SensoBuzz: Il Libro

di - 12 Settembre 2013

di Lorenzo Falco

Cari lettori di Spazio Tennis, sono Lorenzo Falco.
Vi ringrazio intanto per le mail che mi inviate, a risposta dei mie articoli sulla preparazione fisica, pubblicati qui, su Spazio Tennis.
Non scrivo da qualche mese ma prestissimo riprenderò. Ho avuto impegni di lavoro, in campo sportivo e inoltre ho avuto modo di riorganizzare i contenuti della preparazione fisica.

Il titolo di questo articolo è SensoBuzz, parola indiscutibilmente legata all’allenamento complementare del moderno tennista.

Nelle righe che seguono vi farò una breve ma essenziale recensione del testo “SensoBuzz”, scritto dal professore Salvatore Buzzelli, metodologo dell’allenamento e pionere della preparazione fisica nel mondo del tennis.

Al termine dell’articolo, impiegherò alcune frasi per citarvi la mia esperienza con il metodo “SensoBuzz”, che impiego ormai da quattro anni, nel mio lavoro quotidiano.

“Il nostro meraviglioso sport, in continua evoluzione, ha fortemente bisogno di competenze specifiche, di creatività, di stimoli […]. Con la semplice parola “SensoBuzz”, possiamo concentrare quanto detto”,
“Buzzzz – me Salvatore !!! […] una macchina scientificamente infernale che coniuga: gioco, reazione, colori, suoni, concentrazione”.
Con queste parole rispettivamente Michelangelo Dell’Edera, direttore dell’ ISF Roberto Lombardi e Alberto Castellani, coach internazionale universalmente riconosciuto, attribuiscono, nella prefazione, precisi significati e meriti al metodo “SensoBuzz”, creato dal professor Salvatore Buzzelli.

Il testo è molto scorrevole, pur mantenendo una forte specificità e una buona dose di scientificità, prerequisito essenziale se si desidera costruire un risultato vero e attendibile.

L’introduzione è un flash – back alle esperienze sportive e professionali di Salvatore. Giovane e promettente atleta abruzzese, appassionato e gran sopportatore di fatica, specialista decathleta e saltatore con l’asta, giunge alla convocazione in Nazionale, nei primissi anni Settanta.

Un grave incidente motociclistico, da cui si riprende dopo una lunga degenza, segna lo spartiacque della sua carriera sportiva. Inizia il suo contatto con il tennis, nella città di Bologna.

Salvatore inizia a seguire i primi giovani tennisti “nell’ora di ginnastica” e prosegue la sua esperienza allenando giocatori di maggiore qualificazione.

Ci sarebbe moltissimo da raccontare a proposito del background culturale di Salvatore: esperto in elettronica, collaboratore stretto di Carmelo Bosco, illustre scienziato dello sport moderno, etc.

A questo punto, facciamo un rapido salto nel presente.

SensoBuzz è un metodo di lavoro, scientifico e diretto a supportare le qualità tecnico – tattiche del tennista.

Il testo, che coniuga esperienza e rigore scientifico analizza il modello prestativo del tennis (capitolo 2). Il tennis è uno sport di situazione, multilaterale e multiforme. Aspetti tecnici, aspetti mentali, contenuti fisici e soluzioni tattiche si mescolano sapientemente nel SNC (sistema nervoso centrale) del tennista, rendendolo capace di resistere alle sollecitazioni dell’avversario, anche in condizioni di fatica metabolica.
Grafici e interessanti considerazioni metodologiche, arricchiscono questo capitolo.

Nello stesso capitolo, sono citati i principi che regolano la programmazione della prestazione del tennista.
Ampio spazio e un valido approfondimento è riservato alla valutazione delle capacità motorie e coordinative. Come possiamo affermare che un atleta migliora? Tutti i test ci forniscono le risposte che cerchiamo?
Una volta ottenuti i risultati, come interpretiamo “i numeri”, alla luce di ciò vogliamo allenare?

Salvatore costruisce nel tempo una batteria di test validati. La statistica applicata consente di rendere i risultati concreti e spendibili. Al fondo del testo, su gentile concessione, Salvatore diffonde tabelle di valutazione percentilica, frutto di anni di lavoro di standardizzazione dei test, esecuzione e catalogazione per categorie statistiche.

Il capitolo 3 è dedicato agli aspetti neurofisiologici che governano l’allenamento tennistico. L’esperienza, i fattori genetici, l’ambiente e l’allenamento mirato favoriscono la prestazione sportiva.
Questo capitolo è molto dettagliato e sarà certamente apprezzato dai lettori alla ricerca di contenuti scientifici, facilmente spendibili nella pratica di campo.

Il capitolo 4 è interamente dedicato al SensoBuzz, inteso come strumento a supporto dell’allenamento. Questo capitolo è il cuore del libro. Dalla teoria alla pratica. Un solo strumento, maneggevole, semplice da impostare, per tutti gli obiettivi: resistenza specifica, pliometria, destrezza, reazione complessa, equilibrio, spinte, rapidità.
Il capitolo contiene dettagliate illustrazioni e precise didascalie sugli esercizi da eseguire con il SensoBuzz. Anche chi non è esperto della materia, può certamente comprendere la modalità esecutiva delle esercitazioni.

Il capitolo 5 è un ventaglio di opinioni, interviste e supporti di coach e giocatori che hanno sperimentato l’allenamento con il SensoBuzz. “La macchinetta infernale” non nasce oggi ma è frutto di sapienti sperimentazioni. L’attuale versione è completa e consente anche la valutazione dei tempi di reazione e della forza rapida.

Nel capitolo 6, Salvatore cita gli aspetti scientifici alla base del SensoBuzz: la capacità di reazione complessa è essenziale per il tennista. La preparazione fisica, tradizionalmente concepita, è spesso avulsa dalla percezione mentale: esercizi schematici, movimenti stereotipati e ciclici. La mente guida gli effettori e attiva i neuroni specchio, fondamentali nell’esperienza motoria individuale.

Molto comprensibili e complete le appendici al testo, dedicate ai fenomeni fisiologici della fatica centrale e periferica e al delicato e dibattuto tema dello stretching statico e dinamico.

E’ molto utile menzionare l’allenamento delle qualità di equilibrio specifico per il tennis: la catena, dai colleghi stretti di Salvatore battezzata “BuzzChain”. Elementi di forza isometrica, aspetti coordinativi speciali sono concatenati in questo innovativo metodo di allenamento della “forza in equilibrio”.

Una ricca bibliografia conclude il testo.

Prima di concludere questa breve ma semplice recensione, vorrei testimoniarvi la mia diretta esperienza con il SensoBuzz.
Impiego questo strumento, anche nelle versioni precedenti, da ormai tre anni. Sono un preparatore specializzato nel tennis e lavoro con tennisti giovani e adulti.
Come ogni metodo, deve essere sapientemente dosato e proposto. Il preparatore ha certamente uno strumento completo ed essenziale.
Come mi sussurra sempre Salvatore con enfasi: “Lorenz, questo è un metodo. Le chiacchiere stanno a zero. Al tennista servono poche cose, il resto è nulla”

Concludo ringraziando Salvatore Buzzelli per il supporto e gli faccio, dalle righe di Spazio Tennis, i migliori auguri per la sua nuova esperienza a Verona, alla corte di Panajotti, coach internazionale.

Per tutte le informazioni, potete visitare www.salvatorebuzzelli.it

© riproduzione riservata

28 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *