Impressioni dal Foro (VIII Puntata)

di - 12 Maggio 2008

Karin Knapp

di Alessandro Nizegorodcew

Karin Knapp, poca fiducia = Karin Knapp è uscita di scena. La tennista italiana è stata sconfitta, sul campo numero 1, dalla bielorussa Olga Govortsova, 19 anni e numero 41 del mondo; 46 61 62 il punteggio finale grazie alla quale la giocatrice slava si è qualificata per il secondo turno. Karin è apparsa in netta sfiducia; sintomo principe è la scarsa vena del diritto, con il quale non riesce a spingere come dovrebbe e con cui ha commesso alcuni errori gratuiti di troppo. Queste le dichiarazioni di Karin Knapp al termine del match: “Ho giocato una partita normale, sicuramente non buona; sono in un momento di scarsa fiducia, ma devo ammettere che la Govortsova ha diputato un grande incontro nel secondo e terzo set.” Karin è apparsa non determinante con il diritto, mentre il rovescio è sembrato più concreto e continuo: “Si, è vero che con il diritto ho sbagliato di più, ma è anche vero che è il colpo con cui rischio di più; con il rovescio mi piace scambiare per poi avere l’opportunità di spostarmi e accelerare con il diritto.” Una curiosità tecnica infine: Karin sul servizio, durante il movimento, sposta il piede sinistro sino a posizionarlo parallelamente alla riga di fondo. “E’ una questione prettamente tecnica; cerco di sfruttare, con questo movimento, la torsione del bacino.” C’è da sottolineare comunque, oltre alla non eccellente prestazione di Karin, l’ottima prova di Olga Govortsova, che ha giocato un incontro di altissimo livello; ottimi i due fondamentali, piuttosto piatti, con cui ha comandato spesso lo scambio. Giocatrice da tenere d’occhio; tra i suoi migliori risultati annotiamo la finale, a marzo, nel Wta di Memphis.

Fognini, allenamenti su allenamenti.. = In un Foro Italico quasi deserto,ore 19.30, sul campo numero 5 ad allenarsi c’era Fabio Fognini; il ragazzo ha grande voglia di allenarsi, di lavorare, di rientrare al top dal punto di vista fisico. Encomiabile.

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *