Scofield’s Corner – L’Opinione di Congy (21)

di - 28 Febbraio 2010

Fabio Fognini

di Fabio Colangelo

In una settimana in cui tutta l’attenzione degli appassionati si è concentrata sull’affaire Seppi-Davis, si sono disputati ben tre tornei del circuito maggiore, con i nostri primi 5 giocatori al via.
Ennesima caporetto purtroppo, con il solo Fognini capace di vincere un set contro Verdasco ad Acapulco, prima di crollare nel terzo dopo aver sciupato qualche buona chance sul 6-2 3-3. In Messico era al via anche Starace, mai in partita contro il prossimo vincitore del torneo Ferrer.

Tournee sud americana disastrosa per i nostri, con due soli match vinti (da Fognini in Brasile) su 14 disputati. Non si può parlare troppo neanche di sfortuna nei sorteggi, perché se è vero che soprattutto in quest ultimo appuntamento la sorte non li ha aiutati, si sono perse partite ampiamente alla portata dei nostri (Luczak, Mello, Daniel, Moya al rientro…). Delude Starace che dopo il buon inizio di stagione non trova vittorie sull’amata terra. Lorenzi non sfrutta tre sorteggi “amichevoli” e manca l’appuntamento con la prima vittoria a livello Atp. Successo che gli sfugge anche questa settimana, dove aveva cercato miglior fortuna sul cemento americano, dove è stato superato piuttosto nettamente da Nieminen. Segnali di ripresa da parte di Filippo Volandri che supera brillantemente le qualificazioni sia a Costa do Sauipe che a Buenos Aires, ma che non sfrutta una buona chance in quest ultimo torneo contro un Moya ancora lontano dalla forma migliore. Sfortunato invece Fognini che, dopo i quarti brasiliani, incappa in Andreev e Verdasco uscendo sconfitto solo dopo averli impegnati duramente.
A Dubai erano al via Seppi e Bolelli. L’altoatesino lotta ma cede al futuro giustiziere di Murray, Tipsarevic, dimostrando ancora di essere in buona condizione, ma di “perdersi” nei momenti che contano. Simone ha regalato un set e mezzo a Melzer prima di riprendersi leggermente. Troppo poco contro un avversario più in fiducia e più in forma di lui. Si è detto e scritto tanto su di lui, speriamo solo che scendendo di livello ritrovi confidenza con una vittoria che gli manca da troppo tempo.

Purtroppo è andata molto male anche dove eravamo riusciti a toglierci qualche soddisfazione in questa prima parte della stagione. Nel challenger di Meknes erano al via ben 5 azzurri, con il solo Aldi (reduce dalle quali) capace di superare un turno. Sorteggi difficilissimi quasi per tutti che però non possono rappresentare l’unica giustificazione di queste sconfitte. Anche a livello futures non è andata bene. Pochi tornei e pochi italiani al via, ma ci si aspettava (molto) di più sia da Ghedin che da Stoppini. Tra i favoriti del 15000$ di Sarajevo, sono usciti prestissimo per mano di giocatori molto lontani da loro in classifica. Purtroppo per entrambi l’inizio di stagione è stato difficile, ma hanno tutte le qualità per potersi riprendere e migliorarsi.

Fabio Colangelo
(Fabio Colangelo)

© riproduzione riservata

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *