ITF: Dentoni rompe il digiuno, Gaio festeggia in Turchia

di - 21 Ottobre 2014
Gaio San Marino

di Giacomo Bertolini

Settimana soddisfacente nel circuito Itf/Future per i colori azzurri a cominciare dalle fila femminili che hanno accolto il ritorno al successo della toscana Corinna Dentoni, vincitrice sul rosso di Santa Margherita di Pula dopo una secca durata ben 7 anni. Per la 25enne azzurra, sprofondata dopo un lungo periodo di crisi fuori dalle top 600, vittoria in finale per 63 63 sulla tedesca Klasen e quinto centro in carriera conquistato. Salendo di categoria cemento francese di Joue-Les-Tours (50k) nel segno della tedesca Carina Withoeft che si supera sbarrando la strada di Urszula Radwanska in finale, splendido anche il trionfo della colombiana Mariana Duque-Marino, regina del 50k messicano di Tampico a spese della giovane belga Merstach (36 61 76). Passando in rassegna invece i tornei da 25.000 dollari di montepremi segnaliamo l’acuto di un’altra tedesca, la 27enne Tatjana Maria, scatenata sull’erba di Makinohara (ko la Aoyama 61 62) e il ruggito della polacca Magda Linette che, da prima favorita del seeding, non si deconcentra sul cemento di Goyang. A Bangkok colpaccio della russa classe 1996 Elizaveta Kulichkova (terzo centro stagionale), ma è ancora la 15enne di San Francisco Cici Bellis a far parlare di sé imponendosi anche sul duro del torneo di Florence (sconfitta in finale belga Bonaventure in due set). In conclusione spazio anche alla piccola-grande impresa della giovanissima slovacca Viktoria Kuzmova (classe ’98), bravissima a far suo da outsider il primo titolo in carriera sul cemento greco del 10k di Heraklion (piegata in finale la favorita Hass 64 63).

Archiviato il sunto femminile largo ai risultati maschili e all’ottimo successo sul cemento di Antalya del nostro Federico Gaio, abile a sfruttare a pieno la sua prima testa di serie fino alla finale, vinta poi in rimonta per 16 60 64 sul giapponese Hiroyasu Ehara (quinto sigillo per lui). Gaio a parte da evidenziare le belle finali di Alessandro Bega e Walter Trusendi rispettivamente a Sharm el Sheikh (cemento) e Santa Margherita di Pula (terra rossa); per il primo nulla da fare contro il bosniaco Aldin Setkic(1) vincitore per 61 64, per il secondo sconfitta amara per 26 75 63 contro il francese Johan Sebastien Tatlot. Tra gli altri match da proporre continua il periodo d’oro del britannico Liam Broady (classe 1994) che cala il poker stagionale a Mansfield (Usa), con lo score di 63 46 61 rifilato al russo Gashov l’irrefrenabile spagnolo Enrique Lopez-Perez fa suo anche il 10k su terra di Shymkent (sesto titolo del 2014). E Spagna sugli scudi anche in casa dove, sul duro di Madrid, non fa sconti il barcellonese Oriol Roca Batalla, al quinto colpo dell’anno, mentre la giovane scommessa portoghese Frederico Ferreira Silva (classe 1995) infiamma il suo pubblico trionfando nel 10k su cemento di Ponta Delgada (ko l’irlandese Sam Barry 64 63).

TENNISTA ITF DELLA SETTIMANA: CATHERINE BELLIS (USA)
MIGLIOR AZZURRA: CORINNA DENTONI
TENNISTA FUTURE DELLA SETTIMANA: ENRIQUE LOPEZ-PEREZ (SPA)
MIGLIOR AZZURRO: FEDERICO GAIO

© riproduzione riservata

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *