettato verso traguardi più ambiziosi dopo il fulminante primo trimestre del 2014.

Certo è che lo scarto tra i primi due del seeding, entrambi Top Ten, e gli altri che sono fuori dai 30, rende l’esito del torneo molto polarizzato: se uno o entrambi i favoriti, non certo dei terraioli, dovesse andare fuori, a quel punto sarebbe davvero lotta aperta per tutti e in finale ci si potrebbe ritrovare chiunque. I padroni di casa ovviamente puntano su Joao Sousa, primo portoghese vincitore di un evento Atp e testa di serie numero sei.

Poca roba per l’Italia, con il solo Volandri a rappresentare il tricolore impegnato all’esordio contro la wild card locale Gastao Elias. Nessuna buona notizia dalle qualificazioni, dove Alessandro Petrone ha racimolato appena due games contro lo spagnolo Gimeno-Traver.

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *