Angelika Aliev, il tennis come ragione di vita..

di - 7 Settembre 2008

di Alessandro Nizegorodcew

Cotinua l’avventura di Spazio Tennis alla ricerca delle tenniste del futuro. Oggi parliamo di e con Angelika Aliev, classe 1991, una delle speranze del tennis israeliano.

Angelika è nata il 14 agosto di 17 anni fa. Il suo battesimo col tennis è avvenuta all’età di 8 anni in Russia, a Togliatti, nei pressi del fiume Volga. “Il mio primo coach è stato Ivan Vasilyevich” – ci racconta la giovanissima Angelika – “mentre adesso mi alleno con Konstatin Miller e Igal Gipsch, mentre il mio preparatore atletico è Yuval Lutvak.” Il gioco dell’atleta israeliana è certamente un tennis molto offensivo, come ci spiega lei stessa: “Mi piace chiudere il punto nel più breve tempo possibile, anche se posso tranquillamente giocare scambi lunghi. Il mio colpo migliore, nonché mio colpo favorito, è il rovescio lungolinea..

Angelika Aliev ha giocato, fino ad oggi, pochissime partite a livello pro, precisamente sei. La sua attività si è concentrata maggiormanete sui tornei junior, nei quali ha raggiunto qualche buon risultato; da segnalare i successi in due tornei G4 e in due tornei G5. “I miei migliori risultati li ho raggiunti in India, paese nel quale ho vinto tre tornei junior. Per salire di livello dovrò migliorare molto dal punto di vista mentale, perché spesso mi perdo letteralmente nei momenti chiave degli incontri. E’ stata una discreta stagione, ma avrei voluto giocare più tornei. Dall’anno prossimo aumenterò considerevolmente il numero dei tornei Wta..

Il tennis come ragione di vita.. “E’ difficile spiegare le emozioni che può regalare questo sport” – ci racconta Angelika – “Il tennis è la mia ragione di vita. Non riesco ad immaginare la mia vita, qualsiasi giorno della mia vita, senza il tennis.. Un giorno senza questo sport e divento matta!! E’ la cosa che amo fare di più al mondo e non mi spavento il lavoro durissimo che dovrò fare per diventare una tennista professionista. Le sensazioni che si provano dopo un grande colpo o dopo una vittoria insperata sono inspiegabili, sono qualcosa di unico. Nel momento in cui vinci, esulti, ti lasci andare, magari urlando, ti passano per la testa tutti i sacrifici, gli allenamenti duri, la fatica, tutto.. Niente è come il tennis..

Quale miglior spot per il tennis.. parole che tanti appassionati leggeranno con piacere, anche senza conoscere la giovane Angelika. Magari, nel tempo, diverrete o diverremo..suoi tifosi..

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *